Oggi, per Numero Diez, abbiamo deciso di intervistare un grande ex della Juventus e della nostra Nazionale Italiana: Vincenzo Iaquinta. Iaquinta, classe 1979, è stato prelevato dall’Udinese nel 2007 ed ha vestito la maglia bianconera della Juventus sino all’anno 2012, siglando 40 reti in 108 presenze. I temi trattati variano dal nuovo acquisto del suo ex club – Cristiano Ronaldo – a questioni di natura tattica. Non manca, poi, qualche spunto di riflessione sull’erede in blancos del portoghese e sulla suggestione Messi in Italia.

Buongiorno Vincenzo, grazie per il tempo che ha deciso di concederci. Le chiedo, innanzitutto, un pensiero sull’acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della sua ex squadra, la Juventus.

Beh, sicuramente penso che la Juventus, ora, possa ambire a vincere la Uefa Champions League a cui mira. Poi, ovviamente, può succedere di tutto, soprattutto in una competizione del genere… Ma comunque, sicuramente, la Vecchia Signora ha messo un altro tassello del puzzle importantissimo.

Chi potrebbe essere, per il Real Madrid, l’erede? In rete si fanno moltissimi nomi: si parla di Neymar, Mohamed Salah, Eden Hazard, Robert Lewandowski o lo stesso Gareth Bale promosso a simbolo del club.

Sì, è vero, sono nomi interessanti, ma uno che potrebbe sopperire alla sua mancanza, soprattutto a livello d’immagine e per ciò che rappresenta, sarebbe Neymar.

Crede che Messi potrebbe, un giorno, voler continuare la competizione con Cristiano Ronaldo in Italia? Dove lo vedrebbe meglio?

Sarebbe sicuramente una suggestione interessante. Ti dico, personalmente, che io lo vedrei bene al Napoli, forse perché è argentino, o forse per Diego Armando Maradona che è stato lì prima di lui… I tifosi napoletani andrebbero fuori di testa e sarebbe una cosa incredibile!

La Juventus, ora, diviene la favorita per la Uefa Champions League? Chi sono le avversarie principali?

Credo che già da anni la squadra bianconera si trovi tra le prime quattro, ora, poi, con questo acquisto, rientra ancora una volta, di sicuro, tra la favorite. Ancor più di prima.

Ronaldo alla Juventus, secondo lei, che ruolo dovrebbe ricoprire? Ala o punta? Potrebbe giocare con Higuain o l’argentino è destinato alla cessione sicura?

Da quello che leggo sui giornali e in tv, pare che Gonzalo Higuain sia sul mercato. Però, l’argentino ex-Napoli è un grandissimo giocatore e se rimane alla Juventus, con Cristiano Ronaldo, la squadra è ancora più forte. Anche perché i due si conoscono già, avendo giocato insieme al Real Madrid. Se rimane Higuain, io penso farà Cristiano l’ala – a sinistra – e Higuain giocherà come punta centrale.

Il fatto che il portoghese abbia 33 anni, secondo lei, pregiudica in qualche modo la bontà dell’operazione della Juventus?

No, non credo. Cristiano Ronaldo, finora, ha dimostrato di non avere quell’età: è un grande professionista e ne parlano tutti, quindi farà certamente bene.

Cosa ne pensa dello scandalo che si è venuto a creare in Italia quando si è saputo dell’ingaggio monstre che la Juventus avrebbe fatto ricevere al fuoriclasse di Madeira?

Non so proprio… Posso dirti che Ronaldo è un giocatore che guadagna tanto e fa guadagnare tanto, ma non saprei che altro aggiungere alla questione.