Nikola Kalinic sta vivendo una situazione paradossale: la sua Croazia ha raggiunto la finale del mondiale per la prima volta  nella sua storia. L’attaccante del Milan, però, è tornato a casa per quel “mal di schiena” galeotto. È innegabile che la sua stagione sia stata estremamente deludente: al Milan ha perso pian piano il proprio posto a causa di una serie di partite sottotono e soprattutto per l’esplosione del giovane Cutrone. Il suo futuro è incerto e proprio per questo il suo agente, Tomislav Erceg, ha provato a fare chiarezza ai microfoni di Radio Sportiva.

“É inutile parlare oggi dell’allontanamento di Nikola Kalinic dalla Croazia: quel che è stato è stato, la vita va avanti. É un giocatore del Milan, purtroppo quest’anno non è andata bene: dimostrerà presto il suo valore ma non parlo di mercato.”

Il Milan dovrà probabilmente cercare un liquidità attraverso la cessione di qualche giocatore. Tra i nomi dei papabili partenti c’è ovviamente quello di Kalinic. L’Atletico Madrid lo sta seguendo con interesse. Ci sono anche Siviglia e Galatasaray alla porta ma un approdo del croato in Andalusia appare molto difficile. Occhio ai turchi che sono alla ricerca di una nuovo attaccante: dopo aver ricevuto un secco no dal Napoli per Milik, stanno sondando il terreno per tentare l’acquisto di Kalinic. La Turchia potrebbe essere la destinazione ideale per il calciatore che, così, approderebbe in un campionato meno competitivo e con meno pressione. Potrebbe essere il posto perfetto per la risalita dopo un anno disastroso.

Probabilmente il rimorso per non essere a Mosca a giocarsi la finale mondiale a causa del suo rifiuto è molto grande. La risalita è d’obbligo per un attaccante che era considerato tra i migliori interpreti nel suo ruolo solo un anno fa. L’agente per il momento ha confermato la sua presenza nel Milan ma ciò rappresenta la verità oppure è solo una tattica di mercato?