Le sensazioni erano positive fin dall’inizio, la fiducia portava a credere che sarebbe stata solo una questione di giorni. Così di fatto è stato per il trasferimento di Tiemoué Bakayoko al Milan.

Mercoledì l’incontro a Casa Milan tra la coppia Leonardo-Maldini e l’agente-fratello del giocatore con l’intermediario Pastorello aveva avuto un esito positivo. A questo sono poi succedute le parole di Maurizio Sarri che alla vigilia dell’esordio in Premier League ammetteva la cessione del francese con un “forse parte“. La tribuna a cui è stato relegato il classe ’94 ieri è stato un indizio inequivocabile.

La svolta è arrivata qualche minuto fa, nell’ultima domenica di questa pazza sessione di calciomercato. La trattativa è giunta alle ultime formalità con il centrocampista atteso in serata a Milano pronto a svolgere i test medici nella giornata di domani. Il negoziato si dovrebbe concludere in prestito con diritto di riscatto fissato intorno ai 30 milioni.

Un affare, tecnico ed economico, per il Milan, meno per il club londinese che appena un anno fa l’aveva prelevato dal Monaco per 45 milioni di euro. Queste, però, sono le storie del calciomercato: si va e si viene e Bakayoko è pronto a sbarcare in Serie A vestendosi di rossonero.

CHIAMATELO MISTER MUSCOLO

Dopo tre quarti d’estate molto difficili, Gennaro Gattuso può finalmente sorridere. Ha sofferto tanto Ringhio tra la situazione societaria in bilico, con inevitabile blocco del mercato, e l’Europa League a serio rischio. Ora, però, si sta riprendendo insieme al suo Milan. Il Diavolo ha riacquisito glamour con colonne del passato quali Leonardo e Maldini ed è tornato a fare la voce grossa sul calciomercato.

Higuain e Caldara in un sol colpo e ora Bakayoko a rinforzare il centrocampo. Quello del francese è un acquisto importante. Innanzitutto, nonostante abbia solo 23 anni, vanta una discreta esperienza internazionale. Ha calpestato i campi di Ligue 1 e Premier League, ha giocato l’Europa League e soprattutto la Champions League di cui è stato semifinalista due anni fa con il Monaco.

Poi aggiunge fisicità in mezzo al campo: è proprio questa la sua principale specialità, per cui si potrebbe chiamarlo Mister Muscolo. Con i suoi 190 cm per 72 kg è un armadio difficile da spostare. A centrocampo giganteggia mostrando i muscoli soprattutto in fase di non possesso, in interdizione. Nella sua unica stagione inglese ha vinto il 51% dei contrasti tentati e ha mantenuto una media di 1.3 intercetti a partita. E’ stato anche il trentesimo giocatore del campionato per tackle effettuati (2.2).

Le sue principali statistiche della scorsa stagione

E’, dunque, un giocatore che lotta, ci mette grinta e determinazione. E’, però, anche discretamente bravo con la palla tra i piedi. L’anno scorso ha avuto una media del 88.5% di precisione nei passaggi e del 74.2% di dribbling riusciti. In fase di possesso palla, quindi, ci sa fare aiutato pure una buona visione di gioco. Proprio per questo può fare anche il regista davanti la difesa, anche se nel 4-3-3 gattusiano dovrebbe fare la mezzala. Una soluzione tattica, che potrebbe agevolare non poco il francese, è una mediana a due. In questa, infatti, si è affermato ad alti livelli nel Monaco.

Presenze, gol e assist della scorsa stagione

Staremo a vedere cosa dirà il campo. Intanto è ormai fatta: mister muscolo” Bakayoko è pronto per il Milan.