Un vecchio pupillo di mister Giampaolo, un ragazzo in cerca di rivincite e di continuità. La Sampdoria era alla ricerca di un centrocampista offensivo che potesse aumentare il tasso tecnico sulla trequarti dei blucerchiati: Riccardo Saponara è praticamente un nuovo giocatore della Samp, e arriva da Firenze – dove era ormai diventato un esubero – con la formula del prestito oneroso a 2 milioni con diritto di riscatto intorno ai 9. 

L’ex Milan ed Empoli è in cerca di rilancio, dopo che era stato messo nel dimenticatoio in casa viola da quando Stefano Pioli ha virato su un nuovo schieramento tattico, ossia al 4-3-3 dopo una stagione giocata col trequartista. Un finale di stagione in crescendo per il giocatore di Forlì, ma che non gli è bastato per guadagnarsi la riconferma alla Fiorentina.

Saponara arriva alla Sampdoria ed accontenta sia la società blucerchiata, che cercava un giocatore di questo calibro da inserire nello scacchiere offensivo di Giampaolo, e la stessa Fiorentina, che stava faticando a trovare acquirenti nel mercato italiano.

Un affare per entrambi le compagini.