Ieri è stata ufficialmente messa la parola “fine” all’era di Maurizio Zamparini nel Palermo. Il numero 1 dei rosanero ha annunciato la cessione della proprietà ad una società londinese ancora ignota. Durante questa lunga avventura, che lo ha visto presidente dal 2002 al 2017 e proprietario fino agli scorsi giorni, il Palermo ha vissuto gli anni più belli della sua storia calcistica, trascinato da talenti divenuti campioni con altre casacche. Di questi tanti talenti ne abbiamo selezionati 11, premurandoci di aggiungere la cifra d’acquisto, quella della cessione e i successi raggiunti nel proseguo della carriera di ciascuno.

PORTIERE: SALVATORE SIRIGU

ACQUISTATO PER: ZERO (SVINCOLATO)
VENDUTO PER: 3,9 MILIONI DI EURO (PSG)

Cresciuto nel vivaio rosanero dopo essersi svincolato dal Venezia nel 2005, Sirigu si è affermato in Serie A e a livello europeo nelle due stagioni tra il 2009 e il 2011. Tempo di raggiungere l’Europa con il Palermo prima di diventare il numero 1 del Paris Saint Germain targato Al Khelaifi (che in quell’estate acquistò anche Pastore). 5 anni nella capitale francese con 12 trofei nazionali conquistati, una piccola parentesi in Spagna tra Osasuna e Siviglia prima di tornare nel nostro campionato al Torino, dove ha ritrovato la continuità dei suoi migliori anni.

In rosanero ha giocato 78 partite totalizzando 19 clean sheets.

TERZINO DESTRO: CRISTIAN ZACCARDO

ACQUISTATO PER: 680.000 EURO (BOLOGNA)
VENDUTO PER: 7 MILIONI DI EURO (WOLFSBURG)

È stato proprio al momento del passaggio al Palermo, nel 2004, che la carriera di Cristian Zaccardo ha avuto una netta impennata. Pochi mesi prima la vittoria dell’Europeo Under-21, due estati dopo il Mondiale in Germania. Proprio quella Germania in cui vincerà nel 2009 un titolo storico con il Wolfsburg. Poi Parma, Milan, Carpi, Vicenza e Hamrun Spartans, a Malta.

In rosanero 162 presenze e 9 gol.

DIFENSORE CENTRALE: ANDREA BARZAGLI

ACQUISTATO PER: 2,5 MILIONI DI EURO (CHIEVO)
VENDUTO PER: 11,9 MILIONI DI EURO (WOLFSBURG)

Anche Andrea Barzagli, come Zaccardo, in rosanero dal 2004 al 2008 dopo essersi messo in mostra con il Chievo. Anche lui campione del mondo nel 2006 e campione di Germania nel 2008, prima di vivere una breve parabola discendente. Poi il passaggio alla Juventus nel gennaio 2011 e la sua seconda giovinezza. Ancora oggi, i bianconeri fanno tesoro della sua esperienza.

In rosanero 165 presenze e 3 gol, capitano nella stagione 2007-2008.

DIFENSORE CENTRALE: SIMON KJÆR

ACQUISTATO PER: 3 MILIONI DI EURO (MIDTJYLLAND)
VENDUTO PER: 12 MILIONI DI EURO (WOLFSBURG)

A differenza di un altro difensore roccioso che poteva avere un posto in questa formazione, ovvero Glik, Kjær ebbe modo di affermarsi con il Palermo tra il 2008 e il 2010, come uno dei prospetti più interessanti nel reparto difensivo. Anche lui con il Wolfsburg nel destino, senza però ripetersi ai livelli del periodo in Sicilia. Poi Roma, Lille, Fenerbahce e, dallo scorso anno, Siviglia.

In rosanero 65 presenze e 5 gol.

TERZINO SINISTRO: FABIO GROSSO

ACQUISTATO PER: BRIENZA IN COMPROPRIETÀ + CODREA IN PRESTITO (PERUGIA)
VENDUTO PER: 6,5 MILIONI DI EURO (INTER)

Eroe indimenticabile del Mondiale in Germania, Grosso passò al Palermo nel gennaio 2004 dopo tre stagioni al Perugia, rendendosi protagonista della risalita in A e della qualificazione in Coppa UEFA nella stagione seguente. Dopo il Mondiale l’esperienza annuale all’Inter, con la vittoria di campionato e Supercoppa Italiana, poi Lione (3 titoli) e Juventus, con un 7° posto e il primo Scudetto della gestione Conte.

In rosanero 106 presenze e 2 gol.

CENTROCAMPISTA CENTRALE: EUGENIO CORINI

ACQUISTATO PER: SANTANA E MORRONE IN PRESTITO (CHIEVO)
VENDUTO PER: ZERO

Sapiente metronomo davanti alla difesa, con una spiccata dote sui calci piazzati, Corini arrivò in Sicilia nei suoi ultimi anni di carriera. Le sue 4 stagioni al Palermo, però, furono quelle in cui espresse il meglio di sé: nel suo ultimo anno in rosanero, a 37 anni, stabilì il suo record personale di gol in un campionato (10). Le divergenze con la dirigenza lo portarono a rifiutare il rinnovo di contratto con conseguente malcontento della tifoseria. Due stagioni al Torino e poi gli scarpini al chiodo.

In rosanero 146 presenze e 27 gol.

MEZZ’ALA SINISTRA: JAVIER PASTORE

ACQUISTATO PER: 6,5 MILIONI DI EURO (HURACÁN)
VENDUTO PER: 43 MILIONI DI EURO (PSG)

In questa formazione decisamente orientata all’attacco non può non trovare spazio Javier Pastore, che a Palermo donò probabilmente la miglior versione di sé: miglior giovane del campionato al primo anno, capocannoniere della squadra nel secondo, con 11 gol. Poi il trasferimento per una cifra da record al Paris Saint Germain e, negli anni, un lento e inesorabile calo tra problemi fisici e una difficile convivenza con tante prime donne. 19 trofei in Francia e il ritorno nel nostro campionato, alla Roma: la sua esperienza in giallorosso finora si può riassumere con i due gol di tacco e un infortunio al polpaccio che lo sta tenendo lontano dai campi da settembre.

In rosanero 82 presenze e 16 gol.

MEZZ’ALA DESTRA: FRANCO VÁZQUEZ

ACQUISTATO PER: 4,5 MILIONI DI EURO (BELGRANO)
VENDUTO PER: 15 MILIONI DI EURO (SIVIGLIA)

Dopo due prime stagioni quasi in anonimato (con in mezzo un prestito al Rayo Vallecano), El Mudo esplode definitivamente in coppia con Dybala nella stagione 2014-2015, portando il Palermo a ridosso della zona europea. L’anno successivo, dopo l’addio della Joya, deve caricarsi i rosanero sulle spalle in un contesto complessivamente modesto, raggiungendo la salvezza all’ultima giornata. Dopo la sua partenza, al Barbera non è più lo stesso. Con il Siviglia si è guadagnato la convocazione con la nazionale argentina.

In rosanero 109 presenze e 22 gol.

TREQUARTISTA: PAULO DYBALA

ACQUISTATO PER: 12 MILIONI DI EURO (INSTITUTO)
VENDUTO PER: 40 MILIONI DI EURO (JUVENTUS)

Approdato in Italia nel 2012 dopo 17 gol nella Serie B argentina, con Palermo è stato amore praticamente a prima vista. Una crescita costante fino ai 13 gol della stagione 2014-2015, prima di firmare per la Juventus. In bianconero è diventato cardine fin da subito, affinandosi in ogni fondamentale per diventare quel “tuttocampista” che Allegri gli chiede di essere, e a cui il tecnico toscano rinuncia poche volte. Il suo futuro in bianconero forse è ancora incerto, ma quello dell’Argentina è senz’altro nel suo piede sinistro.

In rosanero 93 presenze e 21 gol.

SECONDA PUNTA: FABRIZIO MICCOLI

ACQUISTATO PER: 4,3 MILIONI DI EURO (JUVENTUS)
CEDUTO PER: ZERO (SVINCOLATO)

Nel 2007, a 28 anni, Fabrizio Miccoli era ancora una promessa non del tutto mantenuta. A Palermo, però, il nativo di Lecce  ha trovato la sua dimensione e regalato i suoi migliori anni di carriera, dal 2007 al 2013. Dal 2008 capitano e, al termine della sua avventura, miglior marcatore della storia del club. Personaggio senza dubbio controverso ma dal talento inconfondibile, genio sregolatezza che come tante altre volte vanno d’accordo.

In rosanero 170 presenze e 81 gol.

ATTACCANTE CENTRALE: EDINSON CAVANI

ACQUISTATO PER: 5 MILIONI DI EURO (DANUBIO)
VENDUTO PER: 17 MILIONI DI EURO (NAPOLI)

Arrivato nel gennaio 2007, a Palermo si ammirano gli albori del Cavani devastante con la maglia del Napoli, non solo dal punto di vista realizzativo ma anche per quanto riguarda la generosità in fase di non possesso. Il resto lo descrivono bene i numeri: 108 gol e una Coppa Italia con il Napoli, 180 gol e 18 trofei con il Paris Saint Germain (miglior marcatore della storia del club).

In rosanero 117 presenze e 37 gol.