Che fine ha fatto Marko Pjaca? Se lo chiedono in tanti. Paratici resta vigile sul giocatore ma le offerte iniziano ad arrivare anche dall’estero.

LE ULTIME

Due milioni di prestito più venti da esercitare, con facoltà di opzione da parte della Fiorentina in caso di riscatto definitivo. È questo l’accordo con il quale i Viola, tra mille promesse, si sono aggiudicati l’esterno croato l’estate scorsa. Una cifra comunque sostanziosa da parte dei Della Valle, non rilevante tanto quanto erano le aspettative riguardo al classe 1995.

Risultati immagini per pjaca fiorentina

Pjaca in maglia Viola ha disputato finora in questa stagione 16 gare sulle 19 di campionato, partendo titolare soltanto in otto match. Ma oltre al conto numerico dei minuti giocati, ciò che salta all’occhio sono le casella goal e assist contrassegnati: una rete e un passaggio decisivo soltanto contro la Spal. Un po’ pochi per un’ala offensiva come lui

Le attese sul giocatore erano alte. Obbligatorio usare il passato, poiché le stesse aspettative sono via via scemate nel corso degli ultimi sei mesi. Difficile che la Fiorentina lo riscatti, considerando l’effimero rapporto qualità-prezzo. E cosi il futuro di Pjaca sembra distante da Firenze.

La Juventus, la prima a credere nel classe 1995 acquistandolo due stagioni fa dalla Dinamo Zagabria per 23 milioni di euro, resta sempre interessata al calciatore. Paratici, in accordo con le direttive di Allegri, potrebbe decidere di riportare Pjaca a Torino già in questa finestra di mercato, considerando anche lo stop di Cuadrado operato al ginocchio la settimana scorsa.

Risultati immagini per pjaca juventus

Ma quella del ritorno a casa, in maglia bianconera, non è l’unica pista per il croato, che riscontra interessi anche dall’estero. In particolare dalla Premier League, con il Fulham che farebbe carte false per averlo già a disposizione. Difatti, come trapela dall’Inghilterra, nella corsa alla salvezza – attualmente la squadra di Ranieri è penultima in classifica – il Fulham potrebbe virare su un acquisto a titolo definitivo già a gennaio per tentare il tutto per tutto. Ciò che sembra scontato è il punto di non ritorno, quello di Firenze.