Tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio gli sviluppatori di FIFA, come ogni anno, rilasceranno un aggiornamento riguardante il valore dei calciatori presenti nel database. Se nelle scorse edizioni la Serie A è stata sempre “snobbata”, quest’anno il massimo campionato italiano ha stretto una partnership con la EA, casa produttrice del più famoso titolo videoludico di stampo calcistico. Ragion per cui è probabile che, in linea con il successo riscosso dalla Serie A in questi primi mesi dall’uscita del gioco, ai migliori calciatori di questa prima metà di stagione venga concesso un sostanzioso upgrade.

Oggi, tuttavia, non ci concentreremo sul nostro campionato – come nei precedenti articoli – bensì sulle principali competizioni in Europa: la Premier League, la Ligue 1, la Liga e la Bundesliga.

PREMIER LEAGUE

Tra West Ham ed Everton balla un solo punto di distacco in classifica. Oltre alla vicinanza nella leaderboard della Premier, le due società hanno trovato in due calciatori brasiliani i loro centro di gravità: Felipe Anderson e Richarlison. L’ex Lazio, alla prima stagione in terra inglese, sta dimostrando di valere i 38 milioni spesi dagli hammers per prelevarlo dai capitolini. Il trasferimento in Inghilterra sarebbe potuto essere l’atto finale di una carriera da incompiuto, eppure il brasiliano ha saputo riscattarsi, trovando la giusta maturità calcistica a 25 anni. Richarlison, pagato dall’Everton un paio di milioni più del connazionale, ha palesato le grandi qualità che avevamo già visto nella precedente esperienza con il Watford. A Liverpool sono già pazzi di lui.
Videoludicamente parlando, entrambe le card riceveranno un sostanzioso upgrade che renderà felice la community. In particolare, Anderson ha già ricevuto due carte In-Form, le quali potrebbero essere ulteriormente aggiornate. Discorso analogo per Richarlison, anche se il suo upgrade non riceverebbe la stessa attenzione dell’amico Felipe.

LIGUE 1

La classifica capocannonieri del calcio francese è dominata con 13 gol dall’enfant prodige Kylian Mbappé. A dispetto delle attese, al secondo posto con 12 reti compaiono due nomi totalmente inaspettati: Emiliano Sala e Nicolas Pépé. Il primo è un attaccante molto forte fisicamente, punto di riferimento delle manovre offensive del Nantes. La poderosa stazza che contraddistingue (187cm) l’argentino lo rende un calciatore molto diverso dai suoi connazionali, tipicamente rapidi e minuti, per cui potrebbe riuscire a ritagliarsi anche un piccolo spazio all’interno della Selección. Nicolas Pépé, invece, è un’ala dotata di una facilità di corsa da centometrista, a cui unisce sapientemente una tecnica non indifferente. Grazie alle già citate 12 reti. a cui si aggiungono anche i 5 assists messi a referto, l’ivoriano sta conducendo il suo Lille verso un piazzamento alla prossima Champions.
Se la carta di Sala è tutto tranne che appetibile, quella di Pepé potrebbe essere un’alternativa low cost sulla fascia destra della Ligue 1.

LIGA

Dalla Reggina alla Liga il passo è breve, o forse no. Cristhian Stuani è tornato sotto i riflettori grazie alla straordinaria prima metà di stagione che sta vivendo con la maglia del Girona. Undici reti, terzo dietro due mostri sacri come Messi e Suarez. Le sue reti stanno permettendo ai catalani di vivere un sogno ad occhi aperti. Sì, perché l’Europa League dista pochi punti e con uno Stuani così in forma è lecito crederci fino alla fine. Iago Aspas, dal canto suo, è da anni uno dei migliori calciatori del panorama spagnolo. Nel girone d’andata ha messo a referto 10 gol e 2 assists, un ottimo risultato visto l’andamento molto negativo del suo Celta Vigo. Quest’anno ha giocato principalmente da prima punta, per cui la sua card su FIFA, oltre ad ottenere un upgrade di +1, verrà trasformata in ATT. Questo cambio ruolo rende Iago ancor più appetibile, così come la sua versione In-Form. Stuani, invece, non è nient’altro che un ottimo profilo da inserire all’interno delle Sfide Creazioni Rosa.

BUNDESLIGA

Il Borussia Dortmund è una delle migliori società in campo di scouting. Lo dimostrano le splendide prestazioni di Jadon Sancho, uno dei protagonisti della straordinaria stagione dei giallo-neri. Il talentino inglese è riuscito ad entrare in simbiosi con il gioco di Lucien Favre, grazie anche ad una spiccata duttilità tattica. Il prodotto del vivaio del City gioca indifferentemente su entrambe le fasce, dove può mettere in mostra tutta la sua rapidità e bravura nello stretto. Luka Jović, è la punta di diamante dell’Eintracht. L’attaccante serbo, attualmente in prestito dal Benfica, sta trovando una certa regolarità in zona gol, culminata con il poker segnato contro il Fortuna Düsseldorf. I portoghesi sono pronti a racimolare un discreto bottino al termine della stagione: Jović è sul taccuino delle principali squadre europee.
Per il primo abbiamo ipotizzato un sostanzioso upgrade di +6, per il secondo un +4. Entrambe le cards sono molto interessanti e, soprattutto, potrebbero permettere un aggiornamento delle loro versioni speciali già presenti nel gioco.