È notizia di poche ore l’interessamento da parte del Monaco di Thierry Henry per Nikola Kalinic, un attaccante che sta deludendo a più riprese nell’ultimo anno e mezzo, dapprima al Milan e successivamente all’Atletico Madrid. La squadra di Simeone sembra oramai essersi stancata del ritmo altalenante dell’attaccante croato, in grado di realizzare solamente 3 gol in 16 apparizioni stagionali. Numeri che sicuramente non giustificano la spesa di quasi 15 milioni di euro effettuata dal club iberico. Con il ritorno di Diego Costa, gli spazi per il croato appaiono sempre più chiusi e l’ipotesi di volare altrove non sembra più così lontana.

ALLA RICERCA DI SE STESSO

Risultati immagini per kalinic atletico madrid

Quest’estate l’annuncio del suo trasferimento all’Atletico Madrid aveva lasciato tutti gli appassionati parecchio interdetti. Non si capiva bene per quale motivo uno dei maggiori club europei decidesse di investire su un giocatore in profondo declino di risultati. Innegabilmente con le maglie di Dnipro e Fiorentina ha dimostrato qualità tecniche rare da riscontrare in altri medesimi profili. In questo periodo, tuttavia, puntare su Kalinic è sicuramente un azzardo. Negli ultimi sei mesi a Madrid, qualche barlume di bel calcio ha iniziato a farlo intravedere, soprattutto negli ultimi tempi grazie alle reti siglate ai danni di Alavés e Real Valladolid. In entrambi i casi i gol sono da prima punta vera, ha dimostrato un fiuto del gol che di base non gli è mai mancato. Nonostante ciò non si può non sottolineare che anche a Madrid le fatiche sono state molte. Il girone di andata lo ha svolto entrando quasi sempre a partita in corso e non brillando mai particolarmente. Adesso necessita di una compagine in cui lui rappresenta la punta di diamante, l’unico terminale offensivo. Una società in cui non abbia particolare concorrenza e nella quale possa sentirsi libero di giocare senza pressioni. Può essere Monaco la piazza designata? Difficile dirlo.

LA TRATTATIVA

Risultati immagini per MONACO CALCIO 2018/2019

Il Monaco stagna in una situazione di certo non agevole. In campionato si trova in penultima posizione, a ben 5 lunghezze dalla salvezza, inoltre è fuori anche da qualsiasi competizione europea. Solamente nelle coppe nazionali non sta sfigurando, dovendo giocare ancora la semifinale della coppa di lega ed i sedicesimi di coppa nazionale. Questa sessione di mercato invernale doveva essere e si sta rivelando piena di colpi ad effetto per la squadra del Principato. Dal Lille è arrivato per 11 milioni il terzino Fodé Ballo-Touré, dallo Schalke 04 l’esperto difensore centrale Naldo e dall’Antalyaspor una vecchia conoscenza romanista quale William Vainqueur. Sembra inoltre prossimo anche l’acquisto di Cesc Fàbregas, ottimo rinforzo per la mediana monegasca. La dirigenza francese vorrebbe prelevare Kalinic in prestito con diritto di riscatto, l’Atletico fa però muro, preferendo una soluzione definitiva. Difficile che Nikola possa partire definitivamente, ciò rappresenterebbe un rischio troppo grande per il Monaco. Ecco che i dirigenti francesi devono quindi esser bravi a persuadere la società madrilena, facendo leva sul momento non eccelso dell’attaccante.

Nikola andrebbe a giocarsi le sue opportunità con Radamel Falcao, oramai un giocatore simbolo del Monaco. La sfida non sarà di certo agevole, ma è necessario che il croato trovi la luce in fondo al suo tunnel. Monaco potrebbe rappresentare il cambio di un trend oppure l’ennesimo fallimento. Sta a lui adesso scegliere.