Si è appena concluso un weekend sfavillante in tutta Europa all’insegna delle grandi partite come il derby di Madrid tra Real ed Atletico, oppure in Inghilterra tra il City del maestro Guardiola e il Chelsea del rivoluzionario Sarri. In Serie A la partita di cartello è stata Fiorentina-Napoli. Noi di Numero Diez come ogni lunedì abbiamo stilato la nostra personalissima ed unica Top e Flop del weekend.

TOP

AGUERO NELLA STORIA

Il big match attesissimo tra Manchester City e Chelsea andato in scena all’Etihad è terminato con un roboante 6-0 in favore dei Citizens, impartendo una lezione di calcio a Maurizio Sarri che a fine partita è uscito visibilmente infuriato dal terreno di gioco. Il protagonista della goleada impartita ai Blues è stato El Kun Sergio Agüero che ha eguagliato il record di triplette in Premier League di Alan Shearer, detentore del record. Un altro record stabilito dal diez del City è stato di essere l’unico calciatore a segnare due triplette consecutive in casa nella storia del campionato. Nell’epoca del duello tra Messi e Ronaldo spesso ci si dimentica di fuoriclasse come Agüero che non è mai stato elogiato a dovere su ciò che è riuscito a fare sui prati verdi inglesi, infatti El Kun è arrivato all’Etihad nell’estate del 2011 contribuendo attivamente alla crescita del club che, fino a qualche anno prima, non è mai stata una società di prima fascia, vivendo all’ombra del più blasonato United.

_103524671_aguero_reuters.jpg

FINALMENTE LAFONT

L’anticipo delle ore 18 di sabato ha visto affrontarsi la Fiorentina di Pioli, in corsa per un piazzamento in Europa, ed il Napoli, in rincorsa sulla Juventus che appare sempre di più irraggiungibile. Al Franchi il match è terminato in pari a reti bianche, i padroni di casa della Viola hanno saputo difendersi molto bene e, con la complicità anche degli errori di Insigne e Mertens  unite ai miracoli di Alban Lafont, hanno permesso di fermare i partenopei incappati in un altro passo falso. Il portiere classe ’99 durante questa sua prima esperienza in Serie A ha vissuto diversi alti e bassi, alternando parate spettacolari a uscite a vuoto e papere non all’altezza del suo talento cristallino. Sabato sera Lafont ha dimostrato di essere un portiere di alto livello, ma ha ancora bisogno di tempo ed esperienza per poter competere tra i numeri uno migliori al mondo.

165036880-dca8f781-fe4e-43bb-9eaa-d914c3f74cea.jpg

TROPPO REAL AL WANDA

In Liga si è giocato uno dei derby più importanti e più sentiti d’Europa, quello di Madrid tra i Colchoneros e i Blancos. Il match è stato infiammatissimo con gli ospiti che sono andati in vantaggio grazie ad una spettacolare rovesciata di Casemiro che ha beffato Oblak. L’Atletico però ha risposto subito con le petit diable, Antoine Griezmannche ha infilato le merengues in contropiede trafiggendo un’incolpevole Courtois in mezzo alle gambe. Il secondo tempo si è riaperto con il penalty trasformato da capitan Ramos e successivamente Gareth Bale ha chiuso le danze con un diagonale all’angolino. La vittoria al derby permette al Real di scavalcare proprio i cugini del Wanda Metropolitano per la seconda piazza, puntando il Barcellona capolista. La stagione dei Blancos nonostante fosse partita a rilento è stata decisamente raddrizzata dall’arrivo di Santiago Solari e nel frattempo la società del Bernabeù resta in corsa ancora su tutti i fronti.

sergio_ramos_esultanza_getty.jpg

FLOP

LEZIONE DI CALCIO PER SARRI

La disfatta del Chelsea di ieri pomeriggio è stata la più pesante da quando Roman Abramovic è alla presidenza dei Blues, i 6 gol rimediati dalla banda di Guardiola sono decisamente brucianti per un allenatore che non sta mantenendo le promesse di inizio stagione, infatti sarebbe dovuto essere lui a contrastare il dominio del gioco di Guardiola con uno stile di gioco simile, ma il risultato ottenuto attualmente è abbastanza deludente con il Chelsea al sesto posto e fuori dal piazzamento in Champions (obbiettivo minimo). Hazard & co. hanno ancora a disposizione altre competizione per poter riscattare la stagione come l’Europa League, la FA Cup e la Carabao Cup, torneo in cui devono disputare la finale proprio contro il City. Il destino di Sarri è legato proprio a questa coppe e al piazzamento in UCL che quest’anno è meno scontato che mai.

chelsea-eden-hazard_1j6iodkwa68y41mmhl1jw7lbo2.jpg

UP AND DOWN BLUCERCHIATO

La Sampdoria nell’ultimo turno di campionato ha ospitato il Frosinone che è riuscito ad uscire da Marassi con i 3 punti e la porta inviolata, grazie alla rete del sempreverde bomber Daniel Ciofani, che ha rubato il palcoscenico al più quotato Fabio Quagliarella. I ragazzi di Giampaolo spesso alternano grandi partite giocate in maniera perfetta a prestazioni incolore, proprio come quest’ultima. La Doria momentaneamente è ancora in corsa per un piazzamento in Europa League, ma l’eventuale conquista dell’ambito traguardo passa proprio da questi passaggi a vuoto che devono essere assolutamente evitati, onde evitare rimpianti a fine stagione. La rosa messa a disposizione dal presidente Ferrero è decisamente di buon livello per centrare l’obbiettivo, ora però è tutto nelle mani dell’allenatore e dei giocatori.

Gabbiadini_4.jpg

BLACK OUT DORTMUND

Il Borussia Dortmund in Bundesliga sta correndo come un treno ed ha 5 punti di distanza dal Bayern Monaco che insegue dopo un’inizio di campionato tutt’altro che brillante. Sabato al Signal Iduna Park le vespe hanno accolto l’Hoffenheim, il match è filato liscio fino al 70′ con i padroni di casa in vantaggio per ben 3-0. Il possibile 4-0 di Sancho si è infranto sul palo e sulla seguente ripartenza Belfodil ha insaccato la rete della speranza. Qualche minuto Kaderabek di testa ha accorciato le distanze con un colpo di testa, la rimonta si è completata con la doppietta di Belfodil, rinato dopo l’anonima esperienza all’Inter. I giallo-neri devono stare attenti perché il Bayern è sempre allerta e pronto a sfruttare ogni minimo passo falso, il campionato non è ancora finito e passi falsi del genere possono costare molto caro a un piazza che sogna di tornare in alto dopo anni bui.

47441904_401.jpg