La Ligue 1 anche quest’anno sta confermando il dominio incontrastato degli ultimi anni del PSG. Gli innesti faraonici di Mbappé e Neymar nel 2017 non hanno fatto altro che aumentare il divario con le concorrenti, permettendo ai parigini di guidare in scioltezza anche questa stagione. Nonostante ciò non si può comunque negare come dai transalpini ultimamente siano usciti moltissimi talenti, pronti a prendersi la scena anche in campo internazionale. Benzema, Lacazette, Tolisso, Matuidi, Mendy, Mbappé, Dembelé, Hazard e Fekir sono solo alcuni dei tanti nomi usciti fuori dalla massima divisione francese. Anche in quest’annata però molti stanno mettendo in mostra tutte le loro potenzialità. In particolar modo il Lille sta disputando un campionato straordinario, al secondo posto con ben 49 punti, grazie soprattutto alla grinta e tenacia dei suoi temibili baby-fenomeni, che stanno stupendo tutta Europa. Oltre al già famoso e ormai imprescindibile Nicolas Pépé, molti sono rimasti attratti da altri campioncini del Lille, come Ikone e Rafael Leao, ma in particolar modo da Jonathan Bamba, altro punto di riferimento cruciale dei suoi in questa stagione.

NON È SEMPRE FACILE DISTINGUERSI

In qualsiasi contesto sociale è sempre difficile emergere e far valere le proprie potenzialità, a maggior ragione se circondati da gente forte e predestinata. Questo discorso è applicabile anche al mondo del calcio, e soprattutto al Lille, squadra in cui spesso si è messo in discussione non tanto il talento dei giocatori quanto la loro caparbietà ed il loro carattere, non ancora maturo e pronto per un’avventura importante. I calciatori però hanno dimostrato il contrario, fortifcandosi come gruppo, e riuscendo anche ad imporsi nonostante la presenza di elementi si spicco come Pépé e Ikone. Jonathan Bamba rappresenta il perfetto esempio di tutto ciò, e i suoi numeri descrivono la perfetta annata che sta vivendo. Arrivato quest’estate a zero dal Saint-Etienne, senza mai aver lasciato grande traccia ma essendosi guadagnato il nome di meteora, e con molti dubbi sul suo futuro, ha dovuto ricominciare da capo, conquistando però in poco tempo, oltre che la titolarità, anche l’affetto e la stima dei suoi compagni, nonché dello staff e della dirigenza. Il francese, di origine ivoriana, ha già siglato nove reti in questa stagione condite da 2 assist. Quello che più ha attratto però del classe 96′ è la sua enorme ed incredibile duttilità, che gli permette di giocare ala sinistra, ma anche all’occorrenza esterno destro o falso nueve per poter svariare su tutto il fronte offensivo. Fino ad oggi la sua presenza in campo è stata fondamentale, vista la capacità di sapere giocare nello stretto, abbinata ad una raffinata gestione del pallone ed una corsa micidiale, che lo rendono il giocatore adatto per diverse compagini europee. I suoi gol inoltre si sono rivelati decisivi in parecchie sfide importanti, a partire da quella contro il Marsiglia, nella quale con una doppietta ha fatto innamorare i suoi tifosi.

BAMBA TUTTO FARE

Come detto in precedenza la qualità che contraddistingue maggiormente Bamba non può che essere la sua duttilità. Grazie ad essa infatti Cristophe Galtier ha spesso potuto disporre la squadra con diversi moduli, adattandosi alle caratteristiche degli avversari e cercando di trarre il meglio dai propri giocatori in ogni singola partita. A prova di ciò, nell’ultima giornata, i francesi sono scesi in campo con un inedito 4-4-2 che gli ha permesso di prendersi tre punti importanti in casa del Guingamp. L’apporto di Bamba è stato cruciale soprattutto in fase difensiva, non avendo mai permesso pericolose sovrapposizioni agli avversari, e contribuendo a dare il giusto equilibrio ai quattro di centrocampo designati da Galtier.

Questa l’ultima partita di Bamba contro il Guingamp. Da notare la sua continua presenza su ogni zona della sua fascia

La sua velocità e quella di Pépé ha concesso inoltre alla squadra di trasformarsi in un attacco a quattro nella fasi di ripartenza, mettendo così in grosse difficoltà la difesa del Guingamp, cosa già successa diverse volte in stagione.
Tutto il suo valore però lo ha mostrato nel match contro il Marsiglia, nel quale, oltre ad una splendida doppietta, ha regalato ai suoi tifosi una prestazione magistrale e mostrando al mondo il suo infinito potenziale, testimoniato anche dell’interesse di club come il West Ham.

I movimenti di Bamba nel match con il Marsiglia

Ora il Lille è al secondo posto a più 6 dal Lione terzo in classifica, e molto è merito del giovane Bamba che dopo momenti complicati è riuscito ad alzare la testa e a ripartire fino ad arrivare il talento che tutti noi oggi possiamo ammirare, con la speranza di poter continuare a vedere questo spettacolo ancora a lungo.