Con l’esonero di Santiago Solari ed il conseguente rientro alla casa madre di Zinédine Zidane, gli uomini mercato del Real Madrid sono tornati all’opera. Secondo i media spagnoli, il tecnico franco-algerino avrebbe acconsentito ad un ritorno sulla panchina dei blancos solo perchè convinto dalla promessa di una rivoluzione tecnica strappata al presidente Florentino Pérez. Dunque, chi aveva interpretato l’arrivo di Zidane in veste di traghettatore dovrà ricredersi.

È notizia di pochi minuti fa, intanto, l’ufficialità del primo colpo delle Merengues per la prossima stagione: Éder Militão è ufficialmente un nuovo giocatore del Real Madrid e sarà a disposizione di Zizou dal primo luglio 2019. Nonostante le cifre non vengano rese note all’interno del comunicato, esse non dovrebbero distanziarsi di molto dai 50 milioni di euro della clausola rescissoria del ragazzo, magari divisi in più tranche di pagamento. Lo stipendio che percepirà non è ancora noto, mentre lo è la durata del suo contratto, che scadrà nel 2025.

Il brasiliano era arrivato solo un anno fa in Portogallo, prelevato per circa 4 milioni dal club che lo aveva formato: il São Paulo. Nel corso della stagione che sta vivendo nella terra dei dragões, il classe ’99 ha collezionato ben 27 presenze fra LigaNOS e Champions League, 20 delle quali da difensore centrale e 7 da terzino destro. Di questo talento brasiliano, infatti, colpisce la grande duttilità. Non è per nulla scontato che un centrale dalla stazza possente (187cm x 80 kg) riesca a disimpegnarsi con tale naturalezza anche sulla fascia, principalmente in virtù della discreta tecnica di cui è dotato.

A Madrid c’è un disperato bisogno di tornare agli antichi fasti, totalmente dilapidati nel corso di questa annata. Éder Militão può rappresentare, dunque, un grande punto di ri-partenza per i blancos, fornendo a Zizou un’alternativa tattica importante per ripresentarsi sul palcoscenico del calcio mondiale.