La notizia era già nell’aria da settimane ma è arrivata ufficialmente solo nella giornata di ieri. Dopo la batosta in Champions League subita all’Etihad Stadium contro il Manchester City per 7 a 0, per Domenico Tedesco non c’è stato scampo.

Il tecnico di Rossano, naturalizzato tedesco, nella giornata di ieri ha ricevuto la comunicazione ufficiale del suo esonero. Lo Schalke 04, poi, con un comunicato ufficiale sul proprio sito, ha dimostrato di non voler perdere tempo:

“Domenico Tedesco è stato sollevato dal suo incarico con effetto immediato. Huub Stevens e Mike Buskens prenderanno il suo posto per la sfida contro il Lipsia”.

UNA SCONFITTA DECISIVA

Il quattordicesimo posto in Bundesliga dopo 25 giornate era un risultato di per sè troppo amaro da sopportare da parte della dirigenza e dei tifosi. Lo Schalke 04, del resto, deve puntare a un piazzamento in classifica di gran lunga migliore rispetto che il quintultimo posto: una squadra qualificata agli ottavi di finale di Champions League non può certo vivere una situazione così polarizzata in campionato.

La sconfitta in casa per 3-2 contro i Citizens lasciava aperto comunque il discorso qualificazione, ma serviva un’impresa in quel di Manchester che alla fine non è arrivata. Agüero e compagni hanno condannato lo Schalke a un’umiliazione fin troppo pesante, che è costata troppo cara al tecnico classe 1985.

Nel calcio, del resto, ci sono sconfitte e sconfitte. Col Manchester City era prevedibile l’eliminazione, ma 7 gol subiti a fronte di 0 reti segnate è un risultato che parla da sè. Inammissibile, persino per questo Schalke. 6 sconfitte nelle ultime 7 partite giocate (a parte il pareggio per 0 a o contro il Friburgo in trasferta). 23 punti in 25 giornate sono un dato più che eloquente sulla crisi dei tedeschi. Si conclude così, dopo meno di 2 anni, l’avventura di Domenico Tedesco sulla panchina dei Die Knappen. E’ stato il più giovane allenatore della storia del club.Per lui un bilancio di 33 vittorie, 17 pareggi e 25 sconfitte coi Die Königsblauen, “i blu reali”. 

La squadra è stata affidata alla coppia formata da Huub Stevens e Mike Büskens, con l’obiettivo di conquistare una salvezza tranquilla. Con la speranza di lasciarsi alle spalle una stagione decisamente da dimenticare.