Minuto ottantacinque di Betis – Barcellona: il risultato, fisso sull’1-3 per gli ospiti, non da segni di cedimento e la solita doppietta di Leo Messi, unita al goal di Suarez, sta per regalare ai blaugrana altri tre punti sulla strada verso l’ottava Liga delle ultime undici stagioni. In quell’istante però, succede qualcosa di non comune, straordinario se così si può definire, quando l’argentino riceve il pallone sulla sinistra da Jordi Alba e la tocca col mancino verso il palo lontano.

MANI NEI CAPELLI

Un goal da mani nei capelli, con Pau Lopez sconcertato dall’invenzione dell’argentino e compagni come Vidal e Lenglet stupiti per l’ennesima volta dal capolavoro balistico messo a referto dal numero dieci. Pochi minuti dopo, non pago di quanto fatto fino a quel momento, Leo Messi ha anche colpito un palo, sfiorando l’ennesimo poker della carriera. Il Barcellona si trova ora a dieci punti di distacco dalla sua più diretta inseguitrice, quell’Atletico Madrid che sembra aver accusato il colpo dell’eliminazione europea e che sabato ha perso, forse definitivamente, le speranze di lottare con il Barcellona fino alla fine del campionato a causa della sconfitta subita in casa dell’Atheltic Bilbao.

STANDING OVATION PARA MESSI

Come riporta “Il Mundo Deportivo“, quotidiano di Barcellona molto vicino all’ambiente blaugrana, l’aficìon (la tifoseria) del Betis ha tributato una standing ovation a Leo Messi dopo il terzo goal della serata per poi continuare ad applaudirlo fino all’ultimo minuto di recupero. Un trattamento mai ricevuto dall’argentino, che si è espresso così nel corso dell’intervista post partita:

Non ho mai ricevuto un trattamento simile e per questo ringrazio i tifosi del Betis. Loro sono stati molto bravi all’andata nel batterci in casa nostra, ma questa sera siamo stati bravi a seguire le direttive di Valverde. La Liga? Non posso dire sia chiusa, sicuramente questa vittoria è importante.”

Cinquantunesima tripletta in carriera per il Pichichi della Liga e primo indiziato per la vittoria della scarpa d’oro della stagione: 29 sono i goal messi a segno dall’argentino, a una tripletta di distanza da Mbappè, più vicino inseguitore del Diez azulgrana.