Quest’oggi il club rossonero ha diramato la notizia sui propri profili ufficiali in cui annuncia l’ingresso della società guidata dal Fondo Elliott nell’European Club Association. Nel post pubblicato su Twitter il Milan ha scritto:

“Il Milan è orgoglioso di essere membro dell’ECA. Plasmiamo il futuro del calcio insieme”.

Un altro passo in avanti compiuto dalla dirigenza di Milanello, che sta provando a riportare all’antico splendore il club.

CHE COS’È L’ECA?

L’ECA è un organismo che rappresenta le società calcistiche a livello europeo, e il suo scopo è quello di proteggere e promuovere il calcio dei club all’interno del vecchio continente. L’associazione nasce in sostituzione del G-14 nel 2008 e Karl-Heinz Rumenigge ne è stato nominato presidente fino al 2017; il suo sostituto è stato Andrea Agnelli, il quale occupa tutt’ora la carica. La sede principale delle riunioni del Comitato è a Nyon ed attualmente fanno parte 232 società europee che sono divise tra membri ordinari e membri associati di cui fa parte almeno un club di ciascuna delle 53 federazioni UEFA. Le squadre italiane che fanno parte nell’associazione sono: Milan, Fiorentina, Inter, Juventus, Lazio e Napoli come membri ordinari, mentre Sampdoria, Roma ed Udinese come membri associati.

L’ECA per la UEFA ha grande importanza ed è decisamente rispettata, tant’è che spesso, prima di attuare qualche riforma, i due organismi europei si consultano per mettersi d’accordo. Uno degli argomenti più discusso tra le due istituzione riguarda la Superlega che vogliono mettere in atto entro il 2024 al quale non riescono a trovare dei punti d’incontro.