Negli ultimi tempi la questione societaria della Sampdoria è uno dei temi più discussi del calcio italiano. L’arrivo dell’irrefrenabile e molto ambizioso Massimo Ferrero sembrava poter far compiere ai blucerchiati quel salto di qualità tanto atteso, portando il club verso l’Europa dopo diverse stagioni chiuse in una situazione di metà classifica. Gli obiettivi societari infatti erano cambiati con innesti importanti, dalla grande esperienza internazionale come l’ex Shacktar Fernando, Luis Muriel e la stella mondiale Samuel Eto’o. Il nuovo progetto portato da Ferrero aveva fatto rinascere un grande entusiasmo sulla sponda doriana di Genova, con il raggiungimento anche di un posto in Europa League dopo molto tempo. Nonostante ciò l’euforia iniziale è andata pian piano scemando, con la Samp rimasta sempre in questo limbo perenne tra la metà della classifica e il salto di qualità tanto atteso per confermarsi nella fascia europea.

Ora il patron romano starebbe addirittura pensando di vendere il club ad una cordata, che metterebbe  come nuovo presidente  Vialli, dopo ripetute smentite:

” La Samp non è in vendita, tantomeno a queste cifre.”

Queste le parole di Ferrero più di un mese fa.

 

CAMBIO DI ROTTA

Già, proprio così. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport il gruppo anglo-americano York Capital, al cui capo vi è Jamie Dinan, sarebbe pronto ad acquisire il club per una cifra intorno ai 100 milioni, che andrebbe anche a limare i debiti della società. La scelta comunque risulterebbe parecchio intrigante, con un nuovo e maggiore capitale da investire e una figura di spicco a rappresentare la Samp come la vecchia gloria Gianluca Vialli. Tuttavia Ferrero ha ribadito come stia ancora prendendo in considerazione altre offerte provenienti dall’Inghilterra e dell’Arabia Saudita.

Da escludere invece la possibilità che il presidente romano rimanga, visto come alcuni indiscrezioni riportino un suo forte interessamento per l’acquisizione della Fiorentina, altro club pronto a salutare la vecchia dirigenza.