Non ci sono ancora certezze sul futuro di Luciano Spalletti: nonostante abbia ancora due anni di (ricco) contratto con la società di Zhang, a fine stagione potrebbe salutare, nonostante il presidente cinese abbia parlato più volte di “progetto pluriennale“. Più che di piazzamento in Champions (che l’Inter ha grandi chances di confermare anche visto l’attuale terzo posto) ad Appiano negli ultimi giorni si sta ragionando sul futuro condottiero dei nerazzurri.

DIETROFRONT CONTE

I rumors sull’ex c.t. della Nazionale cominciarono a gennaio, quando Conte fu avvistato a Milano, nei pressi della sede nerazzurra. Sembrava poter essere lui il prossimo allenatore dell’Inter, ma negli ultimi giorni c’è stato un importante dietrofront: le richieste economiche del tecnico pugliese sono piuttosto elevate, si parla di un ingaggio minimo di 10 milioni netti a stagione, che uniti ai 4 di Spalletti difficilmente sarebbero sostenibili. L’attuale allenatore dei nerazzurri vorrebbe mantenere la propria panchina, come dichiarato spesso e volentieri durante le conferenze: prima di Inter-Lazio aveva dichiarato che la prossima stagione lo avremmo rivisto dov’è ora. Il piazzamento in Champions (seppur migliorando la posizione rispetto al quarto posto dello scorso anno, ottenuto per il rotto della cuffia) potrebbe non bastare, viste le delusioni arrivate dalle coppe.

IDEA SARRI

Sta guadagnando posizioni negli ultimi giorni Maurizio Sarri: durante la stagione coi blues ha rischiato l’esonero, specialmente dopo la sconfitta per 6-0 contro il Manchester City, ma gli ultimi convincenti risultati ottenuti col Chelsea, se verranno confermati fino al termine del campionato, potrebbero valere la conferma del tecnico toscano. L’ingaggio inferiore rispetto a Conte (6.4 milioni lordi) potrebbe spingere Zhang a fare un tentativo per portarlo a Milano. L’eventuale approdo di Sarri alla corte nerazzurra potrebbe avere conseguenze anche per quanto riguarda la rosa: se Icardi dovesse essere ceduto, potrebbe essere rimpiazzato dal pupillo del tecnico toscano Higuain, che la Juventus dovrà girare nuovamente in estate. Occhio anche a Jorginho, dato che l’Inter cerca con insistenza un centrocampista con le sue caratteristiche.