Hakan Calhanoglu, dopo la prima gratificante stagione in maglia rossonera, quest’anno sta vivendo un’annata caratterizzata da prestazioni decisamente poco positive. 

QUALCHE NUMERO

Nei freddi quanto veritieri numeri, infatti, si può trovare riscontro dell’involuzione tecnica e in termini di rendimento del playmaker turco: se nel primo anno da rossonero Calhanoglu aveva messo a segno 10 gol e 13 assist, quest’anno l’ex Bayer Leverkusen ha timbrato il cartellino solamente 2 volte tra campionato e coppe e servito 3 assist in meno rispetto alla scorsa stagione. Ad incorniciare questo magro contributo vi sono anche prestazioni decisamente sottotono caratterizzate da errori banali e decisivi che hanno portato i volubili supporter del turco a sostituire gli scroscianti applausi con fischi assordanti. Supportato e sopportato solamente dai compagni e da Gennaro Gattuso, Hakan a Gennaio era stato vicinissimo alla cessione in Bundesliga ma la ferma opposizione dell’allenatore di Schiavonea aveva bloccato tutto.

CALCIOMERCATO

Ora, tuttavia, dopo le deludenti prestazioni in campionato e la cocente eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Lazio, il futuro dell’allenatore rossonero appare in bilico e di conseguenza anche quello di Calhanoglu. Secondo Fanatik, quotidiano sportivo turco, in queste ultime ore si sarebbe manifestato un forte interesse per il trequartista turco dall’Inghilterra con il West Ham ed il Leicester decisamente interessate al giocatore. Entrambe le formazioni, infatti, sono alla ricerca da tempo di un trequartista che sappia portare qualità e imprevedibilità alla loro manovra offensiva dopo che due esperti del mestiere come Payet e Mahrez li hanno lasciati per accasarsi rispettivamente al Marsiglia ed al Manchester City. Individuato questo ricercato profilo in Calhanoglu, gli Hammers e le Foxes hanno incominciato una fitta campagna di sondaggi per il giocatore che ha portato il Milan a fissare il prezzo del turco a 25-30 milioni di euro.

Il prezzo non proibitivo, la nota disponibilità economica dei club inglesi ed il feeling deteriorato tra Calhanoglu e il Milan etichetta questa operazione come tutt’altro che impossibile. Metteteci poi la possibile partenza dell’ultimo strenuo difensore del turco, Gennaro Gattuso e l’inconfondibile attrazione della Premier League ed ecco che pensare di vedere il Diez turco in Inghilterra appare tutt’altro che irreale.