Una notizia sconvolge il mondo del calcio: José Antonio Reyes ha perso la vita, a soli 35 anni, questa notte in un incidente automobilistico, ad Utrera, il suo paese natale.

Cresciuto nella cantera del Siviglia, è diventato il più giovane calciatore della storia del club andaluso a debuttare in prima squadra. “La Perla”, questo era il soprannome affibbiatogli dai giornalisti iberici per celebrarne tecnica e dribbling, aveva poi vissuto i suoi anni d’oro da calciatore dividendosi tra Arsenal, Real Madrid, Atletico Madrid, Benfica, prima di far ritorno a Siviglia, dove ha conquistato da protagonista tre Europa League consecutive.

Quest’anno aveva vestito per nove volte la maglia dell’Estremadura, nella seconda divisione spagnola.

Molti dei suoi ex club, compreso l’Espanyol, hanno mostrato il proprio sgomento su Twitter alla terribile notizia della scomparsa di Reyes.

LA SFORTUNA DEL SIVIGLIA

Non è il primo lutto in casa Siviglia: anche Antonio Puerta, il canterano che sarebbe dovuto diventare un giocatore di altissimo livello (a cui Iniesta dedicò il gol nella finale del mondiale in Sudafrica), è morto quando militava proprio nel Siviglia.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram di Numero Diez