Con l’esposizione ufficiale avvenuta all’E3 di Los Angeles, l’Electronic Arts ha svelato alcune delle novità che saranno implementate nel prossimo capitolo dell’imperitura saga videoludica FIFA. La conferenza, che ha deluso – e non poco – le aspettative dei fan, mostrandosi in un breve trailer, accompagnato da una presentazione tanto prolissa quanto inutile. Infatti, il publisher statunitense ha incentrato la mezz’ora a disposizione quasi esclusivamente su una nuova modalità: VOLTA Football, una versione decisamente aggiornata dell’amatissimo FIFA Street. Oltre ad aver ribadito le classiche promesse estive, quali un gameplay sempre più realistico e il miglioramento della fisica del pallone, il producer Sam Rivera non si è sbilanciato ulteriormente sulle features che vedranno la luce in FIFA 20.

Vista la pochezza delle informazioni offerte al pubblico da parte della casa produttrice californiana, noi di Numero Diez vi proponiamo alcune delle esultanze che vorremmo vedere nel prossimo capitolo del più grande videogioco calcistico di sempre.

LA PAPU DANCE

Da circa due anni è un cult in tutta la Penisola. La “Papu Dance“, inventata dal fantasista atalantino Alejandro Gomez, ha spopolato in tutto il mondo, grazie all’hashtag #papudance. L’argentino ha mostrato per la prima volta questo particolare balletto in un video registrato all’interno degli spogliatoi di Zingonia, sulle note di Maldito Alcohol, del rapper americano Pitbull. Dopo averla riproposta anche in campo, la suadente danza dell’argentino ha dato il la alla nascita di un tormentone: il celebre trio comico Gli Autogol, coadiuvati dal producer Dj Matrix, ha lanciato la canzone ufficiale: Baila como el Papu. Un balletto tanto semplice – almeno all’apparenza – quanto efficace.

BOOM BOOM BOOM

Da perfetto sconosciuto, a scommessa “a 1” del fantacalcio, sino a idolo indiscusso degli appassionati. La prima annata in terra italica per Krzysztof Piątek è stata decisamente al di là di ogni più rosea aspettativa. L’attaccante polacco, trasitato con successo per 6 mesi al Genoa e poi acquistato per 40 milioni dal Milan, ha sorpreso gli addetti ai lavori per l’innata vena realizzativa. Nella sua prima stagione in Serie A, Piątek ha messo a referto la bellezza di 22 reti: un bottino di tutto rispetto per un esordiente. Oltre ai numerosi gol siglati, il polacco si è messo in luce anche sotto un altro punto di vista. La sua esultanza, che gli è valsa l’epiteto di pistolero, ha conquistato l’Italia pallonara: braccia incrociate e tre colpi di pistola. L’attaccante rossonero, oltre a meritare un deciso upgrade delle sue statistiche in game, forse starà aspettando l’introduzione in FIFA 20 dei suoi “boom, boom, boom“.

FIFA 20 - Piatek - esultanza - Milan

fonte immagine: profilo instagram @pjona_9

TAKE THE L

La Epic Games l’ha regalata al mondo, Griezmann l’ha fatta sua. “Take the L” è un balletto spopolato sul web grazie al famosissimo videogioco Fortnite, che ha tra i suoi maggiori fruitori anche diversi calciatori. Tra questi, chi ne ha fatto un marchio di fabbrica è assolutamente le petit diable: il francese porta l’indice e il pollice a mo’ di “L” alla testa, dimenandosi in un divertente balletto, volto a sbeffeggiare l’avversario (“L” sta per l’inglese “looser“, perdente). Un’esultanza riproposta in più circostanze: dalla finale di Europa League 17/18 aggiudicata dai colchoneros, sino ai match del Mondiale russo vinto con la sua Francia. L’attaccante dell’Atlético Madrid è uno specialista in quanto a esultanze stravangati. Antoine ha già convinto l’EA ad inserire una sua celebration nel gioco: basti pensare a “Cell Phone“, ripresa dal videoclip della canzone Hotline Bling, del rapper canadese Drake.

Griezmann - take the l - esultanza - fifa 20IN CUCINA CON GNABRY

Mai banale, né in campo né nel quotidiano. Serge Gnabry è arrivato nella scorsa estate al Bayern Monaco, che ha pagato solo 8 milioni per strappare il suo cartellino al Werder Brema. Il suo trasferimento in Baviera ci ha permesso di conoscere meglio Serge, un vero e proprio “personaggio” oltre al calciatore. La sua esultanza rientra proprio in quei tratti peculiari che lo contraddistinguono e che ne delineano anche le passioni: la “Stirring the Pot” non è nient’altro che un omaggio a James Harden, campione del basket a stelle e strisce e inventore dell’esultanza. Il significato è molto particolare: esso fa riferimento ad un espressione dello slang americano utilizzata per dire “c’è qualcosa che bolle in pentola, I’m on fire“. Se dovessimo proporre una traduzione italianizzata, potremmo dire: “Sono come il prezzemolo, metto sempre il mio contributo“.

Gnabry - esultanza - FIFA20 - stirring the pot
fonte immagine: profilo instagram @sergegnabry

EPIC BROZO

Ultima e non per importanza la “Epic Brozo“, celebrazione tipica dell’interista Marcelo Brozović. Banale, popolare e… nata per sbaglio. A rivelarlo è proprio il croato, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport:

Com’è nata quella posa? Era il giorno di Ferragosto e stavo andando in macchina a Milano con mia sorella Ema e un’amica. Abbiamo pensato di scattarci una foto ed io mi sono messo in quella posizione: niente di più, nessuna dietrelogia, sono solo “un tipo giusto”.

Da quello scatto postato su instagram si è generata una vera e propria tendenza, con l’emoji 🤔 che è diventata un punto di riferimento per Brozović e per il tifo interista – ma non solo. Lo testimonia l’immagine condivisa dallo stesso Marcelo in compagnia del compagno di Nazionale Luka Modrić, dopo la vittoria contro l’Inghilterra nella semifinale del Mondiale russo. Un’esultanza che potrebbe fare al vostro caso dopo l’aver messo a segno un rete particolarmente spettacolare su FIFA 20.

epic-brozo-brozovic-FIFA20-esultanza

fonte immagine: profilo instagram @marcelo_brozovic

EA, cosa aspetti ad introdurre queste esultanze in FIFA 20? Nel frattempo la stagione di FIFA 19 sta volgendo al termine: cogliamo l’occasione per invitarvi a passare sul sito degli amici di FUTitalia.it, dove potrete trovare utilissimi consigli per quanto riguarda la compravendita (e non solo).

(fonte immagine di copertina: profilo instagram @pjona_9)