Continua lo straordinario percorso della Nazionale italiana Femminile al Mondiale di Francia. La grande partenza contro l’Australia (vittoria delle nostre per 2-1) ha infatti creato i presupposti migliori per gli incontri successivi. Un ventaglio di premesse che sono state rispettate contro la Giamaica. Un’Italia spettacolare cala infatti la manita a Reims salendo così a quota 6 punti in classifica. 5-0 al termine dei 90 minuti, un risultato storico della ragazze di Milena Bertolini che vale gli ottavi di finale.

Una vittoria conquistata nel segno in particolare della tripletta di Cristiana Girelli. Un ulteriore passo avanti che crea aspettative ancor più promettenti in vista delle prossime partite.

LA CRONACA

Dopo la straordinaria vittoria ai danni dell’Australia l’obbiettivo della Nazionale Femminile è uno solo: vincere contro la Giamaica per ipotecare il discorso ottavi di finale. Le Azzurre scendono in campo con un 4-4-2 a trazione offensiva per aggredire le avversarie fin dalle battute iniziali. Una strategia che porta i suoi frutti: Al 10‘ infatti Bonansea si procura un calcio di rigore. Il fallo in area rappresenta senza dubbio l’episodio chiave dell’incontro, non soltanto perchè ha portato al vantaggio dell’Italia (Girelli si fa ipnotizzare da Schneider ma la battuta è da ripetere per infrazione del portiere, con la bomber azzurra che non sbaglia il secondo tentativo).

Una vera e propria festa dl calcio quella andata in scena in occasione di Italia-Giamaica. Nonostante il pesante 5-0 la partita è stata all’insegna del rispetto reciproco e della correttezza in campo, specie in occasione del rigore. Un esempio per tutti. Fonte: profilo instagram @azzurri

Il gol in occasione del rigore dà inizio al Girelli show: la difesa della Giamaica si fa infatti trovare impreparata al 25‘ subendo così la seconda rete dagli sviluppi di calcio d’angolo. L’assist è di Giugliano, che a inizio ripresa serve nuovamente il movimento in area della solita Girelli, che approfitta di un’incertezza in uscita di Schneider e ribadisce in rete la sua prima tripletta in questo Mondiale.

La festa della azzurre non si ferma sul 3-0; i tentativi del gol della bandiera della Giamaica sono inutili di fronte alla retroguardia attenta dell’Italia, che con la doppietta di Aurora Galli (prima con un destro da fuori area, poi dribblando il portiere) sentenzia l’incontro sul definitivo 5-0.

La festa azzurra per il passaggio del turno ribadisce la crescita del movimento italiano in questo Mondiale. L’incontro con il Brasile di martedì 18 giugno stabilirà la testa del gruppo C. Un match fondamentale per un sorteggio benevolo in vista degli ottavi di finale.

LA VITTORIA PIÙ IMPORTANTE

L’aspetto che più di tutti ha colpito lo scenario collettivo è stato l’atteggiamento di fronte alla decisione del VAR di assegnare il rigore. Nessuna protesta, nessuna scenata sul rettangolo di gioco nè tantomeno sugli spalti, con la decisione dell’arbitro e della VAR Room rispettata senza battere ciglio nonostante inizialmente non fosse stato assegnato il rigore. Un atteggiamento all’insegna del rispetto e del fair play encomiabile; un esempio di correttezza per le continue proteste cui si assiste in ogni caso nel calcio maschile e per lo sport più in generale. Un calcio che da poco sta riscuotendo sempre più seguito e tra i motivi c’è sicuramente anche questo.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram @azzurri