Dopo una stagione fortemente sotto le aspettative, con le vittorie sofferte della Coppa di Lega e della Bundesliga e l’eliminazione precoce dalla Champions League, il presidente del Bayern Monaco, Uli Hoeneß, ha promesso a tutto l’ambiente un mercato senza precedenti e anche con spese folli pur di ringiovanire la rosa.
Fino ad ora le promesse sono state mantenute con gli arrivi in Baviera di Lucas Hernandez dall’Atletico Madrid per 70 milioni di euro e Benjamin Pavard dallo Stoccarda per 30, anche se il club tedesco non sembra intenzionato a fermarsi qui.

Difatti quest’anno è stato quello degli addii in casa Bayern: Robben, Ribery, Rafinha e Lewandowski con una volontà sempre meno celata di voler provare una nuova esperienza in Europa.
Sebbene da un lato ci sia lo scalpitante Coman, pronto a prendersi la squadra sulle spalle, sull’altra corsia c’è ancora un vuoto, che i tedeschi vorrebbero colmare con Leroy Sanè, il cui rapporto con Guardiola sembra esser arrivato agli sgoccioli. Nonostante ciò la trattativa è di quelle complicate, visto come il City abbia messo il veto sul giocatore a meno che non arrivi un offerta monstre.

Per questo, secondo quanto riportato da Mundo Deportivo, l’obiettivo secondario sarebbe quello di Ousmane Dembelé, che dopo una stagione altalenante con il Barcellona potrebbe tornare nel campionato in cui si è formato definitivamente come calciatore. Il tutto però potrebbe esser bloccato dalla possibile partenza di Coutinho, che porterebbe una grave mancanza nella rosa. Oltre a ciò il Barça vorrebbe anche rientarci economicamente dell’affare visti i 125 milioni di euro spesi due estati fa per il francese.

La Bild però ha fatto sapere come il problema del Bayern non siano i soldi, visti i 250 milioni di euro già pronti da investire in questa finestra di mercato.

 

Fonte immagine di copertina: account Instagram del giocatore