Quello fra Romelu Lukaku e l’Inter è un tandem di calciomercato destinato ad accompagnare gli appassionati per lungo tempo. Un periodo che si preannuncia più che mai infuocato in casa Inter. I nerazzurri, infatti, dopo aver ufficializzato gli acquisti di Diego Godin, Stefano Sensi e Valentino Lazaro si preparano a sferrare il colpo decisivo in attacco.

Nelle scorse giornate l’Inter aveva formulato una prima offerta ufficiale al Manchester United: prestito biennale a 10 milioni con obbligo di riscatto fissato a 60, per un totale di 70 milioni rateizzato in più anni. Un primo tentativo che è stato rispedito al mittente dalla dirigenza dei Red Devils.

Nella giornata di oggi Federico Pastorello, agente del talento belga, si è recato presso la sede dell’Inter per un incontro con la dirigenza nerazzurra. Un meeting durato una quarantina di minuti dal quale è emersa la necessità da parte dei meneghini di concludere le trattative quanto prima per la buona riuscita dell’operazione.

Quello di Romelu Lukaku è da tempo il primo nome sul taccuino della dirigenza nerazzurra. Nella stagione appena passata il belga ha totalizzato 45 presenze in tutte le competizioni condite da 15 gol. Fonte: profilo instagram @romelulukaku

BISOGNA STRINGERE I TEMPI

All’uscita dalla sede dell’Inter l’agente di Lukaku ha rilasciato le segueti dichiarazioni.

“Non c’è nessuna novità, solo una chiacchierata col direttore per capire meglio la situazione, poi vedremo le decisioni che prenderanno loro. I tempi? Non li decidiamo noi, quindi è chiaro che se il giocatore vuole essere preso, bisogna muoversi. 70 milioni? Io i numeri non li ho mai fatti, non so se siano quelli che hanno in mente. L’Inter ci sta provando sicuramente, è un obiettivo dichiarato, dopodiché non è che gli obiettivi diventano tutti raggiungibili. E’ sempre molto difficile”. 

Parole nette quelle dell’agente, dalle quali emergono alcuni concetti chiave. In primis la complicatezza dell’operazione: i nerazzurri sono ancora alle prese con la necessità di monetizzare dalla cessione di Mauro Icardi. Ma al momento la situazione rimane bloccata per assenza di offerte ufficiali per il bomber argentino.

Una situazione, quella fra Maurito e i nerazzurri, che impedisce appunto all’Inter di affondare il colpo decisivo per il sostituto ideale dell’attuale numero 9 della Beneamata. È infatti risaputo che il belga rappresenti il profilo ideale nello scacchiere tattico di Antonio Conte.

Non rimane che attendere nuovi sviluppi sul fronte cessioni da parte dell’Inter. Un capitolo che aprirebbe a immediati reinvestimenti per accontentare le richieste del tecnico salentino.

(Fonte immagine di copertina: profilo ufficiale @romelulukaku)