Terminata la Coppa d’Africa in maniera disastrosa, sia per lui che per la nazionale marocchina, sconfitta ai rigori dal Benin, per Hakim Ziyech si apre un’estate diversa, con un caldo diverso da quello del Cairo ma ugualmente torrido e ricco di scottature da evitare. Le ultime dichiarazioni riguardanti il futuro lo hanno visto protagonista di un palese rifiuto al Siviglia, aspetto totalmente estraneo agli ultimi anni di politically correct (forse troppa) dei giocatori durante il calciomercato. In questo caso il classe 1993 ha rotto gli indugi affermando che “non partirebbe mai da Amsterdam per raggiungere società simili a quella olandese“, chiudendo di fatto le porte agli andalusi ed a tanti altri club che lo sondano da anni. Un’affermazione del genere, con una chiosa basata sul miglioramento sportivo e professionale, ci porta di fatto a poter tirare conclusioni in maniera più semplice, escludendo a priori alcune tra le squadre che lo avevano cercato costantemente e che risultano essere un obiettivo simile a quello della compagine di Nervion. Quali sono quindi le possibilità in mano, ad oggi, del nativo di Dronten?

RESTARE ALL’AJAX

Dopo la Champions League, dove Ziyech ha dimostrato tutto il suo valore nelle partite più difficili del torneo, il suo nome era accostato a quello di De Jong e Van de Beek come partente: l’asta era pronta a scatenarsi, nonostante i veri diretti interessati restassero i club che l’avevano cercato anche prima di quest’annata spaziale a livello di prestazioni. È per questo che da Luglio in poi, di fronte a Ziyech si concretizza la possibilità di restare all’Ajax, che pur perdendo tanti talenti del vivaio sta cercando, grazie al fiuto ed alle disposizioni di Ten Hag, di acquistare giovani calciatori che sappiano ricostituire il tessuto di squadra in maniera identica e maniacale. A ciò bisogna aggiungerci la possibilità di ripetere la cavalcata del 2018 in Champions League, dove l’Ajax è di diritto alla fase a gironi grazie al successo in Eredivisie: quante altre squadre gli propongono la possibilità di essere titolari e dare l’assalto alla coppa dalle grandi orecchie?

INTER O BAYERN, INCOGNITA ROMA

Il rifiuto al Siviglia toglie di fatto credito alla possibilità di vedere il marocchino in maglia giallorossa: la Roma lo cerca costantemente da quattro anni, gli stessi nei quali non si è mai raggiunta la quadra a livello economico. Risulta difficile pensare, dopo un’annata simile, che le cose siano più semplici per il club di Trigoria. A questo punto le strade che portano via costituiscono due voli diretti dallo scalo di Amsterdam Schipol: uno verso Milano e l’altro verso Monaco di Baviera. A Milano la sponda nerazzurra è quella accreditata di essere tra le maggiori interessate a Ziyech: nei nerazzurri, che con Antonio Conte passeranno sicuramente ad una solida difesa a tre, il marocchino potrebbe essere geniale e funzionale come terzo attaccante, preferibilmente a sinistra, dove potrebbe avere carta bianca per rientrare e liberare spazio al laterale o per servire nello spazio l’attaccante. A ciò bisogna aggiungere una caratteristica delle fasi difensive “contiane”, ovvero la capacità di mettersi a schermo, con una forma simile al 5-3-2, lasciando spazio e liberando, in parte, dai compiti difensivi, la punta ed una delle due ali, come accadde con Hazard nell’anno del titolo. Economicamente poi, i nerazzurri possono raggiungere un compromesso tra il valore intrinseco del giocatore (sui 38 milioni) e le richieste dell’Ajax di 40, limando il contratto a seconda dei gettoni di presenza per lui e per gli olandesi. La pista che porta invece al Bayern Monaco di Niko Kovac è più impervia per un semplice motivo: i bavaresi non hanno ancora deciso quale sarà l’acquisto offensivo di quest’anno. Il tesoretto di 60/70 milioni potrebbe svilupparsi attorno ad alcune cessioni importanti (James Rodriguez), comprendendo ormai la volontà del croato di rendere questa una squadra sì di possesso ma dalle letali qualità in ripartenza. Lo schema e le idee di gioco, simili al 4-2-3-1 di scuola Ten Hag, potrebbero portare l’ex Twente a provare la sorte in Bundesliga per mettersi alla prova in un campionato concettualmente vicino all’Olanda ma più fisico e provante. I due nomi caldi sul tavolo sono quello di Ziyech e quello di Nicolas Pepé, sulla quale i bavaresi sembrano avere una leggera “prelazione” sulle altre squadre grazie ai contatti sviluppatisi con il Lille durante tutto l’arco dell’anno. Da questa scelta societaria potrebbe, forse, dipendere il suo futuro.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram ufficiale del calciatore