Maurizio Sarri Mattia De Sciglio hanno parlato nella conferenza stampa di rito, alla vigilia della sfida di International Champions Cup contro il Tottenham. Tanti i temi toccati, dalla preparazione, allo stile di gioco, ai ruoli di Higuaín Ronaldo, fino ad arrivare a de Ligt Pogba.

LA CONFERENZA

Ha preso la parola inizialmente De Sciglio, che ha parlato dei cambiamenti di metodi durante la preparazione:

La preparazione è cambiata molto rispetto all’anno scorso. È un metodo di lavoro tosto, intenso, che ci piace. Domani cercheremo di metterlo in pratica nella prima partita della stagione.

Sarri ha poi parlato dello stile di gioco che sta ricercando, al fine di mantenere gli altissimi standard della Juve:

Dobbiamo trovare un’identità di gioco, perché vogliamo diventare una squadra con una forte caratterizzazione. Poi cercheremo di far sì che questa identità ci porti a vincere. Mi voglio divertire, perché penso che divertendosi si riesca a dare di più. Per 70 metri di campo pretenderò la mia impostazione, ma negli ultimi 30 vorrò vedere l’interpretazione dei giocatori.

L’allenatore biancore ha poi speso qualche parola su de Ligt:

Finora de Ligt non si è ancora allenato con i compagni, ma farà sicuramente uno spezzone di gara. Siamo indietro rispetto al Tottenham, ma domani mi piacerebbe vedere in campo una squadra con una giusta mentalità.

Chiari quindi, i primi obiettivi di Sarri: identità, gioco e mentalità. Tre cardini che dovranno portare la squadra a vincere e divertire i tifosi. Il rinnovamento parte da questi tre fattori.

Ha poi parlato anche di Cristiano Ronaldo, soprattutto per quanto riguarda il ruolo in cui giocherà:

Cristiano ha vinto tutto a livello individuale e collettivo partendo leggermente defilato dalla sinistra. Il primo tentativo sarò farlo partire da quella posizione, ma con le sue qualità, spostarlo di dieci metri non cambierebbe nulla.

Ha poi speso qualche battuta sulla situazione Higuaín e sulla suggestione di mercato Pogba:

Io lavoro con i giocatori che la società mi mette a disposizione, Gonzalo in questo momento lo è e lo considero al 100% nei miei programmi. Se poi la società prenderà altre decisioni, mi adeguerò. Pogba? Mi piace davvero molto, ma è un giocatore del Manchester United. Non sono il direttore sportivo, perciò non conosco la situazione.

Parole quindi che sottolineano come non sia stato posto alcun veto su un’eventuale cessione del Pipita e su un apprezzamento particolare per Pogba, che tiene aperto a qualsiasi scenario di mercato. Il match di ICC tra Juve e Tottenham si terrà domani, domenica 21 luglio, alle ore 13:30.

(Fonte immagine di copertina: profilo Twitter Juventus F.C.)