Comincia con una vittoria la Juventus in questo nuovo anno di Serie A, rispettando il pronostico del match contro il Parma. In Emilia, i bianconeri sono guidati da Martusciello a causa dei problemi di salute accusati da Mister Sarri, alle prese con la polmonite, e si schierano con un 4-3-3 senza volti nuovi: De Sciglio e non Danilo nel ruolo di terzino destro, centrocampo Khedira-Pjanic-Matuidi ed attacco Douglas Costa-Higuain-Ronaldo. A regalare i primi tre punti ai bianconeri ci pensa capitan Giorgio Chiellini, nelle vesti del bomber, che col destro manda in rete un tiro di Alex Sandro. Si scontreranno a parità di classifica Juventus e Napoli la prossima giornata all’Allianz Stadium, visto il successo ottenuto dai partenopei per 3-4 ieri sera a Firenze.

LA PARTITA

L’impronta di Sarri si vede, la Juve macina gioco offensivo: al 12′ il primo squillo dell’incontro porta la firma di Ronaldo, che di testa manda alto di poco. Rispondono i ducali con Inglese, che su una ribattuta impegna Szczesny. L’unica rete del match viene siglata al 21′ da Giorgio Chiellini, che corregge in rete un tiro di Alex Sandro. CR7 sbaglia un gol non da lui da posizione ghiotta, dopo un’ottima azione nata dai piedi di Pjanic e rifinita da Higuain. L’asso portoghese segna poi su assist di Costa, facendosi perdonare, ma dopo un lunghissimo check del VAR, Maresca annulla la rete per un fuorigioco millimetrico. Nella ripresa D’Aversa sostituisce Kulusevski con Siligardi, ma a rendersi pericolosi sono ancora i bianconeri con Ronaldo che su suggerimento di Douglas alza troppo la conclusione. Martusciello concede l’esordio in Serie A a Rabiot, che rileva l’ammonito Khedira. Crampi al 71′ per Costa: al suo posto non Bernardeschi ma Cuadrado. C’è spazio a 7′ dal termine anche per l’ex Fiorentina che sostituisce Higuain. Il Parma prova a rendersi pericoloso, ma la retroguardia bianconera non si fa mai trovare impreparata. Finale avaro di emozioni, a trionfare è la Juventus.

Fonte immagine: profilo Twitter della Juventus.

LE DICHIRAZIONI POST PARTITA

Il tecnico dei padroni di casa D’Aversa non ha dubbi su cosa sia mancato ai suoi ragazzi per portare a casa un risultato positivo:

C’è rammarico per il risultato, considerando anche il secondo tempo. Con un pizzico di cattiveria in più avremmo potuto portare a casa il pareggio. Gli aspetti positivi ci sono, abbiamo giocato alla pari con la Juventus anche se c’è rammarico. Oggi la difesa ha ben figurato. Iacoponi è stato il migliore in campo, le difficoltà del primo tempo ci stanno contro un giocatore velocissimo con Costa. L’unica occasione da gol l’hanno creata centralmente, a livello numerico mancano dei giocatori ma oggi hanno fatto un’ottima gara. Diversi giocatori della Juve hanno finito con i crampi. Si deve migliorare in alcune scelte, abbiamo preso gol da corner”.

Sui singoli, l’allenatore chiarisce:

Karamoh? Uscendo Kulusevski, il più simile era Siligardi. Karamoh deve essere contento perché c’è chi non ha giocato. Gervinho? Sta bene. Brugman ha fatto bene ma può fare meglio e guadagnare un tempo di gioco. Per quanto riguarda la prestazione è stata buona ma può fare meglio”.

Martusciello, oggi sostituto di Sarri, si ritiene soddisfatto della prova dei suoi ragazzi:

“Se ho parlato con Sarri? L’ho sentito prima, nell’intervallo e a fine partita, quando ovviamente era molto più felice per il risultato. Essendo un perfezionista, però, è perennemente incavolato per gli errori commessi. La squadra si è mossa benissimo: nel primo tempo è stata una partita di alto livello. Poi nella ripresa c’è stato un calo e la gara si è equilibrata: la fatica, dovuta al caldo, ci ha portato a fare tanti errori. Avremmo potuto concretizzare di più, ma siamo contenti di questi tre punti”

L’ex Empoli ha spiegato poi le scelte di formazione:

“Ci sono tanti campioni, ci sono da fare delle scelte: oggi sono cadute sui giocatori più esperti. Perché Higuain e non Dybala? Le scelte dipendono anche da chi affrontiamo. La stagione è lunga. Oggi abbiamo ottenuto un grande risultato su un campo difficile: era importante vincere e ci siamo riusciti”

LE PAGELLE

Parma: Sepe 5.5, Laurini 5.5, Iacoponi 6, Bruno Alves 6, Gagliolo 5, Hernani 5.5, Brugman 6, Barillà 6.5, Kulusevski 5.5, Inglese 5.5, Gervinho 6. All. D’Aversa 6

Juventus: Szczesny 6, De Sciglio 6, Bonucci 6, Chiellini 7, Alex Sandro 6, Khedira 6, Pjanic 6.5, Matuidi 6, Douglas Costa 6.5, Higuain 6, Ronaldo 5.5. All. Martusciello 6.5

Fonte immagine di copertina: profilo Twitter della Juventus.