Connect with us

Generico

Il 10 aprile giallorosso, dall’inferno alla storia

Pubblicato

:

Sin dagli albori di questo gioco, il 10 non è mai stato un numero banale; sicuramente non lo è stato e mai lo sarà per i romani, sponda giallorossa. Il primo pensiero corre subito a chi quel 10 l’ha portato sulle spalle ed è stato incoronato re. Ma il 10, di aprile per esattezza, per la Roma è una data speciale, dolce e amara allo stesso tempo.

IL DISASTRO DI OLD TRAFFORD

Il 10 Aprile 2007, all’Old Trafford di Manchester si gioca Manchester United-Roma, ritorno dei quarti di finale di Champions League. I giallorossi devono difendere il vantaggio dell’andata, 2-1 all’Olimpico firmato Taddei-Vucinic. La partita, però, non si mette come la Roma vorrebbe e i Red Devils ne fanno addirittura tre nei primi venti minuti. La reazione romanista non arriva e una doppietta di Ronaldo a cavallo dei due tempi chiude ogni velleità di rimonta.

fonte immagine: Uefa.com

Carrick ed Evra, intervallati dal gol di De Rossi, mettono il punto esclamativo ad una gara senza storia. Il malumore è alto, un deluso e incredulo Totti dichiara:

“La sera più triste della mia carriera, sette gol in Champions non li avevo mai presi. Purtroppo loro inquadravano la porta a ogni tiro, subire tre gol in nove minuti è stato pesante. Abbiamo provato a rialzarci, ma era difficile.”

10 APRILE DA DIMENTICARE, FINO A…

Quella straripante vittoria sarà in parte vendicata dal Milan che eliminerà i diavoli rossi in semi-finale, per poi vincere la Champions. Resterà comunque una ferita aperta per i romanisti e da allora quel giorno assunse i connotati di giornata da dimenticare. Ma, se da una parte si cerca inesorabilmente di dimenticare per sempre quella partita, dall’altra, gli inglesi non perdono occasione per celebrare la grandissima vittoria. Nel 2014 le due squadre si incontrano nella fase pre-campionato, entrambe si trovano negli States, protagoniste dell’ICC. Sarcastico e provocatorio è il post pubblicato sull’account ufficiale Instagram del Manchester United. Altra ricorrenza, altra celebrazione questa volta in occasione del decennale del match.

Ma proprio un anno dopo, la Roma trova la sua sliding door e cambia per sempre la percezione di una giornata fino a quel momento cupa per i colori giallorossi. 10 aprile 2018, allo stadio Olimpico di Roma si gioca il ritorno dei quarti di finale di Champions League tra i padroni di casa e il Barcelona di Leo Messi. I blaugrana all’andata si sono imposti con un netto 4-1; i giallorossi sono chiamati all’impresa contro una squadra fortissima che ha saputo concretizzare tutte le occasioni concesse dalla Roma al Camp Nou.

…LA ROMANTADA

La partita comincia subito nel migliore dei modi e Dzeko, con una zampata, al sesto minuto porta in vantaggio i suoi. Lo stadio è una bolgia e accompagna ogni azione offensiva, al minuto cinquantasette Piquè trattiene e poi stende in area ancora Dzeko; dal dischetto si presenta De Rossi, il capitano apre il piattone destro quel che basta per battere Ter Stegen che aveva intuito l’angolo.

Fonte: gazzetta.it

Adesso l’impresa è possibile e tutta Roma spinge i giallorossi che cercano il 3-0 prima con Nainggolan e poi con un inserimento di El Shaarawy. Minuto ottantadue, il minuto della storia, calcio d’angolo per la Roma. Dalla bandierina va Cengiz Ünder che con il mancino effettua un cross tagliente, Manolas anticipa secco Semedo sul primo palo e insacca alle spalle di Ter Stegen per la terza volta, per poi correre ad esultare con un’espressione divenuta ormai iconica.

Fonte: profilo Instagram di Manolas.

È apoteosi Roma, una prova superlativa di tutta la squadra ha trasformato in realtà un sogno che, alla vigilia del match, in pochi credevano possibile. Arriva il triplice fischio e l’Olimpico esplode, l’impresa è stata compiuta, contro quel Barcelona che proprio un anno prima era stato protagonista della remuntada ai danni del PSG con un clamoroso 6-1. Davide ha battuto Golia. Impazza la gioia giallorossa e sui social viene coniato il termine che ormai identifica l’impresa compiuta dalla lupa, “Romantada”. La Roma verrà eliminata al turno successivo dal Liverpool, non senza recriminazioni, ma il successo contro i catalani resterà per tanto tempo nella memoria di tutti gli amanti di questo gioco, dando un valore notevolmente diverso a questo giorno per il popolo romanista.

(Fonte immagine in evidenza: quattrotretre.it)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Bellingham su Rashford: “Felice per lui, dobbiamo continuare così”

Pubblicato

:

Inghilterra

Dopo la vittoria sul Galles per 3-0 Jude Bellingham è stato intervistato ai microfoni della Bbc, il centrocampista ha espresso la sua felicità per la prestazione di Marcus Rashford e per la sua prima doppietta in Nazionale: “Sono molto felice per Rashford, in partite così la pressione è alta anche per battere una punizione, ma lui l’ha calciata in modo fantastico. Lui è un grande giocatore, quando punta l’uomo mette sempre in difficoltà la difesa avversaria. Come altri giocatori che abbiamo in attacco lui fa la differenza, questa sera ci ha messo in un’ottima situazione ed ha meritato il premio come man of the match“.

Il Mondiale dell’Inghilterra proseguirà contro il Senegal agli ottavi di finale, gli africani non sono gli stessi senza Sadio Manè e l’Inghilterra partirà sicuramente favorita, ma Koulibaly e i suoi Leoni d’Africa venderanno cara la pelle.

Continua a leggere

Flash News

De Zerbi sul calcio inglese: “In Inghilterra c’è più voglia di attaccare”

Pubblicato

:

Skakthar, parla De Zerbi a Sportitalia

Roberto De Zerbi, allenatore del Brighton è intervenuto su Rai Sport ospite della trasmissione “Il Circolo dei Mondiali” anche e soprattutto per parlare dell’esperienza che sta vivendo in Inghilterra: “Quello inglese è un calcio un po’ diverso rispetto a quello italiano, in alcune cose è meglio e in altre peggio. Di sicuro la passione che c’è negli stadi, sia nel nostro che negli altri, è maggiore rispetto a quella che c’è oggi in Italia. I calciatori vivono le partite con meno pressione, c’è più gusto nel giocare e c’è tanta voglia di attaccare, in questo c’è un po’ differenza tra noi e loro”.

Dopo un inizio non buono la squadra di De Zerbi si è ripresa e al momento occupa la settima posizione in classifica.

Il tecnico ex Shaktar e Sassuolo sta portando e adattando la sua filosofia al metodo inglese e del Brighton, in un periodo non molto lontano potremmo ammirare De Zerbi come uno degli allenatori migliori in Europa e come eccellenza italiana.

Continua a leggere

Flash News

Stephanie Frappart dirigerà Costa Rica-Germania: prima arbitro donna nella storia dei Mondiali

Pubblicato

:

Tunisia-Australia

Costa Rica-Germania passerà alla storia già prima di essere giocata. La partita, che sarà valida per la terza giornata del girone E della Coppa del Mondo in Qatar, sarà infatti la prima ad essere arbitrata da una donna: Stephanie Frappart.

ASCESA FULMINEA

Per la 38enne francese ,Qatar 2022 è solo l’ultimo di un importante traguardo. Dopo aver diretto varie finali in territorio transalpino, Frappart è stata nel 2020 anche il primo arbitro donna designata per una partita di Champions League.

La Frappart aveva in realtà già debuttato in questa edizione della Coppa, come quarto ufficiale di gara in Messico-Polonia e adesso per la francese si prospetta un altro passo importante, che non sarà di certo l’ultimo.

Continua a leggere

Flash News

Il giornalista terrorizza la Juventus: “Situazione pericolosa come quella del 2006”

Pubblicato

:

Juventus

Il terremoto in casa Juventus ha destabilizzato il mondo bianconero. A seguito di un rapidissimo Cda straordinario, tutte le cariche più importanti della dirigenza si sono dimesse dai propri ruoli. La motivazione è ancora sconosciuta ufficialmente, anche se alcune voci ipotizzano dei guai seri a bilancio. In molti, quindi, si stanno chiedendo i reali motivi che si celano dietro la vicenda e diversi tifosi cercano risposte sui social.

“COME NEL 2006”

In questo senso, le risposte provenienti dal web non sono rassicuranti, anzi. Farà scalpore un Tweet del noto giornalista Tancredi Palmieri che preoccupa tutto l’ambiente bianconero. In poche righe, Palmieri terrorizza il tifo Juventino con le seguenti parole.

Secondo il direttore di Sky Italia, la situazione della Juventus potrebbe essere pericolosa come quella del 2006, qualcosa di enorme sta per scoppiare”.

Ricordiamo che nel 2006 la compagine bianconera venne retrocessa in Serie B a seguito dello scandalo Calciopoli.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969