Connect with us

La nostra prima pagina

10 curiosità sulla seconda giornata di Serie A

Pubblicato

:

Immobile

10 CURIOSITÀ SULLA SECONDA GIORNATA DI SERIE A – Prima di tuffarci (se il tempo lo permette) nella 2ª giornata della Serie A è tempo di scoprire le 10 curiosità sul turno che ci attende. Munitevi di carta e penna per annotare tutto così potete dimostrarvi preparati con gli amici. E occhio anche ad alcune statistiche in ottica fantacalcio…

TORINO-LAZIO

Negli ultimi tre precedenti in Serie A il match è sempre finito in parità (l’anno scorso sia all’andata che al ritorno la gara finì 1-1) con il Torino che non batte i biancocelesti dal 26 maggio 2019 (3-1). C’è però una doppia incredibile curiosità che vede protagonista Ciro Immobile. Il bomber di Torre Annunziata infatti ha segnato ai granata in 6 degli ultimi 7 precedenti. In 3 degli ultimi 4 confronti in campionato tra Torino e Lazio il numero 17 è andato in gol oltre il 90°.

UDINESE-SALERNITANA

Un po’ a sorpresa il bomber dell’Udinese, Beto, l’anno scorso non ha affrontano i campani nè all’andata (rinviata per le note ragioni legate al Covid) nè al ritorno. Questa volta dovrebbe riuscire ad affrontare la Salernitana, lui che non segna dalla 31ª giornata dello scorso campionato, in quella che è stata anche la sua ultima partita alla Dacia Arena: siglò una tripletta! Nicola invece può fare affidamento sull’ex della sfida Antonio Candreva, che ha nell’Udinese la sua seconda miglior vittima in carriera (gli ha segnato 5 gol, di più ne ha fatti solo all’Inter).

INTER-SPEZIA

Questo potrebbe rivelarsi il match delle cifre tonde. Con una doppietta, infatti, Lukaku arriverebbe a quota 50 gol in Serie A, Lautaro invece sempre con 2 gol toccherebbe quota 60. Ben più importante l’obiettivo di Edin Dzeko, che al momento è fermo a 98 reti nel nostro campionato. Jacopo Sala, invece, potrebbe strappare la presenza numero 150 nella massima serie. Gotti punta sulla voglia di riscatto di Nzola, l’anno scorso sostituito contro l’Inter dopo 10′ per un orecchino: ai nerazzurri non solo non ha mai segnato, non ha proprio fatto un tiro in porta (in due partite).

 

SASSUOLO-LECCE

Sassuolo-Lecce vede a confronto due allenatori toscani: Dionisi è di Abbadia San Salvatore (Siena), Baroni di Firenze. Uno solo il precedente tra i due, che ha visto uscire vincitore il giovane tecnico neroverde (Reggina 0-3 Empoli, 2 marzo 2021). Questa gara ci permette di giocare anche con i numeri. Innanzitutto va rimarcato come i numeri 9 delle due squadre siano due giovani italiani: Pinamonti (1999) e Colombo (2002). A centrocampo occhio alla sfida tra i numeri 42, Thorstvedt e Hjulmand: entrambi due classe 1999 e soprattutto entrambi biondi. Occhio a non confonderli.

EMPOLI-FIORENTINA

Il derby toscano potrebbe essere confuso con un’altra specialità: il tiro a segno. Infatti si affronteranno due dei tre giocatori che nel corso della prima giornata hanno tentato più conclusioni: da una parte Lammers (7 tiri ma nessun gol), dall’altra Jovic, autore anch’esso di 7 tiri ma anche di un gol. Da capire anche chi avrà il pallino del gioco perchè la squadra di Italiano ha avuto il possesso palla più alto nel 1° turno (75%), l’Empoli invece il 5° più alto (59%).

NAPOLI-MONZA

Berlusconi ci ha preso gusto: dopo aver affrontato il club di un imprenditore proprietario di una rete televisiva (Cairo), come lui, ora si ritroverà davanti la società di un imprenditore cinematografico (De Laurentiis). Alla 2ª giornata i due club già ci sono affrontati due volte, ma in Serie B: nel 1964 vinsero 5-0 gli azzurri, nel 1999 finì 0-0. Occhio a Petagna, che è un ex vendicativo: dopo essere passato dall’Atalanta alla Spal, ha sempre segnato ai nerazzurri con la maglia biancazzurra (5 gol in 4 partite). Piotr Zielinski spera in un altro gol per festeggiare al meglio il traguardo delle 300 presenze in A.

 

ATALANTA-MILAN

Gli ultimi 11 precedenti in Serie A tra le due squadre non si sono mai conclusi a reti bianche e, un po’ a sorpresa, in tutti e 11 c’è sempre stata almeno una rete di un difensore o centrocampista. L’ultimo non attaccante a segno è stato Theo Hernandez, che se scenderà in campo raggiungerà le 100 presenze in A. Il Milan confida in una statistica: nelle ultime 4 stagioni (eccetto la 2020/21, in cui il match della 1ª giornata è stato posticipato) l’Atalanta ha vinto la gara del 1° turno, ma poi ha perso quella della 2ª giornata. I rossoneri, invece, l’ultima volta che hanno fatto 4 gol alla prima hanno poi perso alla seconda (Cesena 2-0 Milan, 2010/11).

BOLOGNA-HELLAS VERONA

Il calcio riserva sempre sorprese. Nonostante l’Hellas Verona nelle ultime 3 stagioni (cioè, da quando è tornato in A) si sia piazzato sempre davanti al Bologna in classifica a fine anno, i rossoblù al Dall’Ara non hanno mai perso contro i veneti. Due vittorie della squadra di Mihajlovic (entrambe per 1-0) e un pareggio gli ultimi 3 precedenti in terra emiliana. Un nome per far risalire il morale a Cioffi: Lazovic, che ha nel Bologna la squadra contro la quale ha fornito più assist in carriera in Serie A (4 in 12 partite).

ROMA-CREMONESE

L’ultimo precedente in Serie A tra Roma e Cremonese risale al 1996, si giocò all’Olimpico e vinsero 3-0 i giallorossi. Però, l’ultima volta che la Lupa ha giocato in casa in campionato ha giocato contro una neopromossa (Venezia) e non ha vinto. Quel giorno andò a segno Okereke, bestia nera degli uomini di Mourinho l’anno scorso, in gol sia all’andata che al ritorno. E ora il nigeriano milita proprio nella Cremo. Abraham l’anno scorso ha dimostrato un buon feeling contro le neopromosse4 gol in 6 partite – ma non ha segnato quando le ha affrontate in casa. Magari a prendersi la scena sarà PD21: gli serve una doppietta per fare 100 in A.

SAMPDORIA-JUVENTUS

Sabiri è stato il più pimpante dei suoi alla prima di campionato e ora si ritroverà davanti la Juventus, alla quale ha segnato il suo primo gol in Serie A in carriera (proprio al Ferraris). L’11 blucerchiato è andato in gol anche l’ultima volta (la seconda delle uniche due volte) in cui ha affrontato Kostic, che dovrebbe fare l’esordio da titolare in bianconero (Paderborn 2-1 Eintracht, 2019). Possibile debutto anche per Gatti, che spera che Audero si prendi un turno di riposo perchè al secondo portiere della Samp, Contini, ha già segnato, l’anno scorso, in B (Frosinone 2-0 Vicenza).

 

Al fianco di Gatti ci dovrebbe essere Bremer, che se in campo raggiungerà il traguardo delle 100 presenze nella massima serie.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

L’agente di Igor sul futuro: “A Firenze è felice ma non si può mai sapere”

Pubblicato

:

Fiorentina Igor

Igor, difensore brasiliano fedelissimo di Vincenzo Italiano, sta entrando nel periodo della sua maturità calcistica. Nella giornata odierna, Marcelo Mascagni, agente del difensore della Fiorentina, ha parlato a Spaceviola. Di seguito le parole dell’intervista.

Sullo stato emotivo del giocatore: “Igor è molto felice a Firenze. Rispetto alla SPAL, quella della Fiorentina è una maglia più pesante. Lui si sente a casa.”

Su un possibile interessamento della Juventus: “Sono onesto, non c’è niente. Nessuno della Juventus ha parlato con noi. Lo leggo in giro, ma non c’è niente di vero. Lui è felice a Firenze, ma nel calcio non si può mai sapere”.

Sul sogno della nazionale brasiliana: “È sempre un sogno. Per lui l’idea è quella di trovare spazio per essere nel gruppo del Brasile“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Messico saluta i Mondiali dopo i gironi: non accadeva dal 1978

Pubblicato

:

Messico

Negli ultimi decenni si era diffusa la convinzione che la Nazionale del Messico fosse perseguitata dalla cosiddetta “maldiciòn del quinto partido“, ossia “la maledizione della quinta partita”, che, ai Mondiali, coincide con i quarti di finale, e che il Tricolor non raggiunge dal lontano 1986.

Dopo la mancata qualificazione a Italia ’90, dunque, ebbe inizio per il Messico una lunga serie di eliminazioni agli ottavi di finale, protrattesi per ben 7 edizioni del torneo: la serie è partita da Usa ’94 ed è terminata a Russia 2018. La vittoria di stasera contro l’Arabia Saudita, la prima per la squadra del Tata MartinoQatar 2022, non ha tuttavia evitato la precoce eliminazione ai gironi di Ochoa e compagni. Nonostante avessero gli stessi punti della Polonia, i messicani non hanno potuto prolungare la propria avventura in Qatar in virtù della differenza reti inferiore a quella dei biancorosssi.

Se consideriamo che ai Mondiali del 1982 il Messico non si è qualificato, l’ultima eliminazione in cui gli Aztecas non hanno superato i gironi di un Mondiale risaliva a più di quarant’anni or sono: parliamo dei Mondiali del 1978 in Argentina.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Argentina, Messi: “L’errore dal dischetto ci ha sbloccato”

Pubblicato

:

Argentina, Messi parla al termine della partita contro la Polonia

Un’altra grande vittoria per l’Argentina e per il suo totem Leo Messi, la cui prestazione è stata però macchiata dal calcio di rigore, neutralizzatogli da Szczesny. Questo episodio ha fortificato, però, i ragazzi dell’albiceleste, i quali hanno incanalato la partita nella maniera migliore. Queste sono le sue parole: “Paradossalmente dopo il rigore sbagliato abbiamo acquisito ancora più forza, siamo stati bravi a sbloccare la partita e a incanalarla nella direzione che volevamo. Ora pensiamo all’Australia, con cui sarà senza dubbio durissima, anche se l’importante era fare quest’altro passo.

Continua a leggere

Flash News

Preoccupano le condizioni di Di Maria: indurimento del quadricipite per lui

Pubblicato

:

juventus

Preoccupano le condizioni fisiche di Angel Di Maria.

El Fideo è uscito anzitempo dal terreno di gioco per problema al quadricipite. Il ct della Selección, Scaloni ha espresso a fine partita tutta la sua preoccupazione per quanto accaduto: “Il giocatore non è uscito per scelta tecnica bensì per un indurimento del quadricipite, le sue condizioni sono da valutare“.

È in dubbio, dunque, la presenza di Di Maria per i prossimi impegni dell’Argentina, che spera di poter prolungare il proprio percorso mondiale oltre gli ottavi di finale contro l’Australia.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969