Connect with us
Le 10 manovre più importanti di questo mercato italiano

Calciomercato

Le 10 manovre più importanti di questo mercato italiano

Pubblicato

:

Il mercato della Serie A ci ha regalato tanti colpi che possono infiammare questo campionato. Tre mesi tanto lunghi quanto intensi che ci hanno regalato 10 manovre molto importanti per le squadre che le hanno compiute. Per importanti si intende non solo il valore del giocatore ma soprattutto il significato che ha la manovra e l’impatto decisivo che può avere in questa stagione.

CONFERME NAZIONALI E INTERNAZIONALI

Partiamo subito forte gli acquisti di Manolas e De Ligt. Due colpi che hanno confermato la potenza nel mercato delle due squadre seppure in ambienti differenti. Nel caso della Juve, i bianconeri hanno confermato il proprio potere a livello internazionale acquistando uno dei giocatori più ambiti di questo mercato. Gli juventini l’hanno spuntata su Barcellona e Psg per uno dei difensori più forti del panorama internazionale. Tra le inglesi, le tre spagnole e il Psg, la Juventus si conferma lì grazie all’olandese che avrà il tempo per scrollarsi di dosso la brutta prestazione dell’esordio con il Napoli. Gli azzurri invece colpiscono come mai hanno fatto nell’era De Laurentiis andando da una diretta concorrente per prendere uno dei suoi pilastri. Manolas significa molto di più del semplice grande acquisto difensivo, è una conferma di forza nel panorama nazionale, una novità per il Napoli. Se vuoi battere la Juve devi fare come loro e questa volta ci sono riusciti.

Fonte: profilo instagram ufficiale SSC Napoli

IL RISCATTO PIÙ GRANDE

Leggi occasioni perse e pensi a Balotelli. L’ex Inter e Milan è sul serio arrivato al crocevia della sua carriera, un’occasione, l’ennesima, che probabilmente non ricapiterà più. Un’occasione che allo stesso modo difficilmente rivedremo nel Brescia, entrambi hanno colto la palla al balzo ed ora devono sfruttarla al meglio. Il colpo da 90 è servito per le rondinelle ed ora tocca a Balotelli ritrovarsi sperando in un’Italia che cresca insieme a lui favorendogli un ambiente più semplice rispetto alle esperienze passate.

Fonte immagine: profilo Instagram società.

INFIAMMARE LA PIAZZA SECONDO COMMISSO

Una Champions League, una Supercoppa Europea, una finale mondiale, un Mondiale per Club e nove Bundesliga. Basta questo per presentare Frank Ribery, l’acquisto di cui aveva bisogno questa Fiorentina. Non sarà il giocatore determinante di una volta, il francese serve per infiammare l’ambiente, per dare credibilità alla dirigenza dopo gli ultimi anni con i Della Valle, e per fare gruppo. Basta riguardare le immagini prima del suo esordio al Franchi per capire perché serviva uno come Ribery. L’ex Bayern fa gruppo, dalla panchina dispensava consigli ed incitava i nuovi compagni, indispensabile più fuori che dentro.

Fonte immagine: profilo Instagram Fiorentina.

MANCAVA LUI (E NON SOLO)

Uno dei colpi da fare era lui, nel mare magnum degli esterni del Napoli mancava quello che saltasse netto l’uomo in una squadra che fa tanto, anche troppo, con il fraseggio. Mancava el Chucky” Lozano, un acquisto cercato, ad un tratto abbandonato e poi preso. In una strategia di mercato molto oculata, parallela a quella dello “spendere per il gusto di farlo”, se Lozano è l’acquisto più costoso della storia del Napoli uno motivo c’è. Chiaramente c’era la possibilità di cogliere l’occasione pagando profumatamente Icardi ma la proposta come sappiamo non combaciava con la volontà dell’argentino. Mancava anche un vero diez ma le circostanze e quell’attenzione nell’investire hanno allontanato man mano James da Ancelotti. L’unica macchia nel mercato del Napoli può essere solo James, con Lozano però il colpo è assicurato, basta vedere i 45 minuti dello Stadium. Sarà intrigante vedere la concorrenza tra lui e Callejon.

LA SCELTA DI CONTE

Probabilmente l’acquisto più importante di questo mercato italiano è stato Romelu Lukaku. Via un Papa se ne fa un altro. Via Icardi e dentro il belga che in due giornate ha già timbrato il cartellino. Le marcature non sono chiaramente illustri ma l’ex United ha mandato un messaggio molto chiaro alle difese italiane: “Pronti che sto arrivando”. Non c’è bisogno di spiegare chi è Romelu Lukaku, basta capire che è l’attaccante migliore tra quelli acquistabili in questa sessione, quello che incarna al meglio le necessità di una squadra contiana. Grinta, fisico e fiuto per il gol, il gigante buono può portare l’Inter davvero in alto.

Fonte immagine: profilo Ig @Inter

 

GARRA E TECNICA

Il Cagliari ha sfruttato al meglio la partenza di Nicolò Barella. Nel supermercato calcistico il Ds Carlo ne ha barattato uno per tre. Il ritorno di Nainggolan va al di là del romanticismo, un leader vero che nelle migliori condizioni giganteggia a centrocampo. La voglia di riscatto dopo l’anno nerazzurro sarà il propulsore per la stagione del Ninja in terra sarda. Il riscatto è l’obiettivo anche di Marko Rog, il croato deve smentire le voci che lo hanno accompagnato nei tre anni napoletani. Cagliari è l’ambiente giusto per l’ex Zagabria, senza pressioni e trovando continuità potrà crescere fino a riconquistare la nazionale. L’ultimo dei tre è un pezzo da novanta che non ha avuto la risonanza giusta. Titolare al mondiale russo ed all’ultima Copa America con l’Uruguay, 55 partite nel Boca, Nahitan Nandez farà parlare di sé. Grinta e piedi buoni, dovrà adattarsi leggermente al calcio italiano poi sarà puro spettacolo. Fosse solo per il centrocampo allora il Cagliari sarebbe da Europa League. 

Fonte immagine: profilo Ig ufficiale di Radja Nainggolan

FRECCIA BIANCOCELESTE

Confermare e puntellare nei lati deboli. La manovra della Lazio è stata di quelle importanti per provare l’assalto alla qualificazione in Champions League. Un lato da rinforzare era l’out di sinistra e per prezzi e valore tecnico Lazzari è il migliore acquisto che Tare potesse fare. In un centrocampo a 5 l’ex Spal domina tutta la fascia e con un rapace con Immobile in area i suoi cross faranno la differenza.

Fonte immagine: profilo Instagram di Manuel Lazzari.

MIX TRA ESPERIENZA E GIOVANI

Uno dei trasferimenti più bizzarri di questa sessione è certamente Lasse Schøne al Genoa. Dalla semifinale Champions al Marassi per conquistare la salvezza e non solo. L’olandese porta tanta tecnica ed esperienza al servizio di un fautore del bel calcio come Andreazzoli. L’ex lanciere sarà la lanterna di questo Genoa, un leader insieme a Criscito, per una stagione dalle ottime ambizioni. Insieme all’olandese c’è da registrare anche Pinamonti che dopo l’anno di prova al Frosinone è pronto a prendersi la Serie A a suon di gol. Dopo l’under 20 perché non puntare anche all’Europeo della nazionale maggiore?

Fonte immagine: profilo Instagram società.

LA SICUREZZA TRA I PALI

Il post-Alisson è stata una grandissima sofferenza per la capitale giallorossa. Dopo un anno è arrivata una vera è propria sicurezza a difendere la porta della Roma. In un mercato in cui si sono persi alcuni riferimenti come Manolas e De Rossi, prendere Pau Lopez è una mossa decisamente azzeccata. Senza spendere troppo la Roma può aver trovato un pilastro per il futuro, uno come il portiere spagnolo è pronto per fare il salto di qualità.

Fonte: profilo Twitter ufficiale della AS Roma

TRATTENERE I PROTAGONISTI

Le italiane ora hanno la forza di opporsi alle ricche proposte per i propri uomini chiave. Chiesa e Milinkovic-Savic ne sono il chiaro esempio. Per Fiorentina e Lazio sono probabilmente gli “acquisti” più importanti di questa stagione. La nuova proprietà della Fiorentina non ha tentennato un secondo davanti alle varie occasioni di cedere il figlio d’arte, ora può vivere una stagione da protagonista cercando la definitiva consacrazione. Invece Douglas Costa non è stato trattenuto, non c’è mai stata la possibilità di vederlo andare via da Torino, il brasiliano è l’uomo in più per questa Juventus dopo 2 anni a corrente alternata con Allegri. La sua fantasia al servizio del gioco di Sarri, una gioia per gli occhi degli amanti del pallone, il brasiliano sta già iniziando a rubare la scena.

Fonte: profilo Instagram ufficiale di Douglas Costa

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

L’Inter ha deciso: Skriniar torna nel derby ma senza fascia di capitano

Pubblicato

:

Inter

Il calciomercato si è concluso e Milan Skriniar è rimasto all’Inter, il suo trasferimento al Paris Saint-Germain è rimandato in estate. Adesso, però, i nerazzurri devono affrontare la parte più difficile di questa separazione: far convivere lo slovacco con l’ambiente in questi ultimi mesi a Milano. I tifosi, infatti, non hanno preso bene la scelta del calciatore di non rinnovare il contratto con il club e non hanno perso tempo nel manifestare la propria rabbia e delusione.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, Skriniar non sarà più il capitano dell’Inter su scelta della dirigenza, ma il difensore tornerà comunque tra i convocati in vista del derby di domenica contro il Milan.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Il DS dell’Empoli: “C’è ancora tanta strada da fare”

Pubblicato

:

Empoli

Chiarimenti importanti in casa Empoli per spiegare le strategie di mercato attuate durante la finestra invernale appena terminata. A sciogliere ogni riserva ci ha pensato il direttore sportivo Pietro Accardi, il quale ha rilasciato dichiarazioni ufficiali nel corso della conferenza stampa. Non sono mancati riferimenti ai colpi in uscita, come Bajrami, oltre che a quelli in entrata, su tutti il ritorno di Caputo.

SULL’ACQUISTO DI PICCOLI – “C’è molta soddisfazione, era un calciatore che noi avevamo cercato due anni fa e che poi non eravamo riusciti a prendere. La soddisfazione è doppia perché ho visto un ragazzo motivato e contento di venire qui, ha spinto molto per venire all’Empoli”.

SULLE STRATEGIE ATTUATE – “Stiamo ragionando sulla stagione attuale, c’è ancora tanta strada da fare e abbiamo cercato di mettere dentro giocatori funzionali per quello che è il calcio del nostro allenatore. Quindi abbiamo ragionato prettamente su questa stagione”.

SU BAJRAMI – “La sua cessione nasce appunto da un’opportunità delle ultime ore, abbiamo deciso di accontentare il giocatore perché dopo lo scorso campionato sicuramente le sue aspettative erano diverse. Questa estate non c’è stata per lui la possibilità di andare da un’altra parte, abbiamo quindi ritenuto opportuno che questa fosse la giusta chiusura per un ragazzo che ha dato tanto”.

SULL’IMPATTO DI CAPUTO- “Quando abbiamo perso Destro per infortunio, abbiamo ritenuto opportuno inserire un giocatore esperto e abbiamo subito pensato a lui. Quindi sì, mi aspettavo questo impatto. Lammers? Lo reputo un attaccante straordinario, ma non si è integrato con l’ambiente e abbiamo deciso questo scambio dal quale riteniamo di aver tratto vantaggio”.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Ziyech può ancora partire: il Chelsea lo offre al Besiktas

Pubblicato

:

Ziyech

Hakim Ziyech potrebbe ancora lasciare il Chelsea nonostante la chiusura del calciomercato. I Blues, dopo il mancato trasferimento al Paris Saint-Germain, sono alla ricerca di una nuova sistemazione per il marocchino, sempre più in basso nelle gerarchie di Potter dopo i nuovi acquisti offensivi.

Secondo quanto riportato da Fanatik, il club inglese avrebbe offerto il calciatore al Besiktas, ma i turchi avrebbero chiesto del tempo per approfondire la fattibilità dell’operazione sul piano economico.

Continua a leggere

Calciomercato

UFFICIALE – La Salernitana cede Sy al Nimes

Pubblicato

:

Salernitana

Il mercato in casa Salernitana ci ha riservato un’ulteriore trasferimento in uscita. La cessione del terzino mancino Sanasi Sy al Nimes, club di Ligue 2, è ora ufficiale. Il 23enne francese era un esubero nell’organico dei granata, tanto da non essere mai convocato da mister Nicola per gli impegni di Serie A.

Il classe ’99 ha firmato un contratto con i francesi valido fino al 2025, periodo durante il quale cercherà di trovare spazio e di mettere in evidenza le proprie qualità. Fin da subito potrebbe essere un tassello importante per evitare la retrocessioneavendo sicuramente più occasioni di quante concessogli in Campania, complici le ottime prestazioni di Mazzocchi Bradaric sul laterale sinistro.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969