Connect with us

La nostra prima pagina

Tutte le strade portano al derby

Pubblicato

:

Veretout

L’ORA DEL DERBY

Per decretare l’esito di un duello all’ultimo sangue, poche altre cornici al mondo sono adatte come lo è Roma.
La città dei romanisti e dei laziali è nata, è stata fondata quasi 30 secoli fa per questo tipo di battaglie. Verso il centro-città potete trovare un’antica arena abbastanza famosa a testimoniarlo.
E il popolo romano, di conseguenza, sembra fatto apposta per infiammare l’atmosfera prima, durante e dopo una battaglia del genere.

Nella Capitale d’Italia, quando c’è il derby, l’elettricità nell’aria comincia a librarsi una settimana prima, tuonando poi per 90 minuti di pura tempesta, la domenica, e lasciando scottati gli animi romani per un’altra settimana almeno.
Chissà cosa può succedere domani, poi, che il fischio d’inizio è stato fissato a mezzogiorno e mezza: l’ora più bollente del giorno più atteso della città più emozionante d’Italia.

E se quanto appena detto vale per ogni duello tra lupi ed aquile, quello di domani è uno scontro che vale ancora di più, per diverse ragioni.

RAGIONE…

Perché la Lazio è la squadra che, battendo proprio i giallorossi in Coppa Italia, li ha privati di ogni speranza di trofeo in questa stagione. Eppure la Roma si gioca l’ultima, vera, chiamata per impensierire la Juve nella corsa scudetto. Una vittoria, domani, non rappresenterebbe soltanto una dolce vendetta ma l’opportunità di tornare a -6 dalla capolista bianconera, con lo scontro diretto da giocare in casa.

La Lazio, da parte sua, potrebbe confezionare il biglietto per l’Europa League del prossimo anno tagliando fuori in maniera quasi definitiva le milanesi. Vero è che ha anche la finale di Coppa Italia per aggiudicarsi un posto in Europa ma, considerato l’avversario, gli uomini di Inzaghi sanno bene che la corsia preferenziale per uscire dai confini nazionali passa prima di tutto dalla propria posizione di campionato.

La Roma, ancora, non può permettersi di perdere perché una contemporanea vittoria del Napoli rimetterebbe in discussione il secondo posto e la conseguente qualificazione diretta ai gironi di Champions League. Non un dettaglio, se si pensa a come sono andati i preliminari col Porto a inizio stagione.

Se ancora non si è consapevoli dell’importanza di questo derby, si potrebbero quindi prendere in considerazione tutti i duelli e le sfide individuali contenuti in una sola partita: da Milinkovic-Savic, che potrebbe diventare il primo giocatore nella storia del derby a segnare tre volte di fila, a Francesco Totti (a proposito di Storia, con la S maiuscola), che potrebbe vivere la sua ultima stracittadina da protagonista.
Ci sono poi Dzeko e Immobile, agli antipodi del rettangolo di gioco, che si guardano lontani lontani sul campo ma decisamente più vicini in classifica marcatori (25 referti per il primo, 20 per il secondo).

E ancora: lo scontro, bellissimo e spietato, tra i centrocampisti: tecnica e genialità romanista contro dinamismo e duttilità laziale. La componente fisica non manca a nessuno: si prevedono contrasti importanti.

…E SENTIMENTO

Ultimo ma non ultimo, la cornice di questa lotta brutale e atavica: l’Olimpico. Le tifoserie, gli sfottò, le grida, i cori e le coreografie. I sussulti sulle occasioni mancate, i sospiri sulle conclusioni a lato, la rabbia per un errore difensivo, i fischi di paura, l’agitazione generale quando le squadre si allungano, gli schemi saltano e il derby entra nel vivo. Il frastuono tribale e irrazionale del gol.
Perché il derby è così: può non accadere nulla per un tempo intero, anche un’ora, ma poi arriva il momento in cui qualcosa scatta, e non si tratta per forza di una rete. Un’azione improvvisa, un fallaccio a metà campo, un accenno di rissa. Basta una scintilla per scatenare un incendio, e nel caso di Roma si tratta di un fuoco che si nutre della tensione e delle emozioni di centinaia di migliaia di tifosi sparsi in tutta la capitale, uniti in apnea dall’amore per il calcio e divisi inconciliabilmente dai colori che sostengono. Un combustibile potente e incontrollabile, ingestibile e introvabile altrove.

Il derby di Roma è soprattutto questo: statistiche e classifiche possono condirlo di importanza ma i romani lo aspettano così tanto per motivi che esulano dalla matematica e dalla ragione.
È – piuttosto – la voglia di vedere l’avversario sconfitto ai tuoi piedi, di lottare senza una reale motivazione se non per la gloria effimera di un giorno, per il furor di popolo. È l’euforia di poter esultare in una grande arena, anche se non è il Colosseo.

In conclusone, è proprio guardando Roma- Lazio che si può capire perché duemila anni fa Roma fu quello che fu.
Non si tratta dei tre punti, dell’Europa o del campionato, ma di dare vita a una battaglia gladiatoria che renda Roma, una volta di più, eterna.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

La nostra prima pagina

Milik: “Come si ferma Mbappé? Con dei motorini!”

Pubblicato

:

Mbappe

Polonia e Francia si affronteranno per gli ottavi di finale di Qatar 2022. Il pronostico è tutto dalla parte dei campioni del Mondo ma questo Mondiale ha già saputo riservare sorprese e ogni partita si è dimostrata aperta.

POLONIA AGLI OTTAVI: PARLA MILIK

Alla vigilia del match contro i transalpini ha parlato Arkadiusz Milik, attaccante della Polonia e della Juventus, dimostrando gioia e carica per l’imminente faccia a faccia contro una delle favorite per Qatar 2022: “Domani giocheremo una partita fantastica contro i Campioni del Mondo. Questo è un sogno che si avvera per tutti noi. Superare i gironi era il nostro obiettivo, ma vogliamo tutti continuare ad andare avanti. Ci sono cose che vogliamo e dobbiamo migliorare per continuare a giocare in questo torneo. Non sentiamo pressioni, non ce le imponiamo, sappiamo di poter giocare meglio a calcio“.

La Francia è una squadra piena di stelle e nonostante l’assenza del Pallone d’Oro, Karim Benzema, Deschamps può contare su calciatori come Griezmann, Giroud e, soprattutto, Kylian Mbappé. La tecnica e la velocità di Mbappé sono un’arma temibile e Milik ha provato a sdrammatizzare scherzando sulle doti dell’attaccante del PSG: “Come fermarlo? Penso che dovremmo comprare dei motorini ai ragazzi in difesa. Seriamente, è difficile giocare contro uno dei migliori giocatori del mondo, sarà importante giocare di squadra perché nessuno può fermarlo“.

Continua a leggere

Flash News

Stati Uniti da record, sono i più giovani del Mondiale

Pubblicato

:

Uruguay

Gli Stati Uniti scendono in campo a breve per affrontare l’Olanda negli ottavi di finale di Qatar 2022. La squadra statunitense è quella con l’11 iniziale più giovane di tutta la competizione e oggi segna un nuovo record.

BABY PRODIGIO

Il giovane centrocampista degli Stati Uniti, Yunus Musah, che in Italia piace ad Inter e non solo, sta disputando un ottimo Mondiale fatto di quantità e qualità. Musah, titolare anche nel match valido per gli ottavi di finale contro l’Olanda, con questo gettone fa registrare un nuovo record per la selezione a stelle e strisce. Nella presenza contro l’Olanda, con i suoi 20 anni e 4 giorni, Musah diventa il più giovane calciatore statunitense a partire titolare in un match ad eliminazione diretta del Mondiale, record appartenuto fino ad ora ad una leggenda del calcio negli States: Landon Donovan fermo a 20, 3 mesi e 13 giorni.

 

Continua a leggere

Flash News

Lautaro scivola in panchina, Batistuta: “Non è necessario che giochi con Alvarez”

Pubblicato

:

Lautaro

Dopo il passo falso iniziale contro l’Arabia Saudita, l’Argentina si è ripresa e ha strappato il pass per gli ottavi di finale da prima nel girone. Tra le delusioni di queste prime tre gare c’è sicuramente Lautaro Martinez. Su di lui ha parlato uno dei più grandi bomber argentini: Gabriel Omar Batistuta.

BATISTUTA È CERTO: “NON È NECESSARIO”

Non sta andando come ci si aspettava il Mondiale di Lautaro Martinez, ancora a secco di gol e scavalcato nelle gerarchie da Julian Alvarez. Il centravanti dell’Inter si è mostrato spesso nervoso e poco coinvolto nel gioco della squadra di Scaloni. Su di lui pesa la prima gara, dove per due volte si è visto annullare il gol per fuorigioco millimetrico. La sconfitta dell’Argentina ha, inoltre, spinto il ct ha varare qualche cambio. Dopo la staffetta nel match contro il Messico, Julian Alvarez si è preso il posto da titolare contro la Polonia e, probabilmente, contro l’Australia. Di Lautaro ha parlato a Tyc Sport l’ex attaccante dell’albiceleste Gabriel Omar Batistuta:
Penso che non ci sia lo spazio per farli giocare insieme e anche che non sia necessario. Non vedo la necessità da parte dell’Argentina di giocare con due numeri 9. Non tutte le squadre hanno giocatori di questa qualità lì davanti e questo mi fa ben sperare per il torneo. Non credo comunque che possano giocare insieme a meno che non sia successo qualcosa di strano e tu debba segnare 3-4 gol tutti insieme“.

Continua a leggere

Flash News

Preoccupano le condizioni di Pelé: le ultime notizie dal Brasile

Pubblicato

:

Una tremenda notizia si fa strada dal Brasile: le condizioni di salute di Pelé sarebbero in peggioramento. Il campione brasiliano si trovava ricoverato all’Ospedale Albert Einstein di San Paolo dal 30 novembre.

INDISCREZIONE DAL BRASILE: PELÉ SAREBBE GRAVE

In Brasile è trapelata una notizie che, se confermata, sarebbe drammatica per il mondo del calcio. Come riportato da A Folha, la stella verdeoro Pelé sarebbe in gravi condizioni di salute. Il quotidiano riporta come O’Rey non stia rispondendo alla chemioterapia, cura dovuta al tumore all’intestino per il quale era stato operato. L’ex calciatore sarebbe stato, dunque, portato nel reparto di cure palliative. La notizia non è ancora stata confermata né dall’ospedale né dai familiari di Pelé ma andrebbe decisamente in contrasto con le parole precedenti che parlavano di una situazione sotto controllo e un ricovero già programmato per l’ex Santos.

Sono arrivate anche le prime reazioni, tra cui quella di Kylian Mbappé. La stella della Francia, nonostante l’impegno imminente negli ottavi di finale di Qatar 2022, ha voluto esprimersi attraverso il suo profilo Twitter.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969