Connect with us

La nostra prima pagina

“El Trenza” e l’Inter che non vuole rinascere

Pubblicato

:

La partita d’addio alla Roma, e molto probabilmente al calcio, di Francesco Totti sta attirando tutte le luci della ribalta in questa 38esima giornata di Serie A. Così quasi inosservato passa il congedo di Rodrigo Palacio dall’Inter, che ha deciso di non rinnovare il contratto dell’argentino. Una separazione silenziosa che si addice al personaggio: nella sua esperienza italiana ha dato prova di essere assai concreto, per nulla dedito a disperdere parole in inutili proclami. Proprio per questa sua indole poco avvezza al mettersi in mostra, è giusto dedicare un piccolo omaggio a un calciatore che ha sempre profuso il massimo impegno nella causa sposata.

I SUCCESSI ARGENTINI

Rodrigo Sebastian Palacio nasce a Bahia Blanca, in Argentina, il 5 febbraio 1982, e vanta doppio passaporto, argentino e comunitario (spagnolo), dovuto alle origini del nonno, trasferitosi in Sud America a seguito della guerra civile degli anni Trenta. L’influenza del padre, a quei tempi tesserato dell’Olimpo de Bahia Blanca, lo sospinge fin dalla tenera età verso il calcio. Muove i primi passi calcistici nel Bella Vista, formazione locale. A 19 anni passa all’Huracan, dove si mette in mostra siglando 15 gol nella sua prima stagione tra i grandi. Dopo un’avventura biennale al Banfield, ha la sua grande occasione: nel 2005 si trasferisce al Boca Juniors, uno dei club più prestigiosi al mondo. In questi anni, oltre alle 2 Recopa, 1 Coppa Sudamericana, 2 campionati e 1 Copa Libertadores, conquista il soprannome “El Trenza”, in onore della sua particolare acconciatura, caratterizzata dall’inconfondibile treccina. Con la maglia del Boca gioca anche la finale del Mondiale per club del 2007, terminata con una sconfitta ai danni del Milan, a cui però ha segnato il gol dell’1 a 1, una sorta di anticipazione del prossimo futuro. Dopo 5 stagioni ricche di soddisfazioni decide di mettersi alla prova in Europa: risponde presente alla proposta di Preziosi e si trasferisce al Genoa nell’estate del 2009, lasciando Buenos Aires con uno score di 82 reti in 185 presenze.

Un giovane Rodrigo Palacio ai tempi del Boca

LA CONSACRAZIONE IN ITALIA

In Italia mette subito in mostra le sue doti tecniche e tattiche sotto la guida di un timoniere esperto come Gian Piero Gasperini. La disponibilità al sacrificio e la duttilità tattica dell’argentino fanno subito di lui un elemento chiave dello scacchiere tattico genoano. Dopo due stagioni di buonissimo livello, arriva la consacrazione definitiva in un’annata travagliata per i rossoblù. Si succedono 3 allenatori diversi in panchina e la squadra si salva al photofinish con un 17esimo posto in campionato. “El Trenza” è il salvatore della patria che trasformandosi in goleador, incomincia a segnare senza sosta. Conclude la stagione siglando 21 gol in una squadra che ha lottato fino all’ultimo per non perdere la categoria. L’interesse delle grandi non tarda a giungere.

“El Trenza” in azione con la casacca del Genoa

GLI ANNI NERAZZURRI

Nel giugno 2012 un’Inter desiderosa di ricostruire dopo un anno deludente decide di puntare sul suo talento. L’impatto a Milano è devastante, migliora anche le statistiche della sua ultima annata al Genoa. Nei primi mesi vanta una media di un gol ogni 103’ e forma insieme al connazionale Milito, in fase calante, un buon tandem offensivo. Il girone di ritorno si rivela invece deludente e condanna la truppa di Stramaccioni alla nona posizione finale. Palacio sigla 22 reti tra Europa League e campionato nel suo primo anno a Milano. Le stagioni successive seguono lo stesso leit motiv, un Palacio che mette anima e corpo per la maglia, disposto a ricoprire qualsiasi ruolo pur di dare il proprio contributo – indimenticabile il quarto d’ora finale in coppa Italia contro il Verona in cui sostituisce Castellazzi tra i pali – ma una lunga sfilza di delusioni calcistiche accumulate sul campo. Con l’arrivo di Mancini ha poi avuto a disposizione sempre meno spazio e in questa ultima stagione è stato protagonista solo di alcune comparse.

PREDICA NEL DESERTO

Con Inter-Udinese si chiude l’esperienza di Palacio con la casacca nerazzurra, dopo 58 reti in 168 presenze. Lascia in un silenzio pieno di significato: saluta con l’umiltà di cui manca gran parte della rosa interista, con lo stile di chi ha sempre dimostrato di essere un grande professionista, dedito alla causa e disposto a mettere in secondo luogo i propri interessi a favore di quelli del gruppo. La dirigenza ha deciso di lasciar partire l’emblema delle qualità umane e professionali che meno sono rappresentate nell’attuale spogliatoio, invece di farne un pilastro della ricostruzione, prima di tutto morale, di cui necessita. “El Trenza” cercherà una nuova sistemazione per concludere la sua onorevole carriera, con l’amaro in bocca per aver predicato nel deserto nerazzuro, in cui il suo buon esempio è stato poche volte seguito.

In bocca al lupo per il futuro Trenza!!

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Leao rassicura i tifosi: “Arriveranno altri gol”

Pubblicato

:

Leao

I tifosi del Milan sono impazienti di scoprire il futuro del loro gioiello Rafael Leao. Ovviamente tutti sperano in un rinnovo del forte giocatore portoghese, che attualmente è impegnato con la propria Nazionale nei Mondiali in Qatar, dove ha già segnato il suo primo gol.

Di recente c’è stata una frase molto positiva per l’ambiente rossonero dello stesso giocatore rispondendo ad un video pubblicato dal Milan via Twitter, dove vengono mostrati proprio i gol di Leao.

Ne arriveranno altri”. Questa è la frase che rassicura il Milan su un probabile rinnovo del calciatore.

Tuttavia, tale trattativa andrà avanti alla fine del Mondiale, dove entrambe le parti si siederanno a tavolino per discuterne.

Continua a leggere

Flash News

Napoli, Rrahmani e Sirigu lavorano a parte!

Pubblicato

:

Pronostico Liverpool-Napoli

Dopo lo stop della Serie A a causa del Mondiale, il Napoli riprende i lavori nel ritiro in Turchia. I partenopei hanno iniziato l’allenamento al Winter Football Series in vista delle prossime partite amichevoli che li prepareranno per l’inizio del campionato.

Come riportato da TMW, la squadra di Spalletti ha iniziato la sessione con una fase di attivazione con un torello, per poi passare ad una partita con 5 porte piccole e ad esercitazioni tecniche finalizzate al tiro. Il tutto si è concluso con la consueta partita a campo ridotto. Va precisato che RrahmaniSirigu hanno svolto dei lavori personalizzati. L’obiettivo è recuperarne la condizione fisica ideale in vista dell’ amichevole contro il Villareal che si terrà il 17 dicembre.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Dani Alves eterno: superato Roberto Carlos per presenze in Nazionale

Pubblicato

:

Dani Alves

Dani Alves, subentrato al 63esimo nella sfida contro la Corea del Sud, ha raggiunto quota 126 presenze con la Seleçao. Il terzino verdeoro, alla sua seconda apparizione in questo Mondiale, ha superato Roberto Carlos nella classifica dei giocatori con più presenze in Nazionale. Adesso, per Alves lo scoglio da superare per stabilire un nuovo record è Cafu. L’ex giocatore del Milan, però, sembra imbattibile: le sue rpesenze in Nazionale, infatti, sono ben 142. 

Continua a leggere

Flash News

Francia-Tunisia, respinto il reclamo per il gol annullato a Griezmann

Pubblicato

:

Francia

La FIFA ha diramato un comunicato in cui ha respinto il reclamo per il gol annullato durante Francia-Tunisia.

Siamo negli ultimi minuti di Francia-Tunisia, Tchuameni crossa in mezzo e dopo un colpo di testa Griezmann si avventa sul pallone calciando di destro e insaccando a reta dopo una carambola tra i difensori tunisini. L’arbitro fischia la fine ed il risultato è di 1-1, ma dopo il fischio finale il direttore di gara torna a rivedere al VAR l’azione. Dopo il consulto annulla la rete per offside. I transalpini non hanno mandato giù la vicenda e dopo la partita hanno presentato reclamo alla FIFA. Oggi però i francesi hanno ricevuto notizia che il reclamo è stato respinto e la Tunisia può così conservare la vittoria per 1-0 ottenuta con il gol al 58′ di Khazri. Nonostante la sconfitta la Francia ha conservato la prima posizione nel girone mentre i nordafricani non hanno evitato l’eliminazione.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969