Uno dei duelli che ha animato la regular season in MLS è andato in scena nella città degli angeli, Los Angeles. Attori protagonisti, non ad Hollywood ma negli stadi di LA FC e Galaxy, sono stati Zlatan Ibrahimovic e Carlos Vela. I due attaccanti si sono sfidati per la conquista del titolo di capocannoniere del campionato e non sono ovviamente mancate le provocazioni. Qualche mese fa infatti, lo svedese si era espresso così in merito al collega:

“Se mi sento più forte di lui? Di gran lunga, non ho dubbi. Quanti anni ha lui? 29? E gioca già in MLS. Io dove ero a quell’età? In Europa. Beh, c’è una bella differenza… Il campionato americano non è allo stesso livello di quelli europei. Dobbiamo essere onesti e ammetterlo. Prima giocavo con giocatori al mio livello, o quasi. Invece qui sono come una Ferrari in mezzo alle Fiat.”

Alla fine però, purtroppo per Ibra, è stato il messicano ad aggiudicarsi il titolo con la bellezza di 34 reti in 31 apparizioni, alle quali si aggiungono anche 10 assist. Zlatan ha comunque disputato un ottima stagione viste le 30 reti in 29 gare e proverà certamente a rifarsi nei playoff per il titolo.

Vela ha così battuto il record di goal in un’unica stagione in MLS, appartenente all’ex Torino Josef Martinez. Il venezuelano aveva realizzato 31 reti lo scorso anno con la maglia dell’Atlanta United, che gli sono valsi anche il titolo di MVP del campionato.

Grandissima stagione per l’ex Real Sociedad che ha avuto anche la più alta media realizzativa con 1,12 goal ogni 90 minuti e magra consolazione per Ibrahimovic che ha superato l’attaccante della Vinotinto questa classifica, piazzandosi al secondo posto (1,03).

(Fonte immagine di copertina: account Instagram di Carlos Vela)