L’allenatore della squadra basca, Imanol Alguacil, intervistato per Marca, racconta la sua visione in merito al cinque volte Pallone d’Oro. Senza nascondere l’immensa stima verso l’argentino, si esprime sui canoni del club di San Sebastián.

Messi? Il suo valore è indiscutibile, ma non potrebbe mai giocare con noi. Non si adatterebbe al nostro approccio mentale, condito da umiltà e normalità. Certo, con lui potrei vincere più partite, ma allenarlo mi farebbe venire il mal di testa.

Da qui, una visione del mondo del pallone distante da questioni economiche. La praticità del calcio basco viaggia sui caratteri brevementi descritti dal tecnico, entro cui un campione del calibro di Messi avrebbe complicanze nel rientrarci. Inoltre, i dati forniti da Transfermarkt mostrano una politica precisa: in riferimento alla rosa, la squadra presenta un’età media Under 25, oltre ad un esiguo 24 % di giocatori stranieri. Difatti, anche l’inno della storica società rimanda alla gioventù e freschezza: Gazte, gazte, gazte, gazte, gaztedi, Gaztedi txuri-urdinak! Tradotto: Giovane, giovane, giovane, giovane, gioventù. Gioventù bianco-blu!

Fonte immagine copertina: profilo FB @LaLiga