Connect with us

La nostra prima pagina

340 giorni dopo: Alessandro Florenzi si è ripreso la Roma

Pubblicato

:

italia

Alessandro è tornato: 340 giorni dopo l’inizio di un incubo chiamato “rottura del crociato” il numero 24 giallorosso è tornato al gol nella convincente vittoria dei suoi contro il Milan. È un gol semplice, che arriva nel corso di una partita giocata da esterno di attacco. Un gol semplice ma che è un urlo liberatorio che scaccia via tutti i fantasmi. Un pianto esattamente opposto a quello del 26 ottobre 2016, mentre sussurrava a Spalletti “mi sono rotto il crociato mister”. Alessandro Florenzi, un ragazzo che strappa applausi in tutti gli stadi d’Italia grazie alla grande sportività, a un sorriso vero e alla capacità di essere sempre quello più stremato al fischio finale.

IL MEAZZA E MONTELLA NEL DESTINO

Era partito tutto da qui: allo stadio Giuseppe Meazza era arrivata la prima gioia in Serie A. Seconda giornata della stagione 2012-2013, contro l’Inter, con Zeman sulla panchina dei giallorossi. Un gol di testa, su assist del solito Totti, in una partita che, come quella dell’ultima domenica, ha regalato molte emozioni. Era partito tutto da lui, Vincenzo Montella, che nella Roma lo aveva fatto esordire nel 2011, e che oggi vede il posto vacillare anche a causa delle giocate del ragazzo che lui aveva lanciato.

Di Francesco gli ha chiesto uno sforzo importante contro il Milan, schierandolo dal primo minuto come esterno offensivo. Lo ha tenuto in campo fino all’ultimo ed è stato ripagato da una partita di grande corsa, non sempre lucida e con un errore a tu per tu con Donnarumma che poteva pesare psicologicamente come un macigno. Poi il gol del definitivo 2-0, la liberazione e la gioia dei 3 punti.

JOLLY

Sorride eccome Mister Di Francesco, che con “Floro” aggiunge un’opzione offensiva non da poco. Ai Microfoni di Sky, l’ex allenatore del Sassuolo lo ha definito “un piccolo Callejon quando gioca da esterno. Ed effettivamente poter aggiungere a El Sharawy, Perotti, Defrel e Schick un giocatore in grado di coprire quel ruolo anche a partita in corso, interpretando in maniera perfetta i tagli richiesti dal suo allenatore, è un lusso che pochissime squadre possono permettersi. Senza contare tutte le altre possibilità: mezz’ala, ruolo interpretato a Crotone, o terzino destro, come fatto negli ultimi anni tra Spalletti e Garcia.

Per adesso, a ragion veduta, lo staff rimane cauto sulla quantità di partite in cui farlo partire da titolare, e sta dosando il minutaggio servendosi di Bruno Peres. L’impressione è, comunque, che in poco tempo torneremo a vedere Florenzi in campo in ogni occasione.

IL VERO CAPITAN FUTURO

Quello di Florenzi è un rientro importante per la Roma non solo per quanto riguarda questa stagione. Alessandro, senza ombra di dubbio, è il vero Capitan Futuro. Il grande addio di Totti ha ovviamente lasciato la fascia nelle mani di Daniele De Rossi, lui che per primo aveva ricevuto l’investitura di futuro leader. Ma il centrocampista ha ormai superato i 34 anni, ben 8 in più di Alessandro che ha già acquisito una leadership straordinaria e l’appoggio di tutto il pubblico dell’Olimpico. Essere poi nati in uno dei luoghi della Roma popolare, nel quartiere di Acilia, non fa altro che renderlo più amato. In un processo che con lo stadio dovrebbe ancora di più lanciare la Roma nel panorama delle grandi Florenzi potrebbe davvero essere il profilo giusto per tornare ad alzare un trofeo importante.

SENATORE AZZURRO

Un discorso simile vale per la nazionale: il cambio generazionale in corso è sotto gli occhi di tutti e giocatori come lui sono fondamentali per iniziare un nuovo corso che riporti la nazionale dove le spetta. Le 24 presenze con la maglia azzurra, iniziate con Prandelli e proseguite da titolare con Conte e Ventura, lo rendono già un punto fisso nonostante i solo 26 anni di età. E non è difficile immaginare che sia fra i designati dalla vecchia guardia per prendere le chiavi della squadra. Non sarà questa tranche di partite che lo vedrà tornare a cantare l’inno nazionale, ma quando avrà completamente ritrovato la forma Ventura non potrà far altro che giovarne. 

340 giorni dopo Alessandro è tornato: è tornato il gol, è tornato completamente il sorriso ed è arrivata la vittoria. Uno straordinario esempio di forza d’animo e caparbietà nel non perdere mai il sorriso e nel puntare sempre dritto all’obiettivo, che è finalmente stato raggiunto e che chiude quel maledetto incubo, con l’auspicio che lo faccia una volta per tutte.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Hjulmand può salutare Lecce: su di lui l’Eintracht

Pubblicato

:

Hjulmand

Il capitano del Lecce, Morten Hjulmand si è rivelato una delle sorprese nella prima fetta di stagione. Il danese, classe 2003, ha collezionato tre assist in 15 partite, tra campionato e Coppa Italia, giocando davanti alla difesa.

Statistiche che lo hanno messo in vetrina. Infatti, come riporta l’esperto di calciomercato Nicolò Schira, su di lui è piombato l’Eintracht Francoforte. Un’opzione, secondo il giornalista, per lo più in vista della prossima estate. In particolare, il centrocampista è un punto fisso di Baroni e difficilmente il club giallorosso lo lascerà andare in questa sessione di mercato, con un obiettivo salvezza da raggiungere.

Non solo. Corvino e Trinchera sono al lavoro per rinforzare la squadra, cercando – appunto – un vice Hjulmand: si fanno i nomi di Benassi e di Zurkowski, entrambi alla Fiorentina, e utilizzati col contagocce da Italiano.

Continua a leggere

Flash News

Diario Mondiale, giorno 21: Croazia-Argentina in semifinale, oggi gli altri due quarti

Pubblicato

:

Messi

Nella prima delle due giornate dei quarti di finale il Brasile dice addio al Mondiale, perdendo ai rigori contro la Croazia, dopo l’1-1 nei i tempi supplementari. Ad affrontare i croati ci sarà l’Argentina, vincente sempre dagli undici metri a discapito dell’Olanda. Oggi gli altri due match: Francia-Inghilterra e Marocco-Portogallo.

CROAZIA-BRASILE

Il percorso del Brasile – favorita della competizione insieme alla Francia – a Qatar 2022 si ferma ai quarti di finale. Rigori fatali per i Verdeoro di Tite (da ieri non più commissario tecnico dei sudamericani) che, al 105’ con Neymar, vanno in vantaggio e sentono profumo di semifinale. Aroma che cancella Petkovic a tre minuti dalla fine della gara. Dagli undici metri Livakovic (ancora!) e il palo di Marquinhos cancellano i sogni di gloria del Brasile, mandando Modric e compagni al settimo cielo.

OLANDA-ARGENTINA

Nell’altro match di giornata, l’Argentina di Leo Messi raggiunge i croati in semifinale, dopo una pazza partita. Molina e Messi portano la Selección sullo 0-2, facendo presagire una serata tranquilla per la squadra di Scaloni. La doppietta di Weghorst (grande schema sul finale dei tempi regolamentari che porta al 2-2). I Martinez sono invece decisivi nei rigori: Emiliano con due rigori parati e Lautaro col tiro dagli undici metri decisivo.

FRANCIA-INGHILTERRA

Probabilmente il match più atteso di questi quarti di finale. Sarà Mbappé contro Kane, Deschamps contro Southgate. I Blues arrivano dal 3-1 contro la Polonia, con Giroud galvanizzato dal record con la Nazionale francese. Dall’altra parte i giovani inglesi non vogliono fermarsi, reduci dal 3-0 al Senegal arrivato con una scioltezza sorprendente.

MAROCCO-PORTOGALLO

La sorpresa di questo Mondiale, il Marocco, affronta una delle squadre più complete a livello di organico di questa edizione, il Portogallo. Da capire se Cristiano Ronaldo tornerà dal primo minuto dopo la panchina con la Svizzera. Marocco-Portogallo è anche Hakimi contro Cancelo, due terzini passati dall’Inter e tra i più moderni del calcio attuale.

Continua a leggere

Flash News

Mario Rui sul Crystal Palace: “Buona squadra, sarà una gara difficile”

Pubblicato

:

Saelemaekers

Il Napoli di Luciano Spalletti continua il suo ritiro di Antalya, in Turchia, per prepararsi al rientro ufficiale in campo, quando affronterà l’Inter a San Siro. Gli azzurri vogliono continuare il loro rullino di marcia, interrotto per la pausa del Mondiale. Tra i – tanti – giocatori che si sono messi in risalto nella prima parte di stagione c’è sicuramente Mario Rui.

Il portoghese ha parlato ai microfoni di Sky Sport sulla preparazione e sul match contro il Crystal Palace, squadra inglese con cui i partenopei si confronteranno domani alle 16.00. Queste le sue parole:

Siamo davvero fortunati ad avere a disposizione queste strutture. Sicuramente questo ci fa lavorare ancora meglio e ci fa preparare nel migliore dei modi per la ripresa del campionato. Crystal Palace? Affronteremo una buona squadra, una squadra forte che gioca in uno dei campionati più belli al mondo e sarà una partita difficile visto che stiamo lavorando tanto fisicamente. Stiamo bene però è giusto che ci sia anche un po’ di stanchezza, ma queste sono le partite giuste che ci daranno dei segnali importanti per il futuro“.

Continua a leggere

Flash News

Scalvini dopo il match contro l’Eintracht: “Buon test, nessun problema con il ruolo”

Pubblicato

:

Roma-Atalanta

L’Atalanta di Gasperini ha pareggiato 2-2 contro l’Eintracht Francoforte, venendo successivamente sconfitta ai calci di rigore, al Trofeo Achille e Cesare Bortolotti.

Tra i protagonisti della gara Giorgio Scalvini, sempre di più al centro degli schemi del tecnico nerazzurro. Il classe 2003 ha parlato ai microfoni di Sky Sport subito dopo la partita con i tedeschi:

È stato un buon test e buona prestazione dal punto di vista fisico, ma anche tattico e tecnico. Stiamo lavorando molto sotto questi aspetti in vista della seconda parte del campionato. Ruolo? Mi trovo più a mio agio in difesa, ma sto bene anche a centrocampo, nessun problema a spostarmi“.

Scalvini ha parlato anche di obiettivi personali da raggiungere: “Io già leader? Faccio quello che posso dando il massimo. Posso migliorare in tutto, dal punto di vista fisico e di personalità, c’è tanto tempo per lavorare. Mi ispiro molto a Thiago Silva, il mio idolo da bambino. Anche ora che è più anziano – calcisticamente parlando – è un grande giocatore, mi piace molto“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969