Connect with us

La nostra prima pagina

5 giocate del vero Antonio Cassano

Pubblicato

:

In questi ultimi mesi, Antonio Cassano ci ha un po’ preso tutti in giro vacillando tra il ritorno e il definitivo stop, arrivato ieri con tanto di lettera firmata. Ha dato materiale ai giornali, ha regalato qualche risata e anche qualche critica aspra a chi in lui, ormai, ci vedeva solo una maschera di carnevale. Ma ha regalato anche un piccolo sogno, a coloro che potevano vederlo con la maglia della propria squadra e chi invece, instancabile romantico, avrebbe voluto vederlo solcare un campo da calcio per l’ultima volta. Perché in fondo in fondo tutti abbiamo creduto in Antonio Cassano.

Ecco allora 5 momenti, tra gol, assist e giocate estemporanee, in cui Fantantonio ci ha mostrato la parte migliore di sé.

18 DICEMBRE 1999: BARI-INTER

Non si poteva che partire da qui, dal plurinarrato primo gol in Serie A da minorenne, con la maglia della sua squadra, della sua città. In questo gol già si intravede tutto il talento di Cassano: lancio lungo dalla difesa, controllo con il tacco per aggiustarsi il pallone, sterzata tra i due difensori avversari e tiro in buca d’angolo.

4 DICEMBRE 2005: LECCE-ROMA

Probabilmente il gol più bello dei 52 segnati con la maglia giallorossa. Emulando la giocata iconica del compagno e capitano Totti, Cassano fa partire un lob al limite dell’area di rigore che beffa il portiere dei pugliesi, Chimenti. Quando l’allievo impara dal maestro.

2 SETTEMBRE 2006: ITALIA-LITUANIA

Da due splendidi gol segnati ad un gol mancato, che però ruba gli occhi per la preparazione al tiro. Nella prima gara valida per le qualificazioni ad Euro 2008, l’Italia si trova sull’1-1 contro la Lituania. Cassano si trova davanti due uomini al limite dell’area di rigore: con un tocco sotto supera il primo ed elude il tackle scivolato dell’altro, per poi piazzare col destro anticipando anche il tentativo dell’ultimo difensore. Palla che sfiora il palo alla sinistra del portiere: sarebbe stata la ciliegina.

17 FEBBRAIO 2008: GENOA-SAMPDORIA

Soprattutto a partire dai suoi anni a Genova, Cassano ha imparato anche a mettere il suo immenso talento a disposizione dei compagni, rivelandosi un formidabile assistman (nei suoi ultimi anni in A anche da fermo). Il derby della Lanterna del girone di ritorno viene deciso da una sua incredibile azione personale: punta Bovo e lo salta con un tunnel, poi si libera di altri due difensori in un fazzoletto e disegna un cross perfetto sul secondo palo per Maggio, che in due tempi riesce a battere Rubinho.

21 MARZO 2010: SAMPDORIA-JUVENTUS

Mentre la Juventus sta vivendo la prima delle due stagioni antecedenti all’era Conte, che la terranno fuori dall’Europa che conta, la Sampdoria di Del Neri è in piena lotta per un posto in Champions League. La partita si mantiene in equilibrio, con diverse occasioni da entrambe le parti. Alla mezz’ora Cassano sfodera la giocata che risolve il match: riceve palla non molto oltre la metà campo e fa partire una parabola che beffa, guarda caso, ancora Chimenti (non del tutto incolpevole).

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Il Bologna punta Terzic ma Italiano vorrebbe tenerlo

Pubblicato

:

Italiano

Come è noto, il Bologna è alla ricerca di un terzino sinistro titolare di spessore come richiesto da mister Thiago Motta. L’obiettivo numero uno per il mercato di gennaio è Terzic della Fiorentina. Come riporta Il Corriere dello Sport infatti, il Bologna sarebbe in forte pressione sull’ex Stella Rossa, che gradirebbe la destinazione visto il posto da titolare assicuratogli.

Il posto fisso in squadra è una tentazione forte per il serbo, che però Italiano vorrebbe tenere in rosa visto che può tornare utile sia da vice Biraghi sia da prima alternativa sulla destra. Un altro problema è il contratto: scade nel 2024 e quindi non sarebbe possibile un prestito con diritto di riscatto. Sono previsti nuovi incontri tra le due dirigenze per capire la fattibilità dell’operazione.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Obiettivo 60 milioni per l’Inter: gli indiziati verso la cessione

Pubblicato

:

Dumfries

L’obiettivo dell’Inter è di trovare una cifra complessiva di 60 milioni, entro il 30 giugno. Secondo Tuttosport, questo tesoretto sarebbe fondamentale per la dirigenza, che sta giocando ad un puzzle dove tutto deve combaciare. Sì, perché la situazione legata alla cessione dei big non è definita. Il prescelto, stile Hakimi, per la cessione, è Denzel Dumfries. Il Mondiale ha fatto ciò che l’Inter sperava: mettere in mostra le qualità dell’olandese. Ma l’agente del giocatore Pimenta ha fatto presente che l’aumento della sua valutazione porterebbe ad una maggiore difficoltà per la cessione.

Una dichiarazione diretta, che fa capire come ad Appiano Gentile è stato messo in chiaro che l’olandese deve trovare una sistemazione che lo paghi a fior di quattrini. Ma parlavamo di un puzzle, perché il tassello Skriniar potrebbe cambiare la situazione relativa alla cessione di Dumfries, perché il rinnovo non arriva e il PSG spinge. Un mancato rinnovo obbligherebbe i nerazzurri a cedere lo slovacco a gennaio, con conseguente permanenza dell’Orange.

Non basterebbe la cessione di uno dei due per far quadrare i conti: l’obiettivo è anche cedere giocatori come Lazaro e Sensi, investimenti onerosi senza un ritorno adeguato.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

5 top club su Vlahovic: la risposta della Juve

Pubblicato

:

Juventus

L’avventura ai Mondiali di Vlahovic, così come la prima parte della stagione vissuta in maglia bianconera, è stata caratterizzata dalla pubalgia che ormai lo affligge da mesi, che da uno stato d’animo inquieto. In Qatar il serbo ha giocato solo 66 minuti realizzando solo un gol, alla Svizzera.

Lunedì, dopo dieci giorni di vacanza post Qatar 2022 Vlahovic sarà di nuovo a Torino, per riprendere la preparazione in vista del 4 gennaio. Il serbo vuole rimettersi in carreggiata per dimenticare questa prima fetta di stagione.

IL MERCATO CHIAMA

Seppur il giocatore sia un punto fermo della rosa di Max Allegri, non sono mancati i tanti sondaggi dei club esteri in particolare. Come riporta Tuttosport, infatti, cinque top club esteri si sarebbero informati sul serbo: nello specifico, si tratterebbe di Chelsea, Manchester United, Arsenal, Bayern Monaco e PSG. La decisione della Juve sarebbe quella di non lasciarlo partire né oggi né in futuro, ma se arrivasse l’offerta giusta il club potrebbe vacillare.

 

 

Continua a leggere

Calciomercato

Luis Alberto potrebbe rimanere in biancoceleste: il motivo

Pubblicato

:

Lazio

La situazione Luis Alberto ha tenuto per diversi mesi i tifosi biancocelesti sulle spine. Le dichiarazioni sia della società che dell’entourage del giocatore hanno fatto comprendere che ormai il rapporto è complicato. Tuttavia, il giocatore si sta allenando con costanza a Formello, sotto gli occhi di mister Sarri, a differenza dei mesi precedenti fatti di “mal di pancia”.

Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, lo spagnolo sarebbe ormai conscio che la Lazio non ha nessun accordo con possibili acquirenti. Il problema sta nella formula richiesta da Lotito, 20 milioni e a titolo definitivo. I soldi andrebbero subito su Ilic, giocatore del Verona richiesto da Sarri per sostituire Luis Alberto. Le società interessate, quali Valencia, Villarreal e Atletico, mettono come condizione il trasferimento a titolo temporaneo. A queste condizioni non si lavora, Lotito avvisa, e il giocatore avrebbe ripreso gli allenamenti proprio perché sta prendendo sempre più forma la clamorosa riappacificazione con Sarri, dopo la guerra di questo inizio stagione.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969