Dove trovarci

5 squadre in cui potrebbe andare Mandžukić

Fonte: profilo Instagram Mario Mandžukić

Quella che vedete qui sopra è l’ultima foto che Mario Mandžukić ha pubblicato sui social. Era il 7 agosto scorso, e pare che quella sia stata l’ultima volta che è stato visto in campo. Da allora non si è sentito parlare di lui più di tanto. Non è stato mai annunciato dagli speaker negli stadi; in panchina è stato convocato soltanto tre volte, ma è rimasto seduto in ombra senza entrare in campo; e anche se è apparso in qualche notizia di calciomercato, queste non sono state certificate o ufficiali. Quindi: Mario Mandžukić, dove sei finito?

L’ultima volta che è stato visto indossava una maglia bianconera, con la quale era solito scendere in campo da quattro anni a questa parte. Quasi sicuramente però, se ne sta liberando, e a breve sarà pronto per indossarne un’altra. I rapporti in casa Juve infatti non vanno bene, complice l’arrivo del nuovo tecnico Sarri e la disponibilità, pare, di lui stesso a stare fuori dal progetto juventino per questa stagione. L’addio del croato da Torino quindi se non è certo poco ci manca: a gennaio il suo nome potrebbe comparire di nuovo per qualche trattativa di mercato. Solo allora scopriremo quale altro luogo proverà a scaldare il suo cuore di ghiaccio così come ci ha provato la città della Mole.

AAA SQUADRA CERCASI

Ci siamo sbizzarriti cercando di immaginare quale squadra potrebbe accoglierlo nella sua trequarti. In teoria, per trovare un club pronto a ingaggiarlo (10 milioni secondo Transfermarkt), dovremmo capire quale squadra abbia bisogno di un centravanti di carattere, che la sappia buttare dentro, e che sappia trasformare i lanci in area di rigore in brillanti gioielli per fare la differenza negli scontri decisivi. Tralasciando (in Italia) il Milan, al quale calzerebbe a pennello, in base alle sue caratteristiche personali ci siamo immedesimati nel suo procuratore.

MANCHESTER UNITED

50% di probabilità. I Red Devils sembrano infatti essere i più quotati per accogliere l’ariete croato. Dopo la cessione del numero 9 Lukaku all’Inter, il Manchester United necessita di una pedina da far muovere in area. I giovani Rashford e Martial avrebbero infatti bisogno di una personalità più prepotente davanti, che si possa subito inserire nel gioco di Solskjaer. Il 33enne Mandžukić avrebbe le caratteristiche adatte per far compagnia all’attacco degli inglesi e la Premier potrebbe essere il campionato in cui fare un’esperienza nuova e diversa. Passato dalla Bundesliga, a La Liga e in Serie A, il gioco all’inglese potrebbe scaldare il suo animo determinato, e oltre a una prova tattica e di crescita calcistica, Mario potrebbe sfidare i tifosi inglesi a farsi scappare un sorriso dal loro humor. Anche se non ce lo vediamo a prendere il tè alle 5 del pomeriggio, resta curioso immaginarlo a inzuppare biscotti con i gentlemen inglesi (o più probabilmente a mangiare fish and chips).

BORUSSIA DORTMUND

20% di probabilità. Una possibilità medio bassa potrebbe esistere per la squadra del Muro giallo. Il ritorno in Bundesliga sarebbe senza dubbio interessante e nella squadra tedesca, rivale storica dell’ex club di Mandžukić, si sta cercando una punta per rinforzare la rosa. I gialloneri sono fermi al sesto posto in classifica e stanno avendo qualche difficoltà nel campionato: reduci infatti dall’ultima sfida contro il Bayern, i giocatori del Borussia hanno incassato quattro gol e anche se a centrocampo sono ben forniti, davanti mancherebbe un giocatore abile nel districarsi e prendersi la scena. Per citare anche qui lo stereotipo per eccellenza, il “sempre-serio” Mario starebbe bene nel clima settentrionale della Germania, per pungere freddo e diretto dove più serve.

QATAR

10% di probabilità. Sfumata per un per un pelo la trattativa in estate, Mario potrebbe prendere di nuovo in considerazione la sponda orientale. Due squadre erano infatti interessate al suo acquisto, prima Al-Gharafa e poi il club di Doha Al-Rayyan, ma l’affare è saltato poco prima della chiusura del mercato per alcune complicazioni contrattuali. Il fascino degli Emirati potrebbe riemergere e far mettere, probabilmente, un punto finale alla sua carriera da calciatore. Il croato potrebbe appunto optare per il fine calcio giocato e scegliere di far tramontare la sua grinta nel paese degli sceicchi, e per iniziare a studiare, nel frattempo, i terreni del Mondiale 2022.

BOLOGNA

5% di probabilità. Tra i portici bolognesi e il rosso che scorre tra i mattoni delle case degli abitanti, c’è un posto per un centravanti di carattere. Ipotesi Ibra? Vero. Sta prendendo quota la suggestione Zlatan, anche se per adesso non ci sono i contatti tra club e giocatore. Se però non andasse in porto l’ingaggio della squadra emiliana, Mandzu starebbe bene tra Destro, Santander e Palacio, e anzi, toglierebbe ogni dubbio su chi schierare come prima punta e potrebbe essere un felice ripiego al posto del mostro svedese.

ALTRO

Ciò che resta di probabilità. Infine, perché non intraprendere una carriera diversa, nel calcio ma non sul campo? Oppure, perché non sul campo, ma in un’altra divisa? D’altronde questa è l’unica via già immortalata con uno scatto.

Fonte: profilo Twitter Tancredi Palmieri

Fonte immagine in evidenza: profilo Instagram Mario Mandžukić.

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Generico