Connect with us
Aaron Ramsey, con l'addio di Hauge si scalda la pista Milan

Calciomercato

Aaron Ramsey, con l’addio di Hauge si scalda la pista Milan

Pubblicato

:

Jens Petter Hauge è un ormai un ex calciatore del Milan. Il norvegese si trasferisce all’Eintracht e dà il via libera per l’approdo di Aaron Ramsey in rossonero.

Fonte foto: gazzetta.it

Dopo una sola stagione con la maglia rossonera, Hauge lascia Milano per volare in Bundesliga. Tutto è iniziato con la sfida tra il Bodø/Glimt e il Milan nel terzo turno preliminare di qualificazione all’Europa League. La squadra norvegese incanta e mette in serio pericolo il Milan sul prato di San Siro. E Hauge è la stella indiscussa della formazione ospite. Nonostante la sconfitta, Hauge fa colpo sul pubblico italiano. Ed il Milan inizia immediatamente a muoversi per quel giovane talento, riuscendo a portarlo a Milano per una cifra attorno ai 4 milioni.

Dopo una stagione il valore del classe ’99 si è triplicato, arrivando fino ai 12 milioni spesi dall’Eintracht per portarlo a Francoforte. Con un’altra casella libera in attacco e con i soldi guadagnati dalla cessione, il Milan si fionda completamente nella ricerca del trequartista che possa prendere il posto di Çalhanoğlu. E tutto lascia presagire che il nuovo fantasista possa arrivare dalla stessa Serie A.

L’ultimo nome sulla lista è quello di Aaron Ramsey, oggetto misterioso della Juventus, dichiaratamente sulla lista dei partenti. Allegri ha espresso parole di apprezzamento per il gallese, che vede bene davanti alla difesa con ruoli di regia. Ma le parole del tecnico livornese potrebbero essere solamente frasi di circostanza. E, soprattutto, lo stipendio del numero 8 bianconero è molto alto. Troppo, per le casse di una Juventus che deve ridurre i costi e che sta operando per altri nomi in quella zona del campo.

Ed ecco che quindi l’ipotesi Milan si fa molto concreta. Il gallese ha l’esperienza giusta e può essere da modello per molti altri rossoneri, al loro esordio in Champions League. E i vantaggi fiscali garantiti dal Decreto Crescita alleggerirebbero il peso del suo stipendio attualmente di 7 milioni di euro.

Fonte foto: milannews.it

La trattativa dovrebbe andare in porto con la formula del prestito, così da permettere al Milan di reinvestire il tesoretto di Hauge per altri giocatori. Nel frattempo, però, il Milan ragiona sull’opzione-Ramsey, che sembra aver superato le altre piste per la garanzia di essere una scelta già rodata sia per la Serie A, sia per la Champions League, disputata con la maglia dell’Arsenal.

Nel frattempo, però, restano calde le piste per gli altri nomi sulla lista di Massara e Maldini. Da Vlašić a Ziyech, passando per la suggestione James Rodríguez.

 

Fonte immagine in evidenza: fanpage.it

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Quanto vale il “no” di Audero della Sampdoria al Nottingham Forest: le cifre

Pubblicato

:

Pagelle

Il Nottingham Forest ha cercato, prima di virare su Keylor Navas, di arrivare ad Emil Audero della Sampdoria. Secondo quanto riportato da SampdoriaNews24, gli inglesi avrebbero fatto un’importante offerta per l’ex portiere della Juventus, che avrebbe però rifiutato la destinazione.

Si sarebbe trattato di un prestito a un milione di euro più nove in caso di riscatto, facilmente raggiungibile poiché legato alla permanenza in Premier League del Nottingham Forest. Ma il portiere della Sampdoria ha declinato l’offerta, rimanendo così in blucerchiato, dove cercherà assieme ai suoi compagni e a Stankovic di rimanere in Serie A.

Continua a leggere

Calciomercato

La rivelazione di Stefano Antonelli: “Era tutto fatto per Deulofeu al Tottenham”

Pubblicato

:

Deulofeu

Gerard Deulofeu, uno dei protagonisti della prima parte di stagione dell’Udinese, sarebbe stato molto vicino al trasferimento al Tottenham. Questa la dichiarazione rilasciata dall’intermediario dell’operazione, Stefano Antonelli, a TMW.

Durante la sessione di calciomercato invernale dunque, Deulofeu avrebbe lasciato l’Udinese per volare oltremanica e raggiungere Antonio Conte agli Spurs, ma l’infortunio al ginocchio dell’ex canterano del Barcellona ha bloccato tutto. Queste le parole di Antonelli:

LE PRETENDENTI – “Non è andato alla Roma ma soprattutto al Tottenham che è stata la squadra più vicina. Non se n’è parlato ed è stato giusto così, è stata una trattativa riservata“.

LA TRATTATIVA SALTATA – “Un’operazione praticamente conclusa. Poi il calciatore per un risentimento fisico ha dovuto fare una pulizia al ginocchio e così è saltato tutto“.

Continua a leggere

Calciomercato

Di Lorenzo a vita con il Napoli: il piano per il rinnovo

Pubblicato

:

Di Lorenzo

Aurelio De Laurentiis vorrebbe blindare uno degli uomini chiave del suo Napoli, che tanto bene sta facendo al pari dei più appariscenti Osimhen e Kvaratskhelia: si tratta del capitano, Giovanni Di Lorenzo.

Secondo quando riportato da Il Mattino, nonostante l’attuale contratto dell’ex Empoli lo leghi al Napoli fino al 2026, nei piani di entrambe le parti in causa ci sarebbe una sorta di rinnovo a vita. Si studia infatti un prolungamento fino al 2027, dunque di un altro anno, in cui verrebbero inserite delle clausole legate a rendimento e presenze, volontà di De Laurentiis per cautelarsi dato che comunque Di Lorenzo arriverà ad avere 34 anni nel 2027.

Discorsi rimandati a fine stagione, con l’unico pensiero in questo momento in tutto l’ambiente azzurro che è lo Scudetto da raggiungere, ma la prima proposta all’agente di Di Lorenzo, Mario Giuffredi, sarebbe già arrivata.

Continua a leggere

Calciomercato

Skriniar presente nel derby: senza fascia ma con il supporto dei tifosi

Pubblicato

:

Skriniar

Come è ormai noto, Milan Skriniar lascerà l’Inter in estate direzione PSG. Tutto fatto insomma con i parigini che però non hanno convinto l’Inter a lasciarlo partire già a gennaio, questione di cash: il PSG si è spinto fino a 15 milioni, l’Inter ne chiedeva almeno 20. Allora si dovrà aspettare per il passaggio definitivo.

Adesso arriva il derby più strano e duro per Skriniar. Come riporta la Gazzetta Dello Sport, il giocatore deve essere tranquillo, vista la presa di posizione della curva interista che non lo fischierà al suo ritorno in campo. Anche l’AD Marotta ha avuto una sorta di conciliazione con il difensore.

Ora è tutto nelle mani di Skriniar che, seppur senza la fascia da capitano (data a Lautaro), dovrà rimanere concentrato e collezionare l’ennesima prestazione ad alti livelli.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969