Connect with us
Addio al Camp Nou?

Flash News

Addio al Camp Nou?

Pubblicato

:

La notizia è davvero sconvolgente per quanti amano il lato romantico del calcio. Tuttavia bisogna ammettere che di romantico, nello sport più amato al mondo, c’è sempre meno. La conferma arriva dal Barcellona. Il Camp Nou, simbolo del barcellonismo, teatro storico di mille battaglie, di cui molte glorie e poche delusioni sportive, potrebbe presto scomparire. Secondo quanto riportato da RAC1, la “colpa” sarebbe di un accordo economico che il club catalano è vicino a stringere con un’azienda, la quale sostituirebbe il suo nome a quello dello stadio. Il Barcellona, in passato, era sempre stato intransigente sulla questione sponsor, tanto da non permettere che comparissero che anche sulle maglie da gioco. Ora, inevitabilmente, deve conformarsi alla nuova organizzazione del calcio, che ha allargato gli orizzonti ed è sempre più business.

I DETTAGLI

La società in questione si chiama Grifols, e tale molto probabilmente sarà il nuovo nome dello stadio del Barcellona. Si tratta di una multinazionale catalana del settore farmaceutico e ospedaliero che si dedica soprattutto alla produzione di prodotti per il sangue. Le trattative con il club blaugrana pare vadano avanti dall’ottobre 2017, quando Grifols era stato indicato come nuovo sponsor del Barça prima della smentita. I discorsi sono comunque andati avanti e potrebbero portare ad un esito positivo entro l’arrivo del nuovo anno.

Non sono ancora noti i costi della partnership, che dovrebbe consentire di sostenere i costi del progetto di ampliamento fino a 105mila posti e di riqualificazione dell’area verde presentato dal club nello scorso aprile. Questo dovrebbe realizzarsi nel 2021 con un peso economico complessivo di 600 milioni di euro.

18 ANNI DI STORIA

Il Camp Nou è stato inaugurato il 24 settembre del 1957, in occasione di un amichevole contro il Legia Varsavia, vinta dai blaugrana 4 a 2. Il primo gol nel nuovo stadio è stato segnato proprio dal giocatore del Barça Eulogio Martinez, attaccante paraguiano che ha trascorso 6 anni in Catalogna. E’ stato però solo nel 2001, sotto la presidenza Joan Gaspart, che lo stadio ha assunto ufficialmente il nome Camp Nou. Nel 2019 compirà, dunque, il 18esimo “compleanno, molto probabilmente l’ultimo della storia. Questione di business, con tanta pace per i romantici del calcio…

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Vlahovic rammaricato dopo Napoli: “Ho avuto occasioni che potevano risolvere la partita”

Pubblicato

:

vlahovic juventu

Le parole di Vlahovic dopo la sconfitta nel big match contro il Napoli per 2-1. La apre Kvara, la decide Raspadori. La Juventus dovrà fare a meno di Vlahovic contro l’Atalanta, dato la diffida scattata dopo il giallo rimediato contro proprio contro gli azzurri. Questo quanto detto ai microfoni di DAZN da Vlahovic.

OCCASIONI  – “Sinceramente penserò a tutte le occasioni mancate. Se voglio fare quello step avanti come calciatore quelle occasioni le devo sfruttare. Ho avuto delle occasioni che avrebbero potuto risolvere la partita. Non ho da rimproverarmi niente perché so che durante la settimana do tutto il mio, ma comunque non ho giustificazione. La squadra ha fatto una buona partita sul piano tecnico tattico. Vorrei complimentarmi con i miei compagni, abbiamo fatto una buona partita”.

TIRO ALTO – “Quando non seguo il mio intuito è così. Alla fine ho deciso di tirare di prima, queste sono occasioni dove faccio gol 9/10. La palla l’ho vista un po’ corta poi ci ho pensato troppo. Continuerò a lavorare e sono convinto che migliorerò. Voglio sempre il massimo. Ma il problema è che abbiamo perso, non che non ho segnato. Tutti vogliono diventare i migliori. Spero di tornare a fare gol già dalla prossima gara, non l’Atalanta sfortunatamente”.

ALLEGRI – “Il mister è stato bravissimo ad inserire tutti questi giovani. Dobbiamo continuare ad ascoltarlo e penso che già dal prossimo anno dobbiamo pretendere di vincere lo scudetto. Vincere è nel DNA del club. Allegri ci ha fatto crescere tantissimo. La gara contro l’Empoli ci ha dato un grande colpo mentale. Contro l’Inter siamo entrati in partita dopo una batosta con l’Empoli. Penso comunque che siano tutti step di crescita”.

OBIETTIVO – “Sarò contento se ci qualificheremo per la Champions. Alle cose personali non ci penso. Siamo un grande gruppo, so quanto ci tengono tutti, questa è la cosa che ci spinge ad andare avanti”.

Continua a leggere

Flash News

Allegri dopo la sconfitta col Napoli: “Dispiace perchè abbiamo fatto una bella partita, il problema Allegri non esiste”

Pubblicato

:

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus - Serie A, Coppa Italia

Le parole di Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, dopo la sconfitta per 2-1 contro il Napoli. Il tecnico livornese ha parlato ai microfoni di DAZN:

TANTISSIME OCCASIONI – “Stasera i ragazzi hanno fatto una bella partita. Anche nel primo tempo abbiamo avuto buone occasioni. Sono passaggi di crescita che i ragazzi devono fare. Siamo ancora secondi momentaneamente e ancora 11 partite da giocare per raggiungere il nostro obiettivo”.

MIRETTI E ALCARAZ – “Avendo fuori McKennie e Rabiot ho messo loro che hanno fatto un’ottima partita. Oggi bello vedere la squadra che si è aiutata. Loro non hanno avuto occasioni nitide davanti a Szczesny, noi non abbiamo sfruttato al meglio le nostre. Dispiace perchè veniamo sconfitti”.

RAMMARICO MAGGIORE – “Bisogna migliorare su tante cose. L’esperienza in queste partite verrà fuori: difenderemo meglio, saremo più svegli sul rigore. Vediamo anche il lato positivo: oggi ha giocato la Juventus più giovane forse della storia. Stiamo lavorando bene, l’importante è raggiungere la zona Champions”.

RIGORE – “Sono dispiaciuto. Loro ci hanno anticipato, noi siamo stati lenti. Bravo Szczesny a parare un rigore tirato male, se l’avesse tirato bene forse finiva in angolo“.

CAMBIAMENTI DOPO L’INTER – “Questo è il calcio. Ci sono momenti in cui tutto va bene e altri in cui non gira nulla. A Verona abbiamo preso il gol più bello del campionato. Bisogna continuare a lavorare così. Abbiamo fatto 57 punti per ora, siamo dentro il nostro obiettivo“.

FUTURO – “Invitate il mio agente e ve lo fate spiegare. Io sono l’allenatore della Juventus e sono molto contento. Ogni anno a questo punto della stagione mi chiedete del futuro. Il problema Allegri in questo momento non esiste: c’è una stagione in corso in cui dobbiamo raggiungere degli obiettivi. Siamo concentrati su quello, ringrazio i ragazzi e ci impegneremo fino alla fine“.

Continua a leggere

Flash News

Como, Roberts: “Dovevamo vincere a tutti i costi e ci siamo riusciti”

Pubblicato

:

Patrick Cutrone, giocatore del Como, Serie B, Coppa Italia

È finalmente arrivata una vittoria contro una diretta concorrente per il Como ed è arrivata nel modo più dolce possibile. Un gol incredibile di Patrick Cutrone ha dato i 3 punti al Como a pochissimi minuti dalla fine del match. Osian Roberts ha commentato la vittoria del Como ai microfoni dei giornalisti presenti in conferenza stampa, tra cui anche l’inviato per Numero Diez. Di seguito le parole di Roberts.

COMO, ROBERTS: “QUESTE PARTITE SI VINCONO COSÌ”

VITTORIA SOFFERTA – “Sapevamo che questa settimana sarebbe stata importante con 3 partite in settimana. I giocatori sono stati fantastici e si sono allenati bene. Con 7 punti in 3 partite siamo stati ripagati per il lavoro fatto”.

VITTORIA CONTRO IL VENEZIA – “Sono soddisfatto finché si vince. Dovevamo vincere a tutti i costi e abbiamo trovato un modo. Non c’era differenza tra le due squadre. Era un bel test per noi e riuscire a vincere con una diretta concorrente è un bel passo in avanti”.

SU CUTRONE E BELLEMO – “Bellemo ha subito un infortunio. Ha giocato tanto e speriamo sia solo un piccolo problema. Come capitano è stato impeccabile nell’ultima settimana anche durante gli allenamenti. Su Patrick posso dire che è stato bellissimo rivederlo in campo. Ci ha promesso che avrebbe segnato e l’ha fatto”.

DISATTENZIONE SUL GOL DEI VENETI – “Solitamente siamo bravi a mantenere il vantaggio quando segnamo. Non succede spesso di prendere gol pochi secondi dopo aver segnato. Mi dispiace e dobbiamo sicuramente analizzare e capire  il motivo di quel gol”.

Continua a leggere

Flash News

FLASH – Problema all’inguine per Rrahmani in Napoli-Juventus: dentro Ostigard

Pubblicato

:

Rrahmani

Rrahmani è uscito al 65′ per infortunio, nel match tra Napoli e Juventus. Ostigaard ha preso il suo posto. Al 63′ il calciatore kosovaro si è seduto e ha aspettato che i compagni buttassero fuori il pallone per chiedere un cambio forzato. Rrahmani è comunque uscito in piedi per dare il cambio al suo compagno. Si parla di un infortunio all’inguine. Maggiori informazioni nelle prossime ore.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969