Connect with us
Andrea Agnelli saluta la Juventus, le sue parole in conferenza

Flash News

Andrea Agnelli saluta la Juventus, le sue parole in conferenza

Pubblicato

:

Agnelli

Andrea Agnelli ha salutato definitivamente la Juventus. Dopo le dimissioni di novembre, questa mattina ha parlato in una conferenza stampa d’addio insieme a Pavel Nedved. Le dichiarazioni.

LE PAROLE DI NEDVED

“Saluto e ringrazio tutti voi. Un percorso durato 20 anni: ero giovane calciatore e sono diventato dirigente di mezza età. Nel 2001 mi sono adattato alla nuova realtà grazie alla fiducia del dottor Umberto e donna Allegra. Grazie a loro ho capito l’importanza di questo club. Un onore poterlo rappresentare. In campo o dietro una scrivania. Quando nel 2010 mi hanno chiesto di entrare nel cda, ogni giorno ho potuto imparare qualcosa e dare il mio contributo. Da vice presidente è stato un lavoro quotidiano fatto di incontri e discussioni ma soprattutto passione. Senza la passione non ce l’avrei mai fatta. Alla fine grazie a lei presidente, grazie a te per l’amicizia anche fuori dal lavoro, penso alle partite del giovedì dove si è rafforzata la nostra unione. So quanto ami la Juventus e quanti sacrifici hai fatto è stato un onore stare al tuo fianco“. 

LE PAROLE DI AGNELLI

Sulla Juventus: “Non posso e non voglio nascondere l’emozione che mi anima. Si chiude un capitolo della storia della Juventus. In questo momento facciamo fatica a leggerlo. Per dare un senso alla mia attività, il mio lavoro è sempre stato quello di indicare il contesto e le strategie. Quando parliamo di calcio in realtà parliamo di industria di intrattenimento cioè da 750 miliardi, gaming, sport, teatri. Il calcio è un’industria da 43 miliardi. Quali sono le soluzioni più idonee per la nostra industria? Siamo una media company, i contenuti sono strategici. Abbiamo carenze di governance”.

Sulla Uefa: “Se io avessi voluto mantenere una posizione privilegiata da presidente Eca non avrei preso le decisioni che ho preso. Il calcio europeo ha bisogno di riforme strutturali, altrimenti avremo un declino a favore della Premier League che dominerà. I regolatori attuali non hanno intenzione di sentire i problemi dell’industria calcio. Sono in una posizione di monopolio. Auspicio è che la Corte europea riconosca l’abuso di posizione dominante della Uefa“.

Sui risultati: “La prima squadra, la Juventus Women e soprattutto la Next Gen con la Coppa Italia, stanno dando il loro frutto con inserimento talenti in prima squadra. Si può ambire ad avere il 50% della prima squadra che arriva dal settore giovanile in 5 anni, mantenendo competitività”.

“La mia volontà è voltare pagina e poter riaggredire con passione dopo qualche giorno di vacanza la mia pagina bianca. Questa è una mia decisione personale, farò un passo indietro nelle assemblee in cui partecipo come consigliere. In accordo con mio cugino John. Un passo indietro nelle società quotate Exor e Stellantis”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

La Juve piomba su Benjamin Henrichs, terzino del Lipsia

Pubblicato

:

Henrichs

La Juventus, visto il probabile passaggio al Leeds di Weston McKennie, non vuole perder tempo e ha subito individuato un nuovo profilo per sostituirlo. Si parla del classe ’97 Benjamin Henrichs, che ha catturato l’attenzione della dirigenza bianconera, come da alcune fonti tedesche, in particolare da Sky Deutschaland. Il giovane tedesco è un giocatore molto duttile, in grado di ricoprire più parti del campo. Inizia la sua carriera partendo da trequartista sotto la guida di Schmidt contro il Borussia Dortmund, passando poi a diventare un terzino sinistro.

Dopo una parentesi al Leverkusen e successivamente al Monaco, Henrichs è tornato al Lipsia, dove in questa stagione ha totalizzato ben 16 presenze, di cui 12 da titolare, mettendo a referto un gol e un assist. Il direttore sportivo del Lipsia preme per la sua permanenza, ora la decisione spetta alla Juventus, che valuterà nelle prossime ore se affondare il colpo dopo aver sistemato la questione McKennie.

Continua a leggere

Calciomercato

Ilic arrivato a Torino: domani le visite mediche

Pubblicato

:

Torino

Ivan Ilic è arrivato a Torino: il nuovo acquisto dei granata ha raggiunto il capoluogo piemontese e nelle prossime ore firmerà il contratto con il club di Urbano Cairo, dopo l’incontro che ha convinto l’entourage del giocatore serbo.

Il Torino ha battuto la concorrenza del Marsiglia aumentando la propria offerta a circa 14 milioni di euro, circa il 25 per cento in più rispetto alla proposta avanzata in precedenza.

L’ex giocatore dell’Hellas Verona dovrebbe effettuare le visite mediche nella giornata di domani, prima della firma del contratto.

Continua a leggere

Flash News

Nicola felice: “Abbiamo dato continuità difensiva alla prova col Napoli”

Pubblicato

:

Nicola

Al termine della sfida contro il Lecce, è intervenuto ai microfoni di DAZN il mister Nicola. Dopo la sconfitta nell’ultima giornata di campionato contro il Napoli, i campani portano a casa 3 punti importanti per la zona salvezza. Ecco le parole del mister.

VITTORIA – Abbiamo trovato ciò che stavamo cercando. Abbiamo modificato qualcosa a livello tattico, incontrando due squadre come Napoli e Lecce che hanno qualità diverse ma lo stesso modo di stare in campo. Abbiamo dato continuità difensiva alla prova col Napoli e siamo stati pericolosi quando potevamo in avanti. Mi è piaciuto lo spirito dei ragazzi. Bravi anche i nuovi arrivati, che si sono integrati con grande umiltà. Per noi questa partita rientra nelle partite del nostro campionato, una di quelle che ci possono permettere di raggiungere la salvezza”.

BOULAYE DIA – Ha fatto una partita straordinaria in un ruolo che conosce bene e interpreta anche meglio. È abile a diventare seconda punta e a sacrificarsi. Ma noi viviamo in un contesto in cui è difficile non sacrificarsi, nessuno può non farlo. Non possiamo permetterci di fare partite in cui non mettiamo il nostro DNA e non ci sacrifichiamo come squadra”. 

TROOST-EKONG – Io sì perché lo conosco, l’ho allenato a Udine. Ci ha dato personalità, prestanza fisica, capacità di guidare la difesa. È anche un aiuto vocale, in campo c’è anche quello che è un deterrente per l’avversario. Noi rispettiamo sempre le qualità degli avversari, in questo campionato va fatto. Ma allo stesso tempo vogliamo dimostrare di poter essere competitivi con tutti. Stasera ci siamo riusciti e abbiamo dato continuità alla prestazione col Napoli”.

Continua a leggere

Flash News

Giroud spera di tornare al gol: non è stato mai a secco per 6 gare di fila!

Pubblicato

:

Giroud

Uno dei problemi che sta affliggendo il Milan nella difficile ripresa della stagione dopo la pausa per i Mondiali è anche dato dallo scarso rendimento di Olivier Giroud, rientrato non al massimo della condizione dopo la trasferta in Qatar. L’attaccante francese, autore di 5 gol in questo campionato, non segna infatti dalla partita contro lo Spezia del 5 novembre ed è a secco da ben 410 minuti.

I tifosi del Milan si augurano che il Sassuolo, contro cui il 22 maggio scorso Giroud ha realizzato una doppietta a Reggio Emilia nella partita che ha portato lo Scudetto ai rossoneri, possa far riaccendere la fiamma del gol al proprio centravanti, che finora nella sua esperienza in Serie A non è mai rimasto a secco di gol per sei giornate consecutive. Il suo digiuno va avanti da avanti da cinque partite, perciò i tifosi del Diavolo si augurano possa sbloccarsi nel lunch match di domenica.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969