Connect with us

Champions League

Ajax-Napoli 1-6, le pagelle: Raspadori MVP, Anguissa sontuoso

Pubblicato

:

Pronostico Liverpool-Napoli

Il Napoli di Luciano Spalletti è sceso in campo alla Johan Cruijff Arena contro l’Ajax di Alfred Schreuder, gara valida per la terza giornata di Champions League del Girone A. La squadra azzurra dopo aver subito il gol del momentaneo 1-0 da parte Kudus, ha praticamente distrutto i lancieri trovando addirittura sei gol. Raspadori fa doppietta, a segno anche Di Lorenzo, Zielinski, Kvaratskhelia e Simeone. Grazie a questa vittoria i partenopei salgono a 9 punti in classifica, e ipotecano la qualificazione agli ottavi.

LE PAGELLE DELL’AJAX

Pasveer 5: Non è mai riuscito a intervenire per parare i tiri dei calciatori azzurri, anche se non ha particolari colpe sui gol subiti.

Rensch 5: Nella prima parte della gara riesce a marcare Kvaratskhelia, anche se poi è calato con il passare dei minuti. (Dal 84′ Baas s.v).

Timber 4,5: Sempre in difficoltà, non è stato capace di fermare Raspadori e gli attacchi azzurri, e in più si porta a casa il cartellino giallo. (Dal 80′ Grillisch s.v).

Bassey 4,5: Come il suo compagno di reparto gioca una brutta gara, non si è mai sentita la sua forza fisica.

Blind 5,5: Il meno peggio della difesa dell’Ajax, riesce nella prima parte della gara a mettere in difficoltà Lozano.

Alvarez 4: Mai pericoloso, una sola conclusione da parte sua finita malissimo. Non si è mai fatta sentire la sua presenza a centrocampo.

Taylor 5: Praticamente è suo il gol del 1-0, se non fosse stato per la deviazione di Kudus, l’unico ad essere stato leggermente pericoloso. (Dal 72′ Klassen s.v).

Tadic 3: Inesistente il capitano, viene anche espulso giustamente. Bruttissima la sua prestazione, il peggiore in campo.

Berghuis 4: Anche lui ha giocato una brutta gara, mai pericoloso tra le linee dei difensori azzurri.

Bergwijin 5: Non è stato particolarmente al centro del gioco, ma ha partecipato all’azione del momentaneo 1-0.

Kudus 5,5: Porta in vantaggio la sua squadra, con tanta fortuna il pallone calciato da Taylor gli va addosso e va in porta. Gol fortuito, per il resto anche lui non ha fatto la differenza. (Dal 72′ Brobbey s.v).

LE PAGELLE DEL NAPOLI

Meret 6: Il portiere azzurro non ha mai dovuto fare delle parate, gara molto tranquilla per l’estremo difensore.

Di Lorenzo 7,5: Grande gara da parte del capitano, che trova il gol 1-2 con un colpo di testa su calcio d’angolo. (Dal 84′ Zanoli s.v).

Kim 7: Gara tranquilla anche per il numero 3, che con molta facilità ha fermato gli attacchi avversari.

Rrahmani 7: Grazie anche al suo compagno di reparto è stato molto sereno, nel secondo tempo ha anche calciato in porta creando ulteriore pericolo.

Olivera 7,5: Fornisce l’assist a Raspadori per il gol del 1-1, grazie alla sua corsa verso l’attacco è stato incisivo ai fini della partita.

Anguissa 7,5: La sua prestanza fisica si fa sempre sentire in mezzo al campo, e ha fornito anche 2 assist per Zielinski e per il secondo gol di Raspadori.

Lobotka 8: Indispensabile a centrocampo, recupera palloni e in cabina di regia comanda. (Dal 80′ Gaetano s.v).

Zielinski 7: Si divora un gol clamoroso, ma poi rimedia e sigla il gol del 1-3. (Dal 46′ Ndombele 6,5: Sostituisce bene il centrocampista polacco e fa anche assist).

Lozano 6,5: Non brillantissimo il giocatore messicano, anche grazie alle ali dell’entusiasmo si è ripreso nel corso della gara.

Raspadori 8,5: Il migliore in campo, fa 2 gol e 2 assist. Partita perfetta da parte del numero 81 di Spalletti, tra l’altro serve un pallone di testa per Anguissa che poi serve Zielinski per la terza rete. (Simeone 6,5: Quando viene chiamato in causa risponde sempre presente, e infatti segna il gol del 1-6).

Kvaratskhelia 8: Ogni volta che tocca il pallone è pericolo costante, fa 2 assist e 1 gol. Il ragazzo georgiano semplicemente favoloso. (Dal 64′ Elmas 6: Prova a calciare in porta e fa una buona prestazione).

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Champions League

Pioli pensa alla Champions: possibili nuovi nomi nella lista europea

Pubblicato

:

Pioli

Nonostante tutti i riflettori siano puntati sul Mondiale in Qatar, i club europei pensano già alla seconda parte di stagione ricca di impegni e sfide affascinanti. Il Milan affronterà agli ottavi di Champions League il Tottenham di Antonio Conte, dunque Stefano Pioli sta valutando nuovi inserimenti nella lista per la coppa dalle grandi orecchie. Il tecnico rossonero sta seriamente pensando di inserire due calciatori giovani ma di buona prospettiva, ovvero il belga classe 2002 Aster Vranckx e il tedesco classe 2001 Malick Thiaw. I due calciatori non hanno trovato molto spazio in questa prima parte di stagione, ma la società rossonera ha dimostrato negli ultimi anni di saper attendere la crescita dei giovani calciatori. Due esempi recenti sono Tonali e Leao, i quali hanno avuto qualche difficoltà all’inizio per poi crescere gradualmente fino alla consacrazione definitiva.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Milan: come gioca il Tottenham

Pubblicato

:

Tottenham, Conte presenta la sfida amichevole contro la Roma

La sorte è stata benevola per il Diavolo al giorno del sorteggio, dal quale l’urna poteva estrarre sicuramente avversarie più ostiche. Evitate, di fatto, le favorite per vincere la competizione, Stefano Pioli e il suo 4-2-3-1 si giocheranno alla pari il passaggio del turno, con la consapevolezza di trovarsi di fronte un avversario valido, con il quale uscire sarebbe fattibile ma chiaramente impossibile da sottovalutare per la storia recente, il percorso di crescita fatto, il valore della rosa e soprattutto il suo allenatore.

Perché si, tutti ci aspettavano, visto l’accoppiamento possibile, che Antonio Conte alla prima occasione disponibile sarebbe tornato a Milano, ma in molti pensavano che l’urna avrebbe detto “Inter” e non i rivali di sempre. Ma se gli Spurs in campionato, da quando il tecnico leccese è salito a bordo della nave, hanno ottenuto una escalation di risultati positivi, al contrario le competizioni europee non sono mai state troppo una passeggiata.

Lo scorso anno, il Tottenham era stato escluso dai gironi di Conference League, perdendo una partita a tavolino, ma messi in una situazione non semplicissima. In questa stagione, i bianchi di Londra sono passati da primi, ma nel modo più rocambolesco possibile, in un match vinto al 94° contro un Marsiglia al quale non era stato riferito che pareggiando sarebbe comunque andato a giocare lo spareggio di Europa League.

COME GIOCA IL TOTTENHAM

Neanche a dirlo, Conte giocherà con il solito 3-5-2. Lloris è intoccabile fra i pali, con la linea difensiva composta da Romero, Dier e D. Sanchez, che insieme riescono a mischiare le loro caratteristiche, contribuendo ad aiutare la squadra con cattiveria, qualità e vizio del gol.

Hojbjerg in mediana, a sostenere il peso di un centrocampo composto da Bissouma e da un rigenerato Bentancur, che da quando ha lasciato la Juventus sembra essersi trasformato in un calciatore più maturo e bello da vedere. Se da una parte Emerson Royal era intoccabile già prima, dalla parte opposta, l’arrivo di Perisic dall’Inter, che ha scelto di non rinnovare il contratto e intraprendere questa nuova avventura, ha consegnato nelle mani del tecnico italiano uno spirito di sacrificio che altrimenti sarebbe mancato.

Il solito Son giocherà da seconda punta, in una delle migliori parentesi della sua carriera: ad oggi il sudcoreano è maturo, caparbio. Migliorato notevolmente per intelligenza tattica, sarà la spalla perfetta per Harry Kane, una delle migliori prime punte del mondo che ha però ancora una bacheca trofei completamente vuota. Scindendo dall’undici titolare, da non sottovalutare la qualità, mischiata all’imprevedibilità, del brasiliano Richarlison e la presenza di Kulusevski, che ha seguito Bentancur in coppia e come l’uruguagio sta scoprendo a Londra l’Eldorado della sua carriera.

La bravura degli Spurs nel giocare a pallone è sicuramente quella relativa al senso della posizione. Conte prima che istruirli a creare una ragnatela di passaggi, gli ha insegnato a stare bene in campo, schierarsi compatti, correndo anche meno, magari per l’eccessiva mole di gare che vengono disputate ogni anno in Premier, ma “menando” di più, giocando con la giusta cattiveria agonistica.

Il Tottenham non forzerà mai la giocata, andando al tiro solo per far gol, con una buona dose di cinismo, ed è per questa ragione che, nonostante l’urna sia stata benevola, i rossoneri dovrebbero ben vedersi da sentirsi passati prima di scendere in campo.

Continua a leggere

Champions League

Milan-Tottenham, Maignan e il caso degli slot: cosa succede

Pubblicato

:

Francia

L’infortunio di Maignan ha messo in difficoltà il Milan in questa prima parte di stagione. A metà febbraio i rossoneri sono attesi dalla sfida contro il Tottenham negli ottavi di finale di Champions League e la presenza del francese ad oggi non dovrebbe essere a rischio.

Nel corso della fase a gironi Tatarusanu ha sostituito l’ex Lille, applicando l’articolo UEFA che permette di cambiare uno o più portieri infortunati con una prognosi di almeno 30 giorni. Il reinserimento del numero uno Maignan non andrà ad intaccare quindi gli slot aggiuntivi a disposizione di mister Pioli e potrà essere reintegrato senza problemi in vista del prossimo impegno internazionale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Napoli: come gioca il Francoforte

Pubblicato

:

pellegrini

A differenza delle altre due italiane qualificate agli ottavi di Champions League, il sorteggio del Napoli è stato benevolo soprattutto per meriti dei partenopei perché la squadra di Spalletti, dopo il girone disputato e la pescata per il primo turno eliminatorio, rischia fortemente di essere la vera mina vagante del torneo.

Eppure, nonostante una rivoluzione doverosa svolta in estate, la squadra campana ha passato il turno da prima della classe, distruggendo il Liverpool vice-campione d’Europa, per 4-1. Per questo motivo, aver pescato una squadra che mai è arrivata a giocare un quarto di finale di Champions è un obiettivo meritato e, anzi, se avesse preso il PSG, unica vera compagine da evitare nell’urna due, sarebbe stata una beffa unica.

Non per questo, però, gli azzurri dovranno giocare con tranquillità contro l’Eintracht, perché i tedeschi, che fra l’altro arrivano dallo stesso folle (per risultati) raggruppamento del Tottenham, avversario del Milan, sono freschi vincitori dell’Europa League 2021-22, al termine di un percorso impeccabile, nel quale hanno persino eliminato il Barcellona.

COME GIOCA IL FRANCOFORTE

Mister Glasner in campo opterà con tutta probabilità per la solita linea difensiva a tre, a seguire un sistema di gioco che in Germania va via via sempre più verso uno sviluppo completo. Si parte dal 3-4-3, con il mantra della compattezza difensiva: difatti i due esterni, senza palla, si abbassano spesso sulla linea dei difensori, con – di conseguenza – le due ali offensive a rinculare come mezzali.

È un gioco al catenaccio sulla carta, con uno schieramento senza palla molto similare al 5-4-1. Nonostante ciò, però, a vederli giocare non si direbbe perché, se quando sono alla ricerca del possesso, la squadra diventa completamente difensivista, una volta preso il pallone, si gioca all’attacco, cercando la profondità, partendo spesso in contropiede – questo sì – ma facendo salire svariati calciatori.

Lo fanno cercando di arrivare al tiro con il minor numero di tocchi possibili, giocando perciò con impostazione che può partire sia dai lanci del portiere che dalla costruzione del difensore centrale, saltando completamente il centrocampo: un modo di offendere che i tifosi del Napoli conoscono molto bene, in quanto lo scorso anno, si tendeva spesso ad adottarlo come sistema basico del gioco, non lanciando da dietro ma giocando ad alzare la palla molto spesso, soprattutto con Fabian Ruiz e i cambi gioco di Insigne.

Il difensore del Francoforte, che spesso imposta, è lo stesso che detta la posizione della linea difensiva, il più delle volte molto alta. Se così dovesse essere anche nel doppio scontro, i partenopei potrebbero davvero annientarli grazie al loro modo corto e stretto di giocare a pallone, con inserimenti in rapidità.

Fra le molte note positive della compagine rossonera emerge l’estrema naturalezza con la quale si rendono pericolosi sui calci piazzati, nei quali il Napoli dovrà fare particolare attenzione. I calciatori con più qualità della rosa sono Lindstrom e Kolo-Muani, mentre il giocatore che andrà marcato a uomo per evitare che possa dettare i ritmi con leadership è Mario Gotze, che nel club tedesco pare ufficialmente essersi rigenerato.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969