Connect with us

Flash News

Allegri annuncia: “Bonucci e Milik dovrebbero esserci, dobbiamo fare risultato”

Pubblicato

:

Juventus

Dopo la seconda vittoria in tutte le competizioni, per la Juventus all’orizzonte c’è la trasferta a San Siro contro il Milan campione d’Italia. Alla vigilia del match che si giocherà domani alle 18, ha parlato Massimiliano Allegri. Queste le sue parole sulla partita: “É  Milan-Juventus, giochiamo contro i campioni d’Italia, sarà una partita più difficile del solito. Vengono da una brutta sconfitta e vorranno rifarsi davanti ad uno stadio pieno. Noi abbiamo tutte le condizioni per far bene”.

Sulla fatica dei bianconeri in trasferta: “Sicuramente fino ad oggi non siamo ancora riusciti a vincere fuori casa, ci auguriamo che domani possa arrivare la prima vittoria, sarà una partita bella da giocare”.

Sugli scontri diretti, che hanno visto la Juventus totalizzare appena 4 punti la scorsa stagione contro Inter, Milan e Napoli: “Ora c’è solo da fare dei risultati senza pensare alla passata stagione, tra Salerno e Monza abbiamo perso 5 punti e potevamo farne 6, va fatto un passo in avanti in tutti i sensi”.

Su Milik e Bonucci, in panchina contro il Maccabi Haifa: “Bonucci dovrebbe rientrare. Milik sta molto meglio, ci sono ancora 24 ore dovrebbe esserci ma lo valuterò tra oggi e domani”.

Sul momento che sta vivendo la Juventus: “Noi abbiamo sbagliato con la Salernitana, indipendentemente dal gol valido non dato. Ci siamo fatti prendere troppo dal nervosismo, non deve accadere perchè il campionato è lungo. Dopo quella partita siamo arrivati a Monza moralmente giù e abbiamo perso. Adesso la cosa importante è dare continuità di risultati, per riuscirci serve una prestazione di livello. Loro hanno giocatori di grande tecnica e velocità, hanno Leao e giocano davanti ai loro tifosi, ci vorrà personalità. Se riusciamo a fare risultato avremo un risultato positivo del test, magari senza risultato anche con una buona prestazione vorrà dire che questo test non l’abbiamo superato”

Su Rabiot e sulla sua possibile permanenza: “Parlare ora di mercato non ha senso e al mercato ci pensa comunque la società. Lui è in crescita come tutta la squadra, per noi l’importante è fare bene e cercare di recuperare tutti. Ci sono altre 10 partite da qui alla sosta e bisogna pensare ad una alla volta”. 

Sull’asse mancino del Milan Leao-Hernandez: “Bisonga essere bravi a coprire lì, perchè creano molto e a campo aperto sono difficili da affrontare”. 

Sulla possibilità di vedere Kostic come terzino, viste le frequenti indisponibilità di De Sciglio e Alex Sandro: “Ora è molto difficile, andrebbe fatto lavorare per vedere se può farlo, magari in futuro“.

Sul Milan: “Per limitare il Milan in campo aperto bisogna essere bravi a non concedere ripartenze e spazio a Leao. Ma hanno anche Giroud, Diaz, De Ketelaeare, dobbiamo fare una buona partita sotto il piano di personalità, forza mentale e tecnica.

Sul blackout contro il Maccabi: “Sono sicuro che la squadra farà una grande partita domani, poi giochiamo comunque contro i campioni d’Italia per cui non sarà semplice”.

Infine, una chiusura su Pioli: “Sono sicuro che la squadra farà una grande partita domani, poi giochiamo comunque contro i campioni d’Italia per cui non sarà semplice”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Polonia, Zielinski: “Con l’Arabia Saudita il mio gol più importante in nazionale”

Pubblicato

:

Napoli

Lo straordinario operato di Luciano Spalletti sulla panchina del Napoli trova modo di manifestarsi anche durante la Coppa del Mondo; a dimostrarlo ci pensa il gol segnato da Piotr Zielinski durante la sfida di ieri contro la sorprendente Arabia Saudita.

Lo stesso centrocampista polacco non ha esitato a spendere parole di ringraziamento verso l’allenatore di Certaldo, artefice della sua esponenziale crescita calcistica: “Spalletti mi ha preparato al meglio per questo Mondiale, sto riuscendo a fare bene sia nel Napoli che con la Polonia. Segnare in un Mondiale è incredibile, è il gol più importante che abbia mai segnato in Nazionale“.

La sfida di mercoledì sera contro l’Argentina, resuscitata da Messi nel match contro il suo amico Lozano, diventa dunque di vitale importanza per le sorti del gruppo C: “Poterci giocare il passaggio del turno con l’Argentina, se non addirittura il primo posto, è un qualcosa di fantastico. La differenza reti potrà essere un fattore decisivo, quindi è stato un peccato non aver segnato di più contro l’Arabia, che ci ha comunque messo in difficoltà, ed è davvero un’ottima squadra“.

Continua a leggere

Calciomercato

Roma, Mourinho ‘in pressing’ su Pinto: “Servono rinforzi”

Pubblicato

:

Mourinho

L’inverno della Roma si preannuncia più gelido che mai; i parametri del Fair-Play finanziario, con cui il club giallorosso deve fare i conti in sede di calciomercato, rischiano di tarpare le ali ai progetti di Mourinho, a cui non basta l’arrivo del solo Solbakken per ritenersi soddisfatto.

Sfumata anche la pista Mudryk infatti, la prospettiva di chiudere il mercato di gennaio senza ulteriori rinforzi diventa più che concreta, dovendo inoltre gestire il caso di un Karsdorp praticamente già con le valigie in mano.

Dal ritiro giapponese che ospita la Roma durante la pausa dovuta ai Mondiali, lo Special One ha dunque fatto trapelare la propria insoddisfazione: “Il club non ha la forza di andare ad acquistare elementi come i top player della Premier League. Acquistare un giapponese? Soltanto se costa poco“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Forlan: “Mi spiace che l’Italia non sia in Qatar”

Pubblicato

:

Forlan

In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello SportDiego Forlan, vecchia conoscenza del nostro calcio con la maglia dell’Inter e mattatore assoluto del Mondiale sudafricano del 2010, in cui vinse il premio di miglior giocatore del torneo, ha commentato la seconda assenza consecutiva degli Azzurri dalla rassegna iridata: “Sembra davvero assurdo che la nazionale campione d’Europa non partecipi ai Mondiali, eppure è così, e mi dispiace molto. Capisco cosa stiate provando, del resto anche l’Uruguay non si qualificò ai Mondiali del 1994 e del 1998″.

El Cachavacha, come lo soprannominano in patria, rimane ottimista per quanto riguarda il futuro del calcio italiano: “In Italia i giocatori forti non mancano, dunque resto convinto che al prossimo Mondiale ci sarete“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Arsenal, è fatta per Mudryk: offerta da 45 milioni

Pubblicato

:

Mudryk

Anche in tempi tutt’altro che felici come quelli attuali, l’Ucraina calcistica ha intravisto un tenue raggio di sole nella bionda figura di Mykhaylo Mudryk, talentuoso esterno d’attacco classe 2001, protagonista di un ottimo avvio di stagione con lo Shaktar Donetsk, club in cui si è formato a livello giovanile e che si è trovato per le mani una vera e propria pepita d’oro.

Secondo quanto riportato dal Sunday Mirror, sono serviti infatti ben 45 milioni (più bonus) all’Arsenal per aggiudicarsi il promettente ucraino, battendo la concorrenza di varie squadre italiane, Roma su tutte. La squadra di Arteta dunque aggiunge un altro pezzo pregiato alla propria folta batteria di “ragazzini terribili” che sta mettendo a ferro e fuoco la Premier League, che al momento vede i Gunners al primo posto solitario.

A Londra inoltre, Mudryk condividerebbe lo spogliatoio con il proprio connazionale Zinchenko.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969