Dove trovarci

Allegri, l’indicazione di Galeone sul suo futuro

L’indiscrezione che vede Massimiliano Allegri sulla panchina del Napoli nella prossima stagione sta prendendo forma? Secondo Giovanni Galeone la pista potrebbe riscaldarsi molto presto.

Non è un mistero che tra l’ottantenne ex allenatore napoletano e Max Allegri ci sia un rapporto confidenziale, per questo bisogna fare molta attenzione alle parole del mentore dell’ex Juve. Intervistato da “Radio Kiss Kiss Napoli”, Galeone ha dichiarato:

Allegri prima scelta di De Laurentiis? Max è il migliore. I due si stimano molto e c’è anche affetto. È chiaro che con la Champions le cose potrebbero prendere una piega positiva. Non lo sento da tre giorni: qualche anno fa aveva più voglia di andare all’estero, soprattutto in Premier. Ora preferirebbe restare in Italia con una nuova sfida. Sarà una questione di programmi, di come arriverà in classifica quest’anno. Credo che De Laurentiis vorrà migliorare il Napoli. Allegri vuole un club che abbia ambizioni e il Napoli ha dimostrato di averne negli anni passati. Il Napoli non è una squadra qualunque

allegri

Fonte dell’immagine: pescarasport24.it

Dopo la vincente e travagliata esperienza alla Juventus il tecnico livornese è fermo da due anni. Legato alla Juventus, nella scorsa stagione, da un contratto scaduto nel giugno 2020, “Il Conte Max” si è goduto un anno sabbatico. In questa stagione è stato più volte accostato sia a squadre italiane che a top team stranieri, ma nessuna trattativa, reale o effettiva, è andata in porto, e l’ex mister di Milan e Juventus si è potuto dedicare alla famiglia e alla moglie Ambra Angiolini. Nessun progetto ha convinto Allegri o nessuna squadra è stata convinta dalle sue idee calcistiche che in passato sono state tanto vincenti quanto discusse?

L’IDEALE PER RIPARTIRE?

L’attuale Napoli di Gattuso sta affrontando una situazione molto complessa. Dopo gli acquisti del mercato estivo (Osimhen, Bakayoko, Petagna, Rrahmani, riscatto Politano) l’obiettivo qualificazione in Champions è tutt’altro che scontato. Sfumata anche l’Europa League, oltre alla Coppa Italia, la panchina di Gattuso scricchiola non poco. Aurelio De Laurentiis sembra parecchio deluso, e dopo aver chiesto la disponibilità a Maurizio Sarri (ricevendo un rifiuto), avrebbe messo gli occhi su Massimiliano Allegri.

Il calore e la passione della piazza partenopea potrebbero dare ad Allegri gli stimoli giusti per ripartire dopo due anni di inattività, e lui potrebbe essere l’uomo giusto per risollevare le sorti del Napoli. Innanzitutto un suo eventuale arrivo non comporterebbe una rifondazione, alla quale ADL sarebbe abbastanza restio dopo gli investimenti degli ultimi anni. Nei suoi trascorsi il tecnico livornese raramente ha fatto pressioni affinché la società comprasse giocatori con determinate caratteristiche, ma ha sempre accettato il materiale tecnico a sua disposizione, impegnandosi a trovare quell’idea di gioco più congeniale alla valorizzazione dei suoi uomini.

COME SAREBBE IL NAPOLI DI ALLEGRI?

Sappiamo che Allegri non ha un modulo preferito: al Milan giocava con Boateng trequartista dietro le due punte; arrivato alla Juventus ha continuato ad utilizzare il 3-5-2 di Conte, puntando a stagione in corso sul 4-3-1-2; nella stagione culminata nella debacle di Cardiff stupì tutti puntando su un offensivo 4-2-3-1, mentre nella sua ultima annata bianconera optò per il 4-3-3.

Costante di tutte queste formazioni è l’utilizzo di una punta centrale forte fisicamente, capace di dominare nel gioco aereo (Ibrahimovic, Llorente, Mandzukic). L’unico calciatore del Napoli con queste caratteristiche è Andrea Petagna, troppo poco forse per essere al centro del progetto.

allegri

Fonte dell’immagine: arenacalcio.it

Gli altri elementi della rosa potrebbero invece rivelarsi funzionali: i vari mediani (Bakayoko, Ruiz, Demme, Elmas, Lobotka), che in quest’annata sono stati costantemente al centro della critica, potrebbero essere valorizzati, mentre la lunga batteria di esterni e fantasisti (Insigne, Mertens, Zielinksi, Lozano, Politano) potrebbe godere di quella libertà tattica della quale probabilmente necessitano per dare il meglio.

Fonte dell’immagine di copertina: profilo Twitter Soy Calcio

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News