Connect with us
Allegri in conferenza: "Dobbiamo ricompattarci, lavoreremo con un profilo basso"

La nostra prima pagina

Allegri in conferenza: “Dobbiamo ricompattarci, lavoreremo con un profilo basso”

Pubblicato

:

Juve-Frosinone

È uno dei periodi più delicati nella storia recente della Juventus. Alla vigilia del match contro l’Atalanta, i bianconeri si sono svegliati al decimo posto in classifica dopo i quindici punti di penalizzazione inflitti dalla Corte d’Appello Federale. Ha parlato anche di questo Massimiliano Allegri nella conferenza stampa odierna.

LA PARTITA DI DOMANI –“Domani una partita importante perché bisogna concludere in bellezza il girone di andata. Dopo quello che è successo ieri bisognerà ricompattarsi e lavorare con un profilo basso. Per noi comunque cambia poco, domani dobbiamo cercare di vincere per agganciare il settimo posto. Bisogna fare un passettino alla volta, dopo ci saranno Coppa Italia ed Europa League“.

IL RICORSO – “Non bisogna ripartire, le vicende giudiziarie riguardano la società. Ci sarà un ricorso e noi dobbiamo pensare solo al campo; abbiamo momentaneamente 22 punti e bisogna vincere domani per arrivare a 25. Dobbiamo scalare piano piano delle posizioni“.

INFORTUNATI E IMPREVISTI“Alla Juventus non si gioca mai con leggerezza. Giochiamo con la pressione di poter vincere, bisognerà cercare di fare il nostro lavoro e recuperare i giocatori. Con il Monza dovrebbero tornare Vlahovic e Pogba. Prima della sentenza di ieri eravamo ad un punto dal secondo posto con tutte le possibilità di ottenere i nostri obiettivi. Bisognerà cercare di far il nostro dovere, la sentenza definitiva ci sarà tra due mesi e in quel non dovremo avere rimpianti. Nei mesi scorsi c’è stato il ribaltone del C.D.A. Nella vita gli imprevisti capitano, ma da questi imprevisti si esce insieme, con la voglia e la determinazione”.

RABIOT – Rabiot ieri ha fatto un allenamento differenziato e domani dovrebbe esserci. Ieri ho parlato con Scanavino e oggi alle 14.30 Ferrero parlerà alla squadra. A noi non resta che allenarci e giocare con l’Atalanta”.

LA PENALIZZAZIONE – “La penalizzazione è un dato di fatto. Ho imparato che tutte le situazioni vanno trasformate in un’opportunità. A fine anno vedremo dove saremo arrivati in campionato. Abbiamo sessanta punti a disposizione, dobbiamo fare il massimo. La squadra sa benissimo cosa fare e per noi non è cambiato nulla. Il primo obiettivo è cercare di arrivare a 25 punti, poi vediamo il ritorno”.

RESPONSABILITÀ –Sono l’allenatore della Juventus e rimango l’allenatore della Juventus. In certi momenti dobbiamo assumerci le nostre responsabilità, quando le cose vanno bene tutti siamo bravi, quando siamo in difficoltà diventa tutto più stimolante per quanto mi riguarda. Attualmente siamo a dodici punti dal quarto posto, cerchiamo di affrontare la stagione nel migliore dei modi“.

SITUAZIONE GRAVE – “Non sono in grado di dire se la situazione fosse così grave. Quello che è certo è che bisogna accettare la sentenza di ieri, dalla parte del campo comunque queste cose non ci devono riguardare. Dobbiamo solo pensare a lavorare e a stare in silenzio. Partiamo da questi 22 punti e cerchiamo di fare il massimo possibile. I ragazzi cercheranno di fare qualcosa di straordinario“.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La nostra prima pagina

Dove vedere Bologna-Hellas Verona in tv e streaming

Pubblicato

:

Folorunsho e Karlsson, giocatori di Hellas Verona e Bologna, Serie A, Coppa Italia

DOVE VEDERE BOLOGNA-HELLAS VERONA IN TV E STREAMING – Il Bologna, in formato Champions League, ospiterà allo stadio Dall’Ara l’Hellas Verona venerdì 23 febbraio. La partita inizierà alle 20:45 e aprirà la 26ª giornata di Serie A. Il sogno per i felsinei continua e Thiago Motta vuole portare a casa altri tre punti importanti per la zona europea.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Il Bologna arriva alla sfida con il Verona dopo quattro vittorie consecutive. I rossoblù non hanno intenzione di fermarsi e puntano al posto in Champions League. Nell’ultima giornata di Serie A è arrivata una vittoria pesantissima allo stadio Olimpico contro la Lazio, segnata dalle reti decisive di El Azzouzi e Zirkzee. Il bomber olandese ha collezionato la sua nona rete in campionato, garantendo tre punti d’oro a Thiago Motta. Adesso è lecito sognare per i tifosi felsinei: il quarto posto non è più un sogno, ma con queste prestazioni può diventare realtà.

Il Verona è reduce da un prezioso pareggio casalingo contro la Juventus. Dopo esser passata in vantaggio per ben due volte, la squadra di Baroni è riuscita comunque a strappare un punto importante in zona retrocessione. I gialloblù sono a quota 20 punti insieme a il Sassuolo, ma l’obiettivo della società è chiaro: raggiungere la salvezza.

DOVE VEDERE BOLOGNA-HELLAS VERONA IN TV E STREAMING 

La sfida tra Bologna ed Hellas Verona andrà in onda venerdì 23 febbraio alle ore 20:45. Il match si potrà seguire in esclusiva su DAZN. Per seguire la partita, basterà collegarsi a una smart tv di ultima generazione, oppure su altri dispositivi tipo Amazon Fire Stick Tv, TIMVISION Box oppure su Google Chromecast. In alternativa, è possibile vedere il match anche in streaming. Basterà scaricare l’applicazione su un dispositivo mobile come PC, tablet o smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Posch, Beukema, Calafiori, Kristiansen; Freuler, Aebischer; Orsolini, Ferguson, Saelemaekers; Zirkzee. All. Thiago Motta

HELLAS VERONA (4-3-3): Montipò; Tchatchoua, Magnani, Dawidowicz, Cabal; Serdar, Duda, Belahyane; Suslov, Swiderski, Lazovic. All. Baroni

Continua a leggere

Europa League

Pronostico Roma-Feyenoord, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

Lukaku, giocatore della Roma, Serie A, Europa League, Coppa Italia

PRONOSTICO ROMA-FEYENOORD, STATISTICHE E CONSIGLI PER LA PARTITA – Roma-Feyenoord non è mai una gara come le altre. Per i tifosi giallorossi la squadra olandese è legata inevitabilmente la vittoria della Conference League 2022. Sarà un contesto diverso quello di domani sera all’Olimpico, dove si giocherà per la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League. A Rotterdam l’andata è terminata 1-1 con la squadra di Daniele De Rossi che è riuscita ad agguantare meritatamente il pareggio, grazie alla rete di Lukaku, dopo essere andata in svantaggio.

COME ARRIVA LA ROMA

L’arrivo di De Rossi, che ha sostituito Josè Mourinho, ha portato delle modifiche dal punto di vista tattico e dell’approccio. I giallorossi arrivano alla sfida dopo la netta vittoria di Frosinone per 3-0, che ha portato a 4 il numero di vittorie in 5 gare di Serie A per il nuovo tecnico che confermerà il 4-3-3. Non sarà della partita Edoardo Bove causa squalifica. La Roma, dunque potrà contare sull’entusiasmo portato dai risultati; la sola sconfitta è arrivata contro l’Inter al termine di una gara interpretata molto bene.

COME ARRIVA IL FEYENOORD

Il Feyenoord di Slot sarà atteso da una gara complicata visto l’obbligo di portare a casa il risultato pieno su un campo molto difficile. Il calore del pubblico rappresenterà sicuramente il dodicesimo uomo in campo. Anche gli olandesi, però, sono una squadra in fiducia visto il secondo posto consolidato in Eredivisie. Nell’ultimo match disputato il Feyenoord ha portato a casa i tre punti con una vittoria di misura contro l’RKC per 1-0 dopo aver dominato la gara, arrivando per più di 30 volte alla conclusione. 4-3-3 anche per Slot che punterà sul peso offensivo di Santiago Gimenez.

IL PRONOSTICO E LE STATISTICHE DI ROMA-FEYENOORD

In Roma-Feyenoord il dato che colpisce è quello che vede la Roma imbattuta tra le mura amiche nelle ultime 6 sfide contro squadre olandesi. Coerentemente con la statistica precedente, il Feyenoord, invece, non ha mai vinto nelle ultime 6 trasferte in Italia.

Anche il rendimento in Europa è diametralmente opposto, con la Roma che ha vinto le ultime 8 gare disputate in casa, mentre il Feyenoord non ha mai ottenuto il bottino pieno nelle ultime 4 gare giocate in Europa.

Detto questo, la Roma è favorita visto anche l’apporto del pubblico, ma non è da escludere che si arrivi ai supplementari. Il segno 1 è quotato intorno al 2.00 da tutti i bookmakers, mentre il segno X e il segno 2 sono oltre quota 3.00.

Probabilmente assisteremo ad una sfida con più gol visto l’atteggiamento propositivo di entrambe le formazioni. Sia Roma che Feyenoord potrebbero segnare almeno un gol.

Continua a leggere

Champions League

Calzona soddisfatto a metà dopo Barcellona: “Ho visto una reazione, i ragazzi hanno dato l’anima”

Pubblicato

:

Calzona, allenatore del Napoli, Serie A, Champions League

Il Napoli, nonostante il cambio in panchina, non è riuscito a imporsi in casa contro il Barcellona. La spinta del Maradona ha portato gli azzurri a prendersi un meritato pareggio, con un gol di un ritrovato Osimhen. L’attaccante nigeriano, appena ritornato dalla Coppa D’Africa, è il giocatore che con le sue reti può risollevare le sorti di questa squadra. Lo sa benissimo Francesco Calzona, l’attuale allenatore azzurro, che ha ottenuto sicuramente un risultato discreto, vista l’annata grigia che sta affrontando la squadra campione d’Italia in carica. Nonostante ciò, la soddisfazione è solo a metà, visto che non sono riusciti a prendersi i tre punti in casa.

Di seguito trovate le parole dette da Calzona nel post partita.

PARTITA“Chiaramente abbiamo tanto da lavorare, ma vanno fatti i complimenti alla squadra perché ha ritrovato la voglia di lottare e abbiamo fatto un buon secondo tempo, un ottimo finale secondo me. È chiaro che a livello tattico abbiamo abbiamo da fare passi in avanti, abbiamo messo in campo calciatori che venivano Coppa d’Africa che non stavano benissimo. Quando staranno meglio voglio molto di più, specialmente nella fase offensiva. Siamo andati in difficoltà anche perché non c’era pressione davanti. Abbiamo concesso cambi gioco, abbiamo concesso palle tra le linee e concedere tutto questo ad una squadra di questo livello si può pagare caro. Nel finale la squadra ha creduto di poter vincere la partita e questo è un segnale importante. Di solito nei finali avevano una sorta di calo, diciamo, però lo spirito di questa squadra mi è piaciuto molto”.

SQUADRAHo visto calciatori che hanno dato l’anima e non ci stavano a perdere la partita contro un avversario forte, fortissimo. Con i nostri problemi tattici siamo andati in difficoltà. Quello che non mi è piaciuto è che c’era molto disordine in campo, li posso anche capire assolutamente perché in due giorni non si può fare miracoli, poi chi è subentrato ha rimesso un po’ a posto le cose perché erano freschi di mente, hanno dato linfa a questa squadra e sono molto contento di chi è subentrato, assolutamente”.

ATTITUDINELa prima mezz’ora abbiamo sofferto tanto per i motivi che ho detto prima e poi la squadra ha reagito nel disordine, però ha reagito. Per una squadra lottare fino al novantacinquesimo contro una squadra di questa caratura mi fa essere soddisfatto”.

Continua a leggere

Champions League

Xavi: “Avremmo meritato la vittoria, ma dovevamo essere più concreti”

Pubblicato

:

Xavi

XAVI – Il Barcellona e il Napoli si sono date battaglia fino all’ultimo per portare a casa una vittoria. Le due squadre, però, devono accontentarsi soltanto di un pareggio. Lewandowski apre le danze al 60esimo per i blaugrana, mentre a pareggiare per i partenopei ci pensa Victor Osimhen. C’è spazio per il record di Lamine Yamal, divenuto il giocatore più giovane a prendere parte ad una gara della fase ad eliminazione diretta della UEFA Champions League a 16 anni e 233 giorni.

Dopo il pareggio del Maradona per 1-1, il tecnico del Barcellona Xavi è intervenuto ai microfoni di Prime Video. Ecco il suo commento.

LE PAROLE DI XAVI

SULLA PARTITA – “Ho una sensazione di tristezza perché abbiamo regalato solo un occasione, però questa è la Champions. La cosa più giusta sarebbe stata la vittoria del Barcellona, la squadra mi è piaciuta perchè ha pressato alto il Napoli. Dopo il gol dovevamo gestire meglio il vantaggio ed essere più concreti per chiuderla”.

HA VISTO UNA SQUADRA IN CRESCITA? – “La squadra sta crescendo, mi è piaciuta sia in attacco che in difesa, abbiamo giocato bene e meritavamo di più”.

SULL’ADDIO AL BARCELLONA – “Mi mancherà questo ambiente, ma la decisione non può essere cambiata e penso sia la decisione corretta”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969