Connect with us
Allenatori italiani all'estero: chi è Alessio Lisci?

Calcio Internazionale

Allenatori italiani all’estero: chi è Alessio Lisci?

Pubblicato

:

centrocampo

Dagli esordienti della Lazio fino alla prima squadra del Levante. Questa potrebbe essere la storia del percorso che Alessio Lisci ha fatto finora, un semplice ragazzo romano con il sogno di diventare qualcuno, ma non è tutto.

Non è tutto perché nei primi anni in Spagna il giovane Lisci si guadagnava da vivere vendendo alcuni prodotti alimentari italiani ai ristoranti locali. Adesso, invece, siede sulla panchina di un club che milita nella massima divisione spagnola, dove esattamente l’unico collega connazionale porta il nome di Carlo Ancelotti. Ciò conferma quanto sia difficile imporsi nella Liga nelle vesti di allenatore italiano.

MA COME CI È ARRIVATO FIN QUI?

“Sono romano, ho giocato in D a Guidonia e poi sempre in Promozione. Mi sono laureato facendo la triennale allo Iusm e poi la specialistica in scienze e tecniche dell’allenamento. Ho iniziato a lavorare alla Lazio, come coordinatore motorio dei Pulcini e poi con gli Esordienti, e mi sono iscritto al programma Leonardo per uno stage all’estero retribuito. All’ultimo momento è saltato tutto e ho scritto ai 20 club della Liga per sapere se avevano posto nella cantera”.

Spiega così ai taccuini de “La Gazzetta dello Sport” il suo passato Alessio Lisci.

Un cammino, dunque, composto di solo settore giovanile, sperimentando e diventando maestro del 4-2-3-1. Nell’arco di dieci anni ha guidato le giovanili e, successivamente, la squadra riserve dell’Atletico Levante. Ma il passato è passato e potrebbe non ritornare più. Oggi il tecnico italiano ha ricevuto un’incarico a termine, ma dopo le prime due buone prestazioni potrebbe essere confermato e guidare la sua squadra fino a fine stagione. I giornali di Valencia sostengono che la società possa affidare al trentaseienne l’intero blocco e troncare, dunque, la ricerca del prossimo tecnico.

“Aspetto. Finché nessuno mi dice di tornare col ‘filial’ continuo con la prima squadra. Ieri ho diretto l’allenamento e ho anche visto il Presidente che però non mi ha comunicato novità. Evidentemente stanno riflettendo, la situazione è molto aperta”.

Ammette l’allenatore del Levante.

Una decisione che il club ufficializzerà soltanto nelle prossime settimane (probabilmente nel 2022) quella sulla conferma o meno di Alessio Lisci, che dopo l’esordio con l’Osasuna è diventato l’allenatore più giovane di questa Liga. Inoltre, con la promozione in prima squadra il tecnico romano è il decimo allenatore italiano nella storia del campionato spagnolo.

LISCI NELLA STORIA

È storia. Il fatto che qualcuno sia entrato nella lista (abbastanza ristretta) degli allenatori italiani che hanno occupato una panchina iberica, è già storia. Alessio è molto giovane e di questo traguardo raggiunto potrebbe farne parlare molto di più, magari vincendo qualche trofeo così come hanno fatto mostri sacri come Carlo Ancelotti con il Real Madrid (1 Champions League, 1 Supercoppa Europea, 1 Mondiale per Club, 2 Copa del Rey) o Fabio Capello sempre con i Blancos. Quest’ultimo è riuscito ad aggiudicarsi il campionato spagnolo per ben due volte a distanza di dieci anni.

Non sempre, però, le cose sono andate per il verso giusto. Infatti, nel caso di Cesare Prandelli e Gianni De Biasi – rispettivamente con Valencia ed Alavés – le società hanno deciso di esonerarli ancor prima della fine della stagione. Soltanto in un’occasione De Biasi è riuscito a terminare il campionato, retrocedendo in Segunda durante la sua esperienza al Levante.

CONCLUSIONI

La strada per il giovane Alessio, però, è ancora lunga. L’idea del trionfo non dispiace a nessuno, ma vista la situazione in cui si trova attualmente il Levante non è tempo di pensare ai trofei. Con soli 8 punti in 16 sfide, la seconda squadra di Valencia si trova all’ultimo posto de La Liga costretta a rincorrere per evitare la retrocessione.

Solo tra qualche settimana scopriremo la volontà della società, ma come accennato prima tutto dipenderà dalle prestazioni che la squadra proporrà in campo. Nel peggiore dei casi Lisci farà ritorno nella squadra delle riserve con la consapevolezza di non aver fallito, ma di aver soltanto rimandato il futuro in prima divisione.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bundesliga

Neuer spaventa il Bayern Monaco: “Sto riconsiderando il mio futuro qui”

Pubblicato

:

Neuer

Di recente, il Bayern Monaco ha cacciato Toni Tapalovic, il preparatore dei portieri baveresi e storico amico di Manuel Neuer. Una decisione che al forte portiere tedesco non è andata già. L’ex Schalke 04 ha commentato così a Süddeutsche Zeitung l’accaduto:

SULLA DECISIONE – “L’addio di Tapalovic è stato un duro colpo per me, proprio mentre mi trovavo già a terra. Mi è sembrato che mi stessero strappando via il cuore ed è stata sicuramente la cosa più brutale che ho sperimentato in carriera. Non riesco proprio a capirne il motivo… Ci ho pensato a lungo e ho riconsiderato tutto, compreso il mio futuro al Bayern“.

Dichiarazioni forte dell’estremo difensore del Bayern Monaco, che potrebbero portarlo lontano da Monaco dopo quasi dodici anni. Ogni eventuale decisione verrà presa per l’estate, mentre in questo momento Neuer sta recuperando da un infortunio grave, che ha costretto il Bayern ad acquistare Sommer nella finestra di mercato invernale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La UEFA non pubblica la Lista A della Roma sul proprio sito: i dettagli

Pubblicato

:

roma

In vista della fase ad eliminazione diretta dell’Europa League, la Roma ha puntualmente pubblicato la Lista A con i nomi dei calciatori utilizzabili nel corso della competizione, tra cui Nicolò Zaniolo. Tuttavia la UEFA non ha ancora pubblicato l’elenco dei giallorossi (e dell’Istanbul Basaksehir) sul proprio sito ufficiale, facendo chiarezza sulla questione tramite un comunicato.

Al suo interno viene riportato infatti che “i due club hanno accettato specifiche restrizioni sportive sui giocatori appena trasferiti, iscrivibili alla Lista A affinché possano partecipare alle competizioni UEFA per club. Le liste di AS Roma e Istanbul Basaksehir verranno dunque sottoposte a specifici controlli dell’Organo di Controllo Finanziario del Club, e fino ad allora la loro pubblicazione è rinviata“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Chelsea lascia fuori dalla lista UEFA quattro nuovi acquisti

Pubblicato

:

Chelsea

Dopo la grande campagna acquisti condotta nell’ultima sessione di mercato, il Chelsea ha stilato la nuova lista UEFA. I nuovi innesti dei Blues sono sette, mentre il regolamento prevede l’integrazione di soli tre calciatori.

Indubbiamente, mister Potter ha dovuto lasciare fuori ben quattro nuovi acquisti, che quindi non prenderanno parte ai match di Champions League del Chelsea. Joao FelixEnzo Fernandez e Mykhailo Mudryk sono stati inseriti in lista UEFA; gli esclusi di lusso, invece, sono Benoît Badiashile, Noni Madueke, Datro Fofana e Andrey Santos. Di seguito vi riportiamo la lista Champions del Chelsea.

Portieri: Kepa Arrizabalaga, Marcus Bettinelli, Edouard Mendy.

Difensori: Thiago Silva, Trevoh Chalobah, Ben Chilwell, Reece James, Kalidou Koulibaly, Cesar Azpilicueta, Marc Cucurella, Wesley Fofana.

Centrocampisti: Enzo Fernandez, N’Golo Kante, Mateo Kovacic, Christian Pulisic, Ruben Loftus-Cheek, Raheem Sterling, Mason Mount, Denis Zakaria, Hakim Ziyech, Conor Gallagher, Carney Chukwuemeka.

Attaccanti: Joao Felix, Mykhailo Mudryk, Kai Havertz.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] Primo gol ufficiale per Ronaldo con la maglia dell’Al Nassr

Pubblicato

:

Sportitalia

Il momento tanto atteso da Cristiano Ronaldo e dai tifosi dell’Al Nassr è finalmente giunto. Il campione portoghese, nei minuti finali del match di Saudi Pro League contro l’Al Fateh, ha finalmente siglato la prima rete ufficiale con la maglia del club saudita. La rete è arrivata su calcio di rigore al minuto numero 93.

Nel corso del match, però, il cinque volte Pallone d’Oro ha sfiorato più volte il gol. Nel corso del primo tempo, prima ha commesso un errore da dentro l’area di rigore, poi ha colpito la traversa a pochi metri dalla porta. Sempre nella prima frazione di gioco, CR7 ha siglato una rete, ma il guardalinee gli ha negato la gioia della marcatura annullando il gol per fuorigioco. Per il primo Sium in terra saudita, i tifosi dell’Al Nassr hanno dovuto attendere fino al 93′.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969