Connect with us
Allenatori italiani all'estero: chi è Alessio Lisci?

Calcio Internazionale

Allenatori italiani all’estero: chi è Alessio Lisci?

Pubblicato

:

centrocampo

Dagli esordienti della Lazio fino alla prima squadra del Levante. Questa potrebbe essere la storia del percorso che Alessio Lisci ha fatto finora, un semplice ragazzo romano con il sogno di diventare qualcuno, ma non è tutto.

Non è tutto perché nei primi anni in Spagna il giovane Lisci si guadagnava da vivere vendendo alcuni prodotti alimentari italiani ai ristoranti locali. Adesso, invece, siede sulla panchina di un club che milita nella massima divisione spagnola, dove esattamente l’unico collega connazionale porta il nome di Carlo Ancelotti. Ciò conferma quanto sia difficile imporsi nella Liga nelle vesti di allenatore italiano.

MA COME CI È ARRIVATO FIN QUI?

“Sono romano, ho giocato in D a Guidonia e poi sempre in Promozione. Mi sono laureato facendo la triennale allo Iusm e poi la specialistica in scienze e tecniche dell’allenamento. Ho iniziato a lavorare alla Lazio, come coordinatore motorio dei Pulcini e poi con gli Esordienti, e mi sono iscritto al programma Leonardo per uno stage all’estero retribuito. All’ultimo momento è saltato tutto e ho scritto ai 20 club della Liga per sapere se avevano posto nella cantera”.

Spiega così ai taccuini de “La Gazzetta dello Sport” il suo passato Alessio Lisci.

Un cammino, dunque, composto di solo settore giovanile, sperimentando e diventando maestro del 4-2-3-1. Nell’arco di dieci anni ha guidato le giovanili e, successivamente, la squadra riserve dell’Atletico Levante. Ma il passato è passato e potrebbe non ritornare più. Oggi il tecnico italiano ha ricevuto un’incarico a termine, ma dopo le prime due buone prestazioni potrebbe essere confermato e guidare la sua squadra fino a fine stagione. I giornali di Valencia sostengono che la società possa affidare al trentaseienne l’intero blocco e troncare, dunque, la ricerca del prossimo tecnico.

“Aspetto. Finché nessuno mi dice di tornare col ‘filial’ continuo con la prima squadra. Ieri ho diretto l’allenamento e ho anche visto il Presidente che però non mi ha comunicato novità. Evidentemente stanno riflettendo, la situazione è molto aperta”.

Ammette l’allenatore del Levante.

Una decisione che il club ufficializzerà soltanto nelle prossime settimane (probabilmente nel 2022) quella sulla conferma o meno di Alessio Lisci, che dopo l’esordio con l’Osasuna è diventato l’allenatore più giovane di questa Liga. Inoltre, con la promozione in prima squadra il tecnico romano è il decimo allenatore italiano nella storia del campionato spagnolo.

LISCI NELLA STORIA

È storia. Il fatto che qualcuno sia entrato nella lista (abbastanza ristretta) degli allenatori italiani che hanno occupato una panchina iberica, è già storia. Alessio è molto giovane e di questo traguardo raggiunto potrebbe farne parlare molto di più, magari vincendo qualche trofeo così come hanno fatto mostri sacri come Carlo Ancelotti con il Real Madrid (1 Champions League, 1 Supercoppa Europea, 1 Mondiale per Club, 2 Copa del Rey) o Fabio Capello sempre con i Blancos. Quest’ultimo è riuscito ad aggiudicarsi il campionato spagnolo per ben due volte a distanza di dieci anni.

Non sempre, però, le cose sono andate per il verso giusto. Infatti, nel caso di Cesare Prandelli e Gianni De Biasi – rispettivamente con Valencia ed Alavés – le società hanno deciso di esonerarli ancor prima della fine della stagione. Soltanto in un’occasione De Biasi è riuscito a terminare il campionato, retrocedendo in Segunda durante la sua esperienza al Levante.

CONCLUSIONI

La strada per il giovane Alessio, però, è ancora lunga. L’idea del trionfo non dispiace a nessuno, ma vista la situazione in cui si trova attualmente il Levante non è tempo di pensare ai trofei. Con soli 8 punti in 16 sfide, la seconda squadra di Valencia si trova all’ultimo posto de La Liga costretta a rincorrere per evitare la retrocessione.

Solo tra qualche settimana scopriremo la volontà della società, ma come accennato prima tutto dipenderà dalle prestazioni che la squadra proporrà in campo. Nel peggiore dei casi Lisci farà ritorno nella squadra delle riserve con la consapevolezza di non aver fallito, ma di aver soltanto rimandato il futuro in prima divisione.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio Internazionale

[VIDEO] – Bruttissimo fallo di IShowSpeed sull’ex Milan Kakà

Pubblicato

:

Kakà

Scene da rimanere attoniti in arrivo dal Qatar, con protagonista in negativo IShowSpeed. Lo streamer americano ha preso parte a una partita di beneficienza insieme a tanti campioni e personaggi illustri del mondo del web. L’evento ha preso il nome di “Match for Hope“, il cui obiettivo è quello di raccogliere fondi per bambini che non hanno accesso a scuole e all’educazione. Tra i calciatori che hanno preso parte alla partita troviamo due vincitori della Coppa del Mondo come Roberto Carlos e David Villa, le leggende del Chelsea Hazard e Drogba, e per chiudere, il Pallone d’Oro del 2007 Ricardo Kakà.

ISHOWSPEED ENTRA MALISSIMO SU KAKA – IL VIDEO DEL TACKLE

Minuto 27 del primo tempo, la palla rotola tra i piedi di Kakà, che la porta avanti molto lentamente verso la trequarti avversaria. IShowSpeed prende la rincorsa dalla metà del cerchio di centrocampo opposta rispetto quella da dove era passata la palla qualche istante prima, raggiugendo velocemente la posizione dell’ex 22 del Milan. A quel punto lo streamer si esibisce in una scivolata completamente sulla gamba di Kakà, che carambola a terra per fortuna senza conseguenze.

Divenuto famoso per la sua ossessione per Cristiano Ronaldo, IShowSpeed ha disputato la partita con la 7, il numero della leggenda portoghese. Certo che il gesto molto poco apprezzabile non ha reso onore al suo idolo.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Benzema si lega all’Al Ittihad: “Io in Europa? Tanti bugiardi”

Pubblicato

:

Benzema

Benzema ha giocato la seconda partita ufficiale con la maglia dell’Al Ittihad nel 2024. Il centravanti francese non ha di certo reso indimenticabile il suo match, realizzando al 25′ l’autogol che aveva portato in vantaggio gli avversari. Alla fine i suoi compagni di squadra sono riusciti a ribaltarla, portando il punteggio sul 2-1 finale, che considerando anche lo 0-0 dell’andata, ha permesso all’Al Ittihad di passare il turno.

La partita in questione era infatti il ritorno degli ottavi della Champions League asiatica, disputati dagli arabi contro gli uzbeki del Navbahor Namangan. Decisiva la rete di Hamdallah al tramonto del primo tempo, e il secondo autogol di giornata, quello di Tabatadze.

BENZEMA TORNA IN CAMPO CON L’AL ITTIHAD – LE PAROLE DELL’EX PALLONE D’ORO

Che bisognasse riequilibrare i rapporti tra Benzema e l’Al Ittihad era chiaro. Dopo il lungo periodo che lo ha tenuto lontano dai compagni, facendo venire a galla anche una sua presunta sparizione, l’ex Real Madrid ha speso parole per chiarire quale sarà il suo futuro. Benzema ha anche parlato del rapporto con Gallardo, che secondo i media era uno dei responsabili del malessere del francese verso l’Al Ittihad e l’Arabia.

Di seguito le sue parole.

SUL RITORNO IN EUROPA –Sono tornato e ora sto meglio. La storia della mia partenza non è vera e sono felice in Arabia Saudita. Non ho problemi con Gallardo, tutti quelli che dicono che voglio tornare in Europa sono bugiardi. Sono molto felice ad Al Ittihad. Da parte mia non ho problemi con nessuno. Chiedete all’allenatore della mia assenza, io ero pronto per lo stage a Dubai“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La Serie A vola nel ranking UEFA: staccata la Bundesliga di 1000 punti

Pubblicato

:

dove vedere rennes-milan in tv e streaming

Le squadre italiane continuano il loro percorso nelle competizioni europee e fanno guadagnare punti alla Serie A nel Ranking UEFA. Nella serata di ieri, sia il Milan che la Roma si sono qualificate per gli ottavi di finale di Europa League, battendo rispettivamente Rennes e Feyenoord. Entrambi sono stati match sofferti: i rossoneri, forti del 3 a 0 all’andata, passano nonostante la sconfitta per 3 a 2. I giallorossi, invece, dopo aver replicato l’1 a 1 della gara di andata hanno raggiunto gli ottavi solo ai calci di rigore.

IL RECAP SUI VARI PAESI

Mentre succedeva tutto questo, la Spagna perdeva una squadra: il Betis Siviglia è stato eliminato dalla Conference League per mano della Dinamo Zagabria. Stessa cosa per la Germania, la quale ha perso l’Eintracht Francoforte, uscito sconfitto dal doppio confronto con l’Union Saint-Gilloise. Discorso ancora peggiore per la Francia, con 3 squadre eliminate dall’Europa League: Rennes, Lens e Tolosa.

L’IMPORTANZA DEL RANKING UEFA

Fare un buon cammino europeo avrà, soprattutto quest’anno, conseguenze importanti per le prossima stagione: la Champions League, infatti, avrà enormi novità. Non ci sarà più la fase a gironi, si passerà da 32 a 36 squadre nel turno principale e la qualificazione alla competizione non arriverà solo tramite il piazzamento nel proprio campionato. Due squadre si qualificheranno in base all’andamento di questa stagione delle varie nazioni.

Il Ranking UEFA, insomma, guadagna importanza. L’Italia guadagna ancora terreno ed è in testa, motivo per il quale la Serie A, ad oggi, manderebbe 5 squadre in Champions.

IL RANKING UEFA AGGIORNATO

1. Italia 15.571 (7 squadre partecipanti su 7)
2. Germania 14.500 (5 squadre partecipanti su 7)
3. Inghilterra 13.875 (6 squadre partecipanti su 8)
4. Spagna 13.187 (5 squadre partecipanti su 8)
5. Francia 13.250 (3 squadre partecipanti su 6)

Continua a leggere

Calcio Internazionale

“Milan serve di più” – La Rassegna del Diez

Pubblicato

:

La rassegna stampa è senza alcun dubbio il miglior modo per iniziare la giornata. Ecco quindi le prime pagine dei principali quotidiani sportivi internazionali per la giornata di oggi.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CORRIERE DELLO SPORT

TUTTOSPORT

L’EQUIPE

SUN

MIRROR SPORT

DAILY EXPRESS SPORT

MARCA

SUPERDEPORTE

SPORT

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969