Dove trovarci

Alphonso Davies: dalla guerra al Bayern Monaco

Nato a Buduburam (Ghana) il 2 novembre 2000, con passaporto Canadese e Liberiano, Alphonso Davies è il giocatore più costoso in uscita dalla Major League Soccer. Pagato la bellezza di 19 milioni di euro, bonus compresi, il 17enne approderà in Baviera a partire dalla finestra di Gennaio. Mai nessuno prima d’ora fu pagato una così onerosa cifra dal Bayern Monaco, ancora minorenne. Il club tedesco è rinomato per gli acquisti oculati, indice di quanto punti su questo talento.

CARRIERA

Una storia commovente la sua, dove, insieme alla famiglia è riuscito a fuggire dalla guerra liberiana. Ora però ha realizzato un sogno, quello di diventare un calciatore professionista a tutti gli effetti.

La prima vera esperienza infatti è stata quella nelle giovanili prima, e in seconda squadra poi, dei Vancouver Whitecaps, squadra canadese militante in MLS. Nella stagione 16/17 approda in prima squadra dove riesce a ritagliarsi un po’ di spazio, con 9 partite da titolare e 17 da subentrato. In Champions (Nordamericana) ha invece fatto notare sprazzi di talento, con 4 partite da titolare e 2 gol e 1 assist.

La stagione seguente lo ha visto protagonista con il suo Vancouver. Titolare nella stragrande maggioranza delle partite, Alphonso Davies ha lasciato il segno con ben 5 gol e 8 assist in 21 partite. Numeri importanti per un 17enne, che hanno convinto il Bayern Monaco a puntare su di lui.

DOVE GIOCHERÀ AL BAYERN?

Puntare ad essere titolare in una squadra fra le più blasonate al mondo non è un obiettivo semplice da raggiungere. Alphonso Davies avrà tanta strada da fare prima di essere protagonista in Bundesliga e in Champions con il Bayern Monaco.

Il suo ruolo naturale è quello di ala sinistra, adattabile eventualmente a destra. Nel gennaio 2019 gli irriducibili Robben e Ribery si avvieranno ai 36 e 35 anni rispettivamente. I bavaresi sono però abbastanza coperti nel ruolo, grazie al recente approdo di Serge Gnabry, oltre all’ormai adattato Thomas Müller e l’ex Juventus Kingsley Coman. Considerando i due veterani non più nel progetto, i titolari nella prossima stagione potrebbero essere gli ultimi due citati, con Gnabry e lo stesso Davies degni rincalzi.

Essere la quarta scelta a 17 anni nel Bayern Monaco può scoraggiare, vedi Coman che in tre stagioni in Germania ha giocato veramente poco, ma davanti a sé aveva due mostri sacri come l’Olandese Volante e Scarface Ribery. Con questi fuori dai giochi l’anno venturo potrebbe essere una enorme opportunità per Alphonso Davies di dimostrare di valere l’investimento speso. E chissà che non possa ricalcare le orme di altri giovani in grandi squadre, come Neymar al Barcellona, Gabriel Jesus al Manchester City o Mbappè al PSG. Se dimostrasse anche la metà di questi nomi il Bayern Monaco avrebbe fatto un affare, raccogliendo magari la pesantissima eredità di Frank Ribery.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News