Connect with us

Flash News

Ancora razzismo nel calcio

Pubblicato

:

Ieri sera, durante le partite di Europa League, ci sono due nuovi episodi di razzismo, separati tra loro, ma accomunati dalla stessa ignoranza: i giocatori insultati sono stati Kalidou Koulibaly, che ieri ha giocato contro l’Arsenal, e Mohamed Salah, che è stato preso di mira da alcuni tifosi del Chelsea (in trasferta a Praga), prossimo avversario del Liverpool.

KOULIBALY

Questa mattina è emerso un video in cui si vede un tifoso dell’Arsenal che, riferendosi al difensore senegalese, lo chiama “Nigga” (abbreviazione di “nigger”, corrispondente al dispregiativo italiano “negro”). Il video è diventato virale fino ad arrivare al The Guardian, che ha pubblicato la notizia, e all’Arsenal stesso, che tramite un comunicato ha dichiarato di aver aperto un’indagine per rintracciare il tifoso che ha girato il video incriminato.

“Condanniamo in tutto e per tutto “l’uso di un linguaggio razzista, abbiamo aperto un’indagine per identificare il colpevole. Il nostro approccio è di tolleranza zero, chiunque si comporti in questo modo non è il benvenuto all’Arsenal e sarà bandito dalle partite.”

SALAH

Contestualmente è avvenuto un altro episodio di razzismo: ancora un volta, un video mostra dei tifosi del Chelsea in un pub di Praga che intonano il coro “Salah è un bombarolo”, in relazione alla fede islamica del calciatore, che però ha ben poco a che fare con gli attacchi dell’Isis. Anche in questo caso c’è stata la pronta reazione del club che, secondo alcune fonti, avrebbe fermato i tifosi già prima dell’ingresso allo stadio e in seguito, avrebbe ritirato loro gli abbonamenti, accompagnando il tutto con un comunicato. Anche il Liverpool ha diramato un comunicato in cui ha dichiarato di essere in contatto con il Chelsea e la polizia inglese per evitare comportamenti che sono solo “puro fanatismo”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Di Maria dopo la vittoria contro il Messico: “Continuiamo a lottare come sempre”

Pubblicato

:

juventus

Dopo la sconfitta all’esordio contro l’Arabia Saudita, l’Argentina di Leo Messi e compagni ha reagito battendo il Messico per 2-0. Il gol del vantaggio, siglato proprio dal numero dieci dell’Albiceleste, è stato propiziato dall’assist di Angel Di Maria, che al termine della partita ha analizzato prestazione e risultato della propria squadra. Queste le sue parole:

“Siamo felici di aver potuto dare una gioia ai tifosi, a noi, alle nostre famiglie. Continuiamo a lottare come sempre, continuando a dare tutto. Oggi per fortuna è arrivata una vittoria che ci dà più tranquillità. La prima partita non è andata come speravamo, ma non credo sia stata colpa della troppa pressione. Oggi penso che abbiamo fatto una grande partita contro un grande avversario. Sapevamo che non sarebbe stata facile e che non avremmo vinto con tanti gol di scarto”.

Per la selezione allenata dal ct Scaloni, il confronto contro la Polonia, previsto per mercoledì 30 novembre 2022, sarà di fondamentale importanza per capire se questa squadra ha tutte le carte in regola per proseguire il cammino a Qatar2022.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Francia-Danimarca, Deschamps: “Faccio i complimenti ai ragazzi, il primo obiettivo è raggiunto”

Pubblicato

:

Dove vedere Francia-Australia in TV e streaming

Nel match delle ore 18:00 di ieri la Francia ha battuto la Danimarca 2-1, con Mbappé protagonista assoluto e autore di una doppietta. Les Bleus strappano dunque il pass per gli ottavi di finale. Al termine della partita il ct dei transalpini, Didier Deschamps ha commentato così il passaggio del turno conquistato:

“Ci siamo mossi bene contro una Danimarca forte, ci è mancato qualcosa ma faccio i complimenti ai ragazzi. La Danimarca è sottovalutata, oggi ha dimostrato di essere una delle migliori nazionali. Vogliamo fare grandi cose, il primo obiettivo è raggiunto”.

Nel prossimo, e ultimo turno del girone D, la Francia affronterà la Tunisia mentre la Danimarca di Eriksen e compagni sfiderà l’Australia in un confronto da dentro-fuori. Appuntamento per le ultime due partite di questo girone fissato per mercoledì 30 novembre 2022.

Continua a leggere

Flash News

Per il Brescia è il momento di reagire: alle 15.00 arriva la SPAL

Pubblicato

:

Brescia

Sfida interessante in arrivo per il Brescia di mister Pep Clotet, pronto ad accogliere al Mario Rigamonti una SPAL a caccia di rivalsa. Le Rondinelle vengono da un pareggio a reti bianche contro la Ternana maturato nell’ultimo match prima della sosta per le gare internazionali. L’attuale bottino di 20 punti certifica la presenza tra le prime otto della classe, posizionamento che se dovesse esser mantenuto fino al termine della stagione porterebbe la squadra a giocarsi la promozione nei play-off. Tuttavia, l’andamento piuttosto altalenante dimostrato dalla formazione lombarda in questa prima fase del torneo non lascia spazio a pronostici a lungo termine.

Dopo un grande sprint iniziale, caratterizzato da 5 vittorie nelle prime 6 gare della Serie B 2022/23, la fiamma sembra essersi leggermente affievolita. Sebbene siano arrivati punti importanti contro compagini oggettivamente più attrezzate – basti pensare al pareggio contro il Genoa nella bolgia di Marassi, ottenuto grazie alla zampata di Cistana al 94′ – serve trovare maggiore equilibrio. Le squadre che ambiscono ad un piazzamento play-off sono parecchie e servirà pedalare duro fino al termine del campionato. I tre punti mancano da fin troppo tempo, dalla vittoria di misura contro il Benevento di metà settembre. E la gara di domenica potrebbe dare la svolta che servirebbe all’intero ambiente per tornare a galoppare.

Guai però a pensare che la SPAL possa essere un ostacolo facilmente valicabile. Specialmente dopo il cambio di timoniere, con il passaggio di consegne tra Venturato e De Rossi, gli estensi sembrano aver trovato maggior consapevolezza. Dall’approdo in panchina dell’ex capitano della Roma, le prime tre partite lontano dalle mura amiche non hanno regalato gol. Un dato che non deve rincuorare, ma deve anzi allarmare il Brescia, poiché gli avversari proveranno di tutto per trovare la via della rete e per scacciare ogni possibile fantasma.

BRESCIA-SPAL: DUBBI E SICUREZZE PER CLOTET

Non sono pochi gli interrogativi che hanno accompagnato Josep Clotet nel corso della preparazione al match di domenica contro la SPAL. In occasione della sfida contro il proprio passato – il tecnico ha allenato gli estensi nella prima metà della stagione 2021/22 – le incertezze di formazione, specialmente nelle retrovie, non sono indifferenti.

Nelle ultime sedute presso il centro sportivo di Torbole sono state prese in esame alcune pedine di ricambio che potrebbero trovare spazio in campo. Oltre a Fran Karacic, laterale difensivo di destra attualmente ai Mondiali in Qatar con la sua Australia, anche Luca Lezzerini sarà assente. Il portiere classe 1995 è stato espulso per aver protestato con eccessiva veemenza nei confronti dell’arbitro nel rocambolesco finale di Brescia-Ascoli. La squalifica di due giornate comminata nei confronti dell’ex Venezia lascia nuovamente spazio ad Andrenacci.

Un’altra assenza pesante che ormai risulta quasi certa è quella di Andrea Cistana. Il centrale classe ’97 si è allenato a parte e difficilmente riuscirà ad unirsi alla spedizione odierna. Medesima sorte per il francese Matthieu Huard: ennesimo grattacapo per mister Clotet, che sarà dunque costretto a disegnare una difesa del tutto inedita.

Le preoccupazioni per le difficoltà di formazione, oltre alle vicissitudini societarie dell’ultimo periodo, dovranno essere accantonate per 90 minuti: alle 15.00 sarà il campo a parlare. Vedremo se la Leonessa avrà la determinazione e la tempra necessaria per tornare a ruggire davanti ai propri sostenitori.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Polonia e Messico potrebbero giocarsi il passaggio del turno per… le ammonizioni

Pubblicato

:

Arabia Saudita

In un Mondiale dalle mille stranezze e particolarità come quello di Qatar 2022, non poteva mancare che anche un verdetto importante come quello di un passaggio di turno potesse decidersi per un criterio decisamente singolare.

Il girone in questione è quello dell’Argentina di Messi, nel quale è ancora tutto aperto tra albiceleste, Polonia, Messico e Arabia Saudita. Tutte le squadre sono ancora in corsa per la qualificazione agli ottavi di finale, con il prossimo turno che vedrà Argentina-Polonia e Messico-Arabia Saudita.

Giuseppe Pastore su Twitter ha riportato che se sia Argentina che Messico dovessero vincere per 2-0, la classifica vedrebbe le nazionali di Lewandowski e di Lozano appaiate al secondo posto dietro la Seleccion. Sarebbero in pari anche tutti i criteri che vanno a decidere chi passa in caso di punteggio pari, dunque differenza reti, gol segnati, gol subiti e così via. Per decidere chi rimarrà in Qatar e chi dovrà fare le valige e tornare a casa, interverebbe la somma di ammonizioni.

Proprio così: i messicani hanno subito due ammonizioni in più della Polonia (6-4), che costerebbero alla nazionale del Tata Martino gli ottavi di finale.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969