Connect with us

Generico

Oltre il risultato

Pubblicato

:

Juve

Juventus – Benevento appare scontata. Anzi, scontatissima. I campioni d’Italia forti e ben muniti, gli ultimi in classifica amareggiati e forse anche un po’ disperati. La partita che si giocherà all’Allianz Stadium servirà forse solamente a capire i progressi in corso delle due compagini. Del resto il risultato sembra già scritto, anche se è vero che nel calcio mai dire mai. Insomma, se l’esito finale pare ovvio, concentriamoci allora su come potranno presentarsi le due squadre. Che prestazione ci si deve attendere?

JUVENTUS PART-TIME

A meno di clamorosissime sorprese, la Juve si imporrà. Si imporrà però usando giocatori non proprio titolari, visto che verranno date diverse possibilità a chi fin qui ha collezionato pochi minuti di gioco. Spazio probabilmente a Marchisio, a Rugani, a Bernardeschi e/o Douglas Costa. Anche Buffon si farà da parte per lasciare la custodia della porta al polacco Szczesny. Ma aldilà degli uomini da schierare, sarà interessante capire come la formazione di casa giocherà. Ci si aspetta una Juve letale, folgorante, deleteria. Una Juve senza se e senza ma. Insomma, una grande squadra che per definizione dovrà esser la regina della gara in ogni minuto di gioco.

Con la Spal, squadra sicuramente più tecnica del Benevento, ma comunque nettamente inferiore ai bianconeri, la compagine torinese ha faticato più del previsto. Errori da non commettere più se si vuole raggiungere la certificazione da top club. Certe partite vanno chiuse anzitempo. Il fatto poi di festeggiare proprio domenica i 120 anni di questo storico club, rende ancora tutto più intrigante. Già la maglia da gioco promette qualcosa di straordinariamente speciale.

Ciò che però i ragazzi di Allegri dovranno porsi come obiettivo sarà il clean sheet. Tolta la partita col Milan, è da diverso tempo che il club divenuto 120enne fatica a terminare i 90 minuti con la porta inviolata. Inammissibile per una squadra che ha vinto ben sei scudetti di fila principalmente grazie alla forza della propria difesa. L’addio di Bonucci non si sta facendo sentire più di troppo, ma resta comunque da riaggiustare qualcosa là dietro in termini di assetti difensivi.

Ultimo punto richiama invece l’attacco. Quel reparto che sta convincendo spesso e volentieri. La Juve fin qui ha segnato davvero tanti gol, posizionandosi prima nella classifica delle squadre con più reti all’attivo. Con gli ultimi in classifica l’over della squadra di casa è doveroso.

BENEVENTO ALLA RISCOSSA

Super sfavoriti su ogni sito di scommesse. La quota 35 per il 2 di questa partita parla chiaro: utopia la vittoria degli ospiti. Qualche pazzo scommettitore andrà comunque a giocarsi quell’esito così imponente che i giocatori giallorossi proveranno a concretizzare. Le soluzioni per far bene in casa della Juventus sono poche però: o si fa un catenaccio estremo che però comporta un livello di concentrazione enorme e un possesso palla bassissimo, o si va alla riscossa cercando di giocare dimostrando di non aver nulla da perdere. Osare senza paure. Il dio del calcio poi farà il suo.

Tutto facile certamente sulla carta, ma poi sul campo entreranno in scena altri infiniti fattori. Perché si gioca contro i campioni, perché si gioca in uno stadio meraviglioso ed esclusivamente quasi tutto bianconero, perché si hanno poche certezze all’interno della propria squadra. Insomma, tanti punti che hanno appunto fatto lievitare la quota del 2 fino a 35. Benevento, non esser timoroso di tutti questi numeri. Se poi arriverà una sconfitta, poco importa. L’importante è aver dimostrato di essere squadra, di essere meritevoli di giocare in Serie A. Per la conquista del primo punto i tifosi possono pazientare ancora una giornata volendo, anche se forse un punto in casa della Juve varrebbe già come una bella vittoria. Una vittoria oltre il campo appunto…

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Flash News

Il Barcellona è pronto a farsi avanti per Martinelli dell’Arsenal

Pubblicato

:

Il Barcellona sta preparando il colpo di gennaio per assicurare a Xavi un nuovo innesto in zona offensiva.

Il nome è quello di Gabriel Martinelli, attualmente in forza all’Arsenal. Il giovane talento brasiliano sta partecipando al mondiale in Qatar con la nazionale verdeoro e si sta mostrando una valida alternativa la davanti nonostante gli svariati fuoriclasse che ha il Brasile in attacco.

Per il classe 2001 questo è l’anno dell’esplosione definitiva, al momento in Premier League ha già collezionato 5 gol e 2 assist in 14 partite, ovvero la sua squadra parte 1-0 una partita su due.

Potrebbe quindi essere il profilo giusto per il Barcellona attualmente primo in classifica e con un’Europa League da vincere a tutti i costi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969