Non c’è attimo di pausa in questo travolgente inizio di Serie A 2021/2022. Se ieri sera ci siamo goduti uno spumeggiante 0-4 del Napoli nel fortino dell’Udinese, oggi alle 18:30 Bologna e Genoa inaugureranno il primo turno infrasettimanale della stagione. Turno che, manco a dirlo, è ancora più decisivo della giornata appena terminata. Tante squadre hanno ancora bisogno di stabilizzarsi ad alti livelli, altre, invece, puntano a riconfermarsi immediatamente. Rigiocare dopo così poco tempo può essere un vantaggio per qualcuno, ma un enorme svantaggio per chi, al contrario, aveva bisogno di una pausa di assestamento. Ecco quindi tutte le maggiori anticipazioni di ciò che potremo godere durante questo tour de force di tre giorni sul divano di casa.

LA JUVENTUS OTTERRA’ LA PRIMA VITTORIA DEL CAMPIONATO?

E’ senza dubbio il domandone della settimana. Con il Milan potevamo anche aspettarci un risultato diverso dai tre punti, ma con lo Spezia no. Nonostante la formazione ligure arrivi da una vittoria in extremis contro il Venezia, dovrà sudare ben più di sette camicie per prolungare il calvario dei bianconeri. Allegri schiererà tutti i pezzi da novanta per facilitare ulteriormente le cose. Non ci saranno alibi. Una sconfitta estenderebbe sempre di più il divario in classifica, oggi precipitato a dieci punti dal Napoli capolista. O arrivano i risultati, o la Juventus potrà già dire addio ai sogni di gloria in campionato.

IL NAPOLI RIUSCIRA’ A CONDURRE UN PERCORSO DA SCUDETTO? 

Per la prima volta da Marzo 2018 il Napoli è solo in testa al campionato. Simbolo di come questo gruppo stia migliorando settimana dopo settimana, grazie soprattutto all’allenatore Luciano Spalletti. I quattro gol rifilati all’Udinese sono un’ennesima prova di forza data da questa squadra. Ma ora arriva il difficile; tutto il pubblico aspetta al varco i partenopei, non troppo abituati a vincere e ad alzare coppe. I prossimi impegni sono tutti quasi abbordabili: Sampdoria, Cagliari, Fiorentina, Torino (con in mezzo l’Europa League). Potremo dare già un primo vero bilancio dopo questo mini Gran Premio.

FIORENTINA: SECONDO GRANDE TEST DELL’ANNO. A CHE PUNTO SIAMO?

La Fiorentina di Vincenzo Italiano, rivelazione di questo avvio di campionato, ospiterà stasera la temibilissima Inter, reduce dalla netta vittoria per 6-1 contro il Bologna. E’ un test fondamentale per le sorti di Vlahovic e compagni: è il secondo big match dell’anno dopo quello con la Roma alla prima di Serie A. Lì arrivò una sconfitta per 3-1, ma la prima giornata fa sempre storia a sè. La vittoria, oggi, è una possibilità, ma ciò che più ci preme guardare è l’atteggiamento in campo dei viola contro i nerazzurri. Una dimostrazione di poter tenere testa a chi lo Scudetto ce l’ha cucito sul petto significherebbe molto per questo gruppo che, dopo anni bui, inizia a vedere la luce in fondo al tunnel.

SARA’ L’ULTIMA PARTITA DI CASTORI SULLA PANCHINA DELLA SALERNITANA?

Zero punti in Serie A dopo quattro partite. Due gol fatti e dodici subiti. La Salernitana è appesa ad un filo, così come il suo allenatore Fabrizio Castori. Si era parlato addirittura di un esonero prima di questo turno infrasettimanale, ma mancava il tempo materiale per formalizzare il cambio in panchina. Castori ha così, forse, l’ultima chance della sua avventura in Campania. Un’opportunità migliore, per altro, non poteva capitargli. Domani alle 18:30 in quel di Salerno farà visita il nuovo Hellas Verona di Tudor. I veneti saranno certamente galvanizzati dopo aver sconfitto la Roma di Mourinho, tuttavia resta una modestissima squadra con ancora diversi punti deboli. Ecco quindi l’occasione più grande per Castori, nel momento più difficile.