Connect with us
Antony e l'amore per il disordine

Calcio Internazionale

Antony e l’amore per il disordine

Pubblicato

:

Antony

L’Ajax è una squadra che sotto la guida di ten Hag è tornata a giocare un calcio spumeggiante, veloce, leggiadro. Il tecnico olandese, dopo una stagione sottotono, ha avuto la pazienza e l’equilibrio giusto per ridare ai Lancieri quella vitalità che sotto la sua gestione non era mai mancata e che, anzi, li aveva riportati nell’élite del calcio europeo come dimostrato dalla superlativa stagione 2018-19.

Quell’Ajax era arrivato ad un passo dalla finale di Champions League trascinato dal talento di ragazzi come de Ligt, de Jong, Ziyech, Tadic. Con il giusto ed adeguato ricambio, anche generazionale, i biancorossi si ritrovano nuovamente nel lotto delle squadre più interessanti, forti e probabilmente favorite ad un percorso da protagonista in Europa.

D’altronde è nel DNA della società stessa l’abilità di rigenerarsi, risorgere dalle proprie ceneri. E questo sta accadendo all’Ajax 2021-22. Ten Hag ha dato fiducia a giocatori che già in passato avevano dimostrato qualità fuori dal comune, come Neres e Gravenberch, rimesso al centro del progetto un totem come Tadic, e soprattutto lasciato sbocciare la forza di Haller, prelevato in estate dal West Ham per 22 milioni di euro, e di Antony, arrivato un anno fa dal Brasile in punta di piedi e oggi considerato il prossimo gioiello pronto a dire la sua in una big del Vecchio Continente.

AMORE PER IL DISORDINE

Guardare giocare Antony è diventato negli scorsi mesi una delle cose più piacevoli e gradevoli dei martedì-mercoledì di Champions. A 21 anni il brasiliano, nato in uno dei quartieri più affollati e poveri di San Paolo, è entrato nel momento della sua carriera in cui ogni cosa che fa sul terreno di gioco appare sublime, come fosse parte di uno spettacolo da circo del quale lui è protagonista. Antony ha quell’aria strafottente di chi ne ha vissute tante e che non avrebbe paura a scalare l’Everest, i suoi occhi sembrano lanciare continuamente sguardi di sfida a chiunque; in campo sembra un ballerino, o una rondine, come l’animale che ha tatuato sul collo.

È veloce, imprevedibile, frenetico. Alla sua età è difficile trovare calciatori così evoluti come lui, uno che ama fare disordine nell’organizzazione difensiva avversaria. E forse anche nell’organizzazione della propria squadra. L’Ajax è nel complesso una formazione quadrata, con dei suoi principi di gioco, in grado di alternare fasi di possesso palla e giocate immediate in verticale. In tutto questo poi c’è Antony, che è quel calciatore in grado di creare disordine, del quale ne è probabilmente innamorato. Nelle sue sterzate a rientrare verso il sinistro, nei cross morbidi dalla destra, o ancora nei dribbling con la suola e d’esterno, c’è una strana sensazione di elettricità, c’è tutto il suo amore per il disordine. Nulla, quando Antony ha il pallone tra i piedi, è prevedibile.

IL GIOIELLO DELL’AJAX

L’Ajax ha trovato un nuovo gioiello. All’inizio della sua carriera l’esterno classe 2000 veniva fatto giocare principalmente sulla fascia sinistra: in quella posizione dava respiro ai suoi dribbling e alla sua imprevedibilità, ma rientrando dentro il campo finiva per non riuscire mai a tirare in porta per via del suo sinistro, con il quale effettua sostanzialmente il 90% delle giocate.

Da quest’anno, invece, ten Hag lo ha spostato definitivamente a destra, lasciando David Neres – altro brasiliano, altro gioiello dei Lancieri – giocare a sinistra. Nel ruolo di ala destra Antony è diventato una costante: in stagione ha già realizzato 8 reti – 6 in Eredivisie, 2 in Champions – e 5 assist totali. A pelle può ricordare calciatori belli e spudorati come Neymar, o Vinicius, o il primo Martial. Ma ten Hag mercoledì sera lo ha paragonato ad Arjen Robben.

“Trovo difficile confrontare giocatori, perché ognuno deve costruire la propria identità. Antony, però, mi ricorda Robben. Ho potuto veder giocare Arjen quando allenavo la squadra giovanile del Bayern Monaco e Antony me lo ricorda. È un giocatore meraviglioso con un dribbling meraviglioso e tanta velocità, che usa anche senza palla. Sicuramente è un passo che ha fatto. È un bene che abbia iniziato a segnare dagli angoli”.

Per modo di calciare e di puntare l’avversario, anche in virtù di un sinistro di velluto, l’unico giocatore in grado di fare cose del genere è stato proprio Robben. Antony, tuttavia, sta crescendo moltissimo sotto altri punti di vista. Nel primo controllo il brasiliano ha pochi eguali. Contro il Borussia Dortmund, nella fase a gironi di Champions League, Antony ha disintegrato Wolf, suo dirimpettaio per l’intera partita. E il terzo gol degli olandesi è frutto di un perfetto primo controllo di Antony, in grado di sedare la sfera con l’esterno sinistro e di servirla in area per Klaassen.

A livello realizzativo sta alzando il proprio livello. Antony è molto intelligente e sa quando è necessario dare potenza e giro al pallone oppure quando basta semplicemente dargli un colpetto da biliardo.

ajax goals | Explore Tumblr Posts and Blogs | Tumgir

In due anni l’Ajax è cresciuta parecchio, e di pari passo anche Antony, che nel frattempo ha conquistato anche la maglia della Nazionale brasiliana. I prossimi mesi potrebbero essere quelli della definitiva consacrazione del ventunenne di San Paolo. Cresciuto nel caos delle favelas, Antony ha saputo trasportare quel disordine nel calcio. Una caratteristica che lo rende un calciatore unico, e imprevedibile.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Il DS del Bayern conferma un’offerta per Pavard, era dell’Inter?

Pubblicato

:

Pavard

Benjamin Pavard, difensore francese del Bayern Monaco classe 1996, è uno dei nomi preferiti dalla dirigenza dell’Inter per sostituire l’ormai partente Milan Skriniar. Secondo diverse voci i nerazzurri si sarebbero già fatti avanti in questa sessione di mercato invernale, ma senza riuscire a portarlo a Milano.

LE PAROLE DI SALIHAMIDZIC

Il ds del club bavarese, Hasan Salihamidzic, ha commentato la situazione del difensore ai microfoni della BILD confermando l’arrivo di un’offerta a gennaio, ma senza citare il club interessato.

L’OFFERTA PER PAVARD -“Benjamin è un giocatore molto importante e duttile per noi in difesa. Abbiamo obiettivi molto grandi in questa stagione, quindi non vogliamo e non possiamo fare a meno di lui. Economicamente la richiesta era anche allettante, ma per noi l’aspetto sportivo viene sempre prima di tutto”.

L’Inter potrebbe, quindi, aver provato un blitz già lo scorso gennaio, ma senza trovare riscontri positivi. Pavard rimane uno dei nomi preferiti per l’estate e Marotta potrebbe tornare all’assalto.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE: Domenico Tedesco è il nuovo CT del Belgio

Pubblicato

:

Lipsia

Domenico Tedesco è il nuovo CT del Belgio. Contratto firmato fino ai prossimi Europei di Germania, dopo l’esonero di Roberto Martinez, passato alla guida del Portogallo. La delusione Mondiale per una delle squadre più quotate per la vittoria finale della Coppa del Mondo ha portato la Federazione belga ad optare per un cambio di guida tecnica, scegliendo il tecnico di Rossano ex Lipsia. A riportarlo è Fabrizio Romano. Nuova avventura dunque per Tedesco, che per la prima volta guiderà una Nazionale.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

La UEFA scende in campo contro il Chelsea: pronta una nuova norma

Pubblicato

:

Il Chelsea è stato il protagonista assoluto dell’ultima sessione di mercato, colpi faraonici per giocatori stellari che sono approdati contemporaneamente alla corte di Potter con una spesa di 610 milioni di euro tra la sessione estiva e quella invernale. Il trucco con cui i Blues possono permettersi di finanziare il proprio mercato è ormai noto: dilazionare l’ammortamento degli acquisti in 7-8 anni, come concesso dalle regole della Premier League.

SCENDE IN CAMPO LA UEFA

Come riporta La Gazzetta dello Sport, la UEFA considera la pratica avviata dal Chelsea pericolosa per la stabilità del mondo del calcio. Gli uomini di Ceferin sonno pronti ad intervenire nel prossimo comitato esecutivo, in programma il 4 aprile a Lisbona, con l’obiettivo di avere una nuova normativa quando aprirà la prossima sessione di mercato.

Il piano della UEFA è semplice: non può obbligare i Paesi a cambiare le loro norme, ma può imporre ai club di avere un doppio bilancio. Uno sarà preso in esame a Nyon e per ottenere l’iscrizione alle coppe europee, senza incorrere a sanzioni, sarà necessario che il costo del cartellino del giocatori sia spalmato in 5 anni. L’obiettivo è garantire a tutti le stesse condizioni di competitività.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Dove vedere Marsiglia-PSG di Coupe de France in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Marsiglia-PSG di Coupe de France

DOVE VEDERE MARSIGLIA-PSG DI COUPE DE FRANCE – Questa sera alle 21:10 in Francia andrà in scena una partita attesissima, un classico del calcio d’oltralpe: al Velodrome di Marsiglia la squadra di Igor Tudor ospiterà il PSG negli ottavi di finale di Coupe de France. Nonostante la portata della partita, in Italia il match non sarà trasmesso da nessun’emittente televisiva e non sarà visibile nemmeno in streaming. In Francia sarà visibile su France 3 e Bein Sports 1. 

Il PSG è il club francese con più vittore nella competizione, arrivando ad alzare il trofeo per ben 14 volte. A seguire nella classifica c’è proprio il Marsiglia, con 10 vittorie. Questi dati dimostrano come la sfida di domani sarà un ottavo di finale, sulla carta, ma il blasone nazionale di queste due squadre la rende incandescente. I parigini sono passati nel turno precedente rifilando sette gol al Pays de Cassel, squadra che milita nel Regional 1: il sesto livello del calcio francese. Sedicesimi decisamente più complicati, invece, per il Marsiglia che ha battuto di misura il Rennes per 1-0.

Marsiglia e PSG sono anche le due squadre a guidare la classifica della Ligue 1: Messi e compagni guardano i loro avversari dall’alto a +8, ormai in fuga per il titolo. Per questo motivo una vittoria domani sera varrebbe molto di più per la squadra di Tudor, assicurandosi la possibilità di proseguire nella competizione e portare a casa un trofeo al termine della stagione.

DOVE VEDERE MARSIGLIA-PSG DI COUPE DE FRANCE

In Francia è una partita attesissima, tra  le più importanti della stagione, ma in Italia non è considerata della stessa portata. Nessun canale televisivo trasmetterà la partita e non sarà visibile nemmeno in streaming. In Francia, invece, sarà visibile su France 3 e Bein Sports 1. 

PROBABILI FORMAZIONI

Marsiglia (3-4-2-1): Lopez, Mbemba, Gigot, Kolasinac, Clauss, Veretout, Guendouzi, Tavares, Ünder, Malynovski, Sanchez.

PSG (3-4-3): Donnarumma, Sergio Ramos, Marquinhos, Pereira, Mendes, Soler, Renato Sanches, Hakimi, Housni, Messi, Ekitike.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969