Connect with us

Flash News

Fischietto azzurro per la finale

Pubblicato

:

Quest’anno le due coppe europee ci hanno lasciato senza fiato, con partite emozionanti, tirate fino all’ultimo e piene di gol. Competizioni spettacolari, che passeranno alla storia vista la loro competitività e i grandi risultati ottenuti, ma anche perché per la prima volta vi saranno quattro squadre dello stesso paese (Inghilterra) già pronte a garantire un calcio formidabile. Se da un lato si incoronerà la regina d’Europa tra i Reds del Liverpool e gli Spurs del Tottenham, dall’altro ci sarà un vero e proprio derby londinese tra Arsenal e Chelsea per stabilire definitivamente il dominio cittadino e cercare di chiudere la stagione in bellezza con un obiettivo importante.
Questa finale però lascerà tracce anche azzurre, vista la presenza di Sarri e dei due nazionali Jorginho ed Emerson Palmieri, oltre che dell’arbitro Gianluca Rocchi, designato per redigere il match del 29 maggio a Baku.
Ciò ovviamente non può che rimandare al passato, viste le diverse occasioni in cui un direttore di gara italiano è stato scelto per dirigere una finale di un importante torneo.

ORMAI È TRADIZIONE

Rocchi ha ormai alle spalle ben 95 partite in campo internazionale tra squadre di club e nazionali, e sicuramente quest’ultima designazione non farà altro però che abbellire il suo già notevole palmares.
Il fischietto di Firenze però rappresenta uno dei tanti simboli dell’associazione arbitri italiana, considerata una delle migliori e stimata da tutti.
In passato difatti sono undici le finali in cui un fischietto azzurro è stato protagonista, sette volte in Champions League e quattro in Europa League. Negli annali sicuramente vi sono rimasti Di Bello e Collina, due dei migliori arbitri della storia, che in totale collezionano cinque finali. Collina inoltre è stato testimone di una delle partite più belle e sorprendenti della Coppa dei Campioni, quella del 99′ tra Bayern Monaco e United, che ha visto gli inglesi trionfare grazie a due gol arrivati in extremis.
La storia azzurra però non si ferma qui, visto come l’Italia ha presentato tre arbitri eccellenti nelle finali dei Mondiali, Gonella, Collina e Rizzoli, che è stato anche l’ultimo ad arbitrare una finale di Champions, ovvero quella del 2013 tra Borussia Dortmund e Bayern Monaco.

Ora starà a Rocchi continuare questa tradizione, con l’aiuto di Irrati al Var, e siamo sicuri che riuscirà ad onorarla al meglio.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

I giovani restano il punto fermo della Juventus: in arrivo il rinnovo di Mulazzi

Pubblicato

:

Juventus

In mezzo al trambusto che sta colpendo il mondo della Juventus negli ultimi giorni, il piano sportivo, inevitabilmente, passa in secondo piano. Tuttavia, i bianconeri hanno un punto fermo della gestione: il progetto giovani.

Quest’anno, causa infortuni dei calciatori più esperti, Massimiliano Allegri ha dato spazio a molti giovani calciatori, cresciuti nel vivaio. Inoltre, l’Under 19 di mister Montero e la Next Gen di mister Brambilla stanno disputando un’ottima stagione.

Oltre a Iling Junior, tra i calciatori in procinto di rinnovo vi è Gabriele Mulazzi. Il classe 2003 è un profilo estremamente duttile, in grado di giocare su entrambe le fasce sia nel ruolo di terzino, sia in un centrocampo. In questa stagione ha collezionato le sue prime 11 presenze tra i professionisti, mettendo a referto anche 2 assist nel match di Coppa Italia contro la Feralpisalò.

Secondo quanto riportato da Romeo Agresti, Mulazzi ha raggiunto l’accordo per un quadriennale con la Juventus, con opzione per un quinto anno.

Continua a leggere

Flash News

Juve Stabia, la soddisfazione di Colucci: “Grandissima partita! Faccio i complimenti ai ragazzi”

Pubblicato

:

Juve Stabia

La Juve Stabia è tornata a vincere nella trasferta contro la Fidelis Andria, in seguito a tre pareggi consecutivi. Successo importante per i gialloblu, che raggiungono la quarta posizione in classifica. Nonostante la classifica sia corta, le vespe hanno dimostrato di aver le qualità per poter rimanere in zona playoff per il resto della stagione.

Mister Leonardo Colucci si è mostrato soddisfatto alla fine del match. Queste sono le sue parole rilasciate al termine della partita, in conferenza stampa:

Pandolfi ha concluso e gli altri hanno creato. La Juve Stabia ha fatto una grandissima partita. Non era facile giocare contro l’Andria, è stata una bellissima gara. È stata come una gara di boxe, un cazzotto noi e uno gli altri. Faccio i complimenti ai ragazziSiamo partiti in ritiro con 6-7 ragazzi della Beretti, senza attaccanti. Un lavoro che c’è dietro che è importante. C’è da fare un plauso non per oggi ma perché dietro c’è un lavoro importante. L’allenatore è sempre un uomo solo, la vittoria è di tutti mentre la sconfitta è di un uomo solo.

Santos sta dando il massimo come tutti. Ci sta che il ragazzo attraversi una flessione. Se non avessi dato fiducia a Pandolfi magari oggi non avrebbe fatto gol. Ci sta una flessione per Santos. Ci sta, è un ambiente nuovo per lui. Sono soddisfatto di lui e di chi è entrato.

Nel 96-97 in Andria-Reggiana feci gol, l’anno scorso abbiamo vinto col Picerno. Sono stato vicino anche ad allenare l’Andria. Sono due squadre che giocano e che potevano vincere entrambe. Abbiamo avuto tante situazioni in cui potevamo segnare. Dobbiamo lavorare è questo il mio motto. 

Se togliamo il Catanzaro, Crotone e Pescara, il campionato è livellato verso l’alto. La classifica è così corta che nel giro di due tre gare ti puoi trovare sotto o molto sopra. Nel girone di ritorno ne vedremo ancora delle belle”.

Fonte immagine di copertina: profilo instagram Juve Stabia

Continua a leggere

Flash News

La trattativa per il rinnovo di Giroud al Milan è giunta allo step finale

Pubblicato

:

Giroud

Olivier Giroud sta vivendo un periodo eccezionale dal punto di vista psicofisico. Il trentaseienne attaccante del Milan è uno dei trascinatori della Nazionale francese a Qatar 2022: al momento ha realizzato tre reti. Al momento, il centravanti non sta facendo rimpiangere Benzema ai tifosi francesi. La sua rete contro la Polonia l’ha collocato al primo posto nella classifica dei marcatori all-time della Francia.

Il fattore carta d’identità non sembra un problema per Deschamps, che gli ha affidato le chiavi dell’attacco, e per il Milan, che intende prolungargli il contratto. In realtà, la trattativa è già ben indirizzata verso la fumata bianca. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, i colloqui tra la dirigenza rossonera e l’agente del calciatore sarebbero verso la fase finale.

In una rosa dall’età media giovane, l’esperienza di Giroud è un fattore fondamentale per il Milan, che ha intenzione di puntare ancora su di lui, nonostante i 36 anni.

Continua a leggere

Flash News

La Rassegna Social del Diez – Inghilterra e Francia non sbagliano, Giroud entra nella storia!

Pubblicato

:

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969