Connect with us

Flash News

Gli argentini che hanno raggiunto i 100 gol in Serie A

Pubblicato

:

Sabatini

GLI ARGENTINI CHE HANNO RAGGIUNTO I 100 GOL IN SERIE A – Con la doppietta rifilata al Monza, Paulo Dybala ha raggiunto il traguardo dei 100 gol in Serie A. Prima della Joya però, sono diversi gli attaccanti dell’Albiceleste che hanno trovato nel campionato italiano il loro territorio di caccia preferito. Tra talenti cristallini e bomber di razza, ecco gli argentini che hanno raggiunto i 100 gol in Serie A.

DYBALA

Si parte proprio da lui, Paulo Dybala. La Joya è l’ultimo argentino in ordine cronologico ad aver raggiunto la tripla cifra in Serie A. Arrivato giovanissimo in Italia, al Palermo mette a segno 16 reti nelle prime due stagioni nella massima serie. L’exploit in rosanero, lo porta a vestire la maglia della Juventus. Con la Vecchia Signora regala giocate, assist e soprattutto gol. Dopo sette stagioni in bianconero, riesce ad arrivare a 98 reti, prima di accasarsi alla Roma dove grazie alla doppietta realizzata contro il Monza, riesce ad abbattere il muro dei 100 gol in Serie A.

BATISTUTA

Gabriel Batistuta è stato senza alcun dubbio uno dei numeri 9 più forti al mondo. In Serie A è riuscito a dimostrare tutto il suo valore soprattutto con la Fiorentina, dove ha segnato a raffica. I suoi primi 100 gol in A infatti, li ha realizzati tutti in maglia viola, prima di passare poi alla Roma, dove riuscirà a vincere lo Scudetto, e all’Inter a fine carriera. Batigol è al momento l’argentino più prolifico nella storia della Serie A con ben 183 reti messe a segno.

CRESPO

Anche Hernan Crespo fa parte del ristretto club degli argentini da almeno 100 gol in Serie A. Il Valdanito li ha raggiunti con la maglia della Lazio, alla sua sesta stagione in Italia. Gran parte di questi però, li ha realizzati con la maglia del Parma, squadra che lo ha portato in Italia e dove è esploso. In Serie A ha vestito le maglie anche di Inter, Milan e Genoa prima di fare ritorno proprio al Parma per il finale di carriera. In totale per lui sono 153 i gol nel campionato italiano.

HIGUAIN

Arrivato in Italia dal Real Madrid nell’estate del 2013, Gonzalo Higuain ha avuto fin da subito un forte impatto sulla Serie A. Nelle sue tre stagioni al Napoli è riuscito a segnare 71 gol, di cui 36 in un solo campionato, record condiviso con Ciro Immobile. Poi il discusso passaggio alla Juventus dove continuerà la striscia di gol superando anche quota 100. Il Pipita è tra l’altro il calciatore più veloce, tra quelli che hanno esordito in Serie A dalla stagione 1994/95 in poi, a raggiungere la tripla cifra con 100 gol in 153 presenze.

ICARDI

Mauro Icardi è stato senza dubbio uno degli attaccanti più dominanti in area di rigore, visti di recente in Serie A. Le sue straordinarie doti di finalizzatore infatti lo hanno reso uno dei migliori attaccanti in Europa, prima poi dello sfortunato trasferimento al PSG. In Italia Maurito, è stato capace di andare in doppia cifra già alla prima stagione in Serie A, con la maglia della Sampdoria, prima di essere acquistato dall’Inter dove ha vinto due volte la classifica marcatori. Proprio contro i Blucerchiati, grazie ad uno straordinario poker, nel marzo 2018 è diventato il sesto più giovane a raggiungere i 100 gol in Serie A.

 

SIVORI

Omar Sivori è un’autentica leggenda della Juventus e del calcio in generale. In bianconero 8 stagioni ricche di gol in cui mette a segno 135 reti, prima dell’esperienza di fine carriera al Napoli. I 100 gol in A li ha raggiunti nel 1961, anno che coincide con l’ottenimento della cittadinanza italiana. Viste le regole abbastanza flessibili dell’epoca riguardo la doppia nazionalità, ed essendo Sivori argentino di nascita, anche lui va inserito in questo speciale club.

BALBO

L’ultimo della lista, ma non per importanza, è Abel Balbo. Arrivato nel 1989 all’Udinese, con i Friulani raggiunge sempre la doppia cifra in 4 stagioni dove si alternano Serie A e Serie B. Poi il trasferimento alla Roma dove arrivano la consacrazione e i 100 gol nel massimo campionato italiano. Comprese le parentesi con Parma e Fiorentina, per lui sono 117 i gol in Serie A.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Champions League

Xavi durissimo nel postpartita: “Sono indignato, è un’ingiustizia”

Pubblicato

:

Nel post partita di Inter-Barcellona Xavi ha commentato la sconfitta per 1-0: “Abbiamo faticato nel ritmo e nella circolazione della palla, ma nell’ultima mezz’ora abbiamo giocato meglio

Il tecnico spagnolo poi si è espresso in merito alle decisioni arbitrali: “Sono indignato. Prima ci spiegano che tocca di mano Ansu Fati ma ha segnato un altro compagno, poi l’altro episodio non si capisce cosa sia successo. Al momento sono indignato, è un’ingiustizia e non ha senso”.

In seguito gli è stato chiesto per cosa fosse più indignato e lui ha risposto con queste parole: “In generale è stata una grande ingiustizia. Non posso nascondermi e dire di non essere indignato, è un’ingiustizia grande“.

Ritornando sul gioco ha parlato dell’avversario e sul come è cambiato l’approccio dal primo al secondo tempo: “Non mi aspettavo un’Inter così difensiva, ma sapevamo che facevano transizioni veloci con la palla. Nel secondo tempo l’abbiamo capito meglio, loro hanno segnato fuori area ed è un peccato perché nel complesso penso che avremmo meritato il pareggio, ma questo è il calcio“.

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Ajax-Napoli, Spalletti: “I ragazzi hanno giocato un grande calcio”

Pubblicato

:

Napoli

In seguito alla vittoria per 6-1 in casa dell’Ajax, Luciano Spalletti ha parlato ai microfoni di Sky Sport per commentare la grande prova offerta dai suoi giocatori:

“Abbiamo fatto una buona partita. Quello che conta è sempre fare una buona prestazione. In campionato se si va a vedere le squadre dietro sono tutte molto vicine e se non vinci ti ritrovi tutti addosso. Una serata come questa è una cosa bella da vivere ma appena finisce questa partita dobbiamo pensare alla successiva. In Champions League abbiamo fatto dei buonissimi risultati come quello di stasera. I ragazzi hanno giocato un grande calcio, hanno pressato sempre, hanno provato a far gol in qualsiasi momento della partita contro una squadra tostissima e di valore”.

Alla domanda sull’imminente rientro di Osimhen, sul grande momento di Raspadori e Simeone e sulla conseguente gestione della batteria d’attacco, il tecnico toscano ha risposto così:

“Se i ragazzi si allenano in una maniera corretta si possono mettere tutti in luce perché ci sono tante partite ravvicinate. Diversi giocatori hanno tirato un po’ la carretta e ci sarà bisogno di qualcuno che darà il cambio”.

Continua a leggere

Champions League

Schreuder elogia il Napoli: “Sono più avanti di noi”

Pubblicato

:

Il tecnico dell’Ajax Alfred Schreuder ha parlato a margine della partita appena terminata alla Johann Cruijff Arena, finita 1-6 per il Napoli.

Ecco le sue prime parole: “Il Napoli è più avanti di noi, è stato doloroso per noi dell’Ajax dopo il quarto gol: abbiamo avuto molte difficoltà e loro stavano ben messi in campo. Se vuoi avere opportunità contro di loro, devi avere il pallone. E noi non l’abbiamo avuto”.

Sui fischi dei tifosi: “Questo è il calcio e noi siamo l’Ajax: se giochiamo male, i tifosi si incavolano. Voglio rimanere qui, calmo, e fare le cose correttamente per rialzarci subito”.

Sul gruppo squadra: Dobbiamo fare uno step alla volta, per migliorare nelle prossime settimane. Migliorare palla al piede, e difendere molto meglio. Dopo il quarto gol non potevamo lasciar giocare l’avversario facilmente, dovevamo far vedere il carattere”.

Continua a leggere

Champions League

Inter, Mkhitaryan: “Abbiamo dimostrato di essere una grande squadra”

Pubblicato

:

Mkhitaryan

Il centrocampista dell’Inter, Henrikh Mkhitaryan, ha parlato, ai microfoni di Sky, della partita appena terminata tra Inter e Barcellona, vinta dai nerazzurri per 1-0.

Ha innanzitutto fatto i complimenti agli avversari, evidenziandone la caratura: “Secondo me il Barcellona è fortissimo. Abbiamo dimostrato anche noi di essere una grande squadra.”.

Ha poi parlato del periodo difficile passato dalla squadra: “Abbiamo lottato e sudato e alla fine è arrivata la vittoria per tutti noi tra cui il mister. Questa vittoria ci riporta al nostro livello.”

Su un possibile nuovo inizio per lui e compagni: “Questo non è un nuovo inizio perché la stagione è già iniziata, ma è una nuova pagina“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969